Campo Imperatore, l’Osservatorio astronomico ghiaccia

 ©Gianfranco Cocciolone - Paesaggi d'Abruzzo
©Gianfranco Cocciolone – Paesaggi d’Abruzzo

Uno spettacolo suggestivo e bellissimo. Poche volte si è potuto ammirare l’osservatorio astronomico di Campo Imperatore come fosse un castello di una fiaba. Ma qualche giorno fa, quando il freddo era particolarmente pungente, l’Osservatorio si è ricoperto di ghiaccio, apparendo così meraviglioso degno di un paesaggio nordico di qualche fiaba con principesse e principi.

L’immagine è apparsa sulla webcam in realtime che inquadra l’Osservatorio Astronomico lasciando di stucco chi per caso l’ha vista. Poi fotografi professionisti e appassionati hanno immortalato questo evento raro e bellissimo facendo così conoscere meglio un importante centro di studi più ad alta quota del nostro Paese.

L’Osservatorio Astronomico di Campo Imperatore  è stato costruito nel 1948 e dieci anni dopo diventò operativo. Si trova a 2200 metri di altitudine nel mezzo del Gran Sasso circondato da alcune delle più belle montagne d’Italia in una dei nostri più bei Parchi Naturalistici.  E’ formato da due cupole che contengono strumenti ottici enormi (circa 1 metro di diametro) che consentono di osservare il cielo e i suoi fenomeni, dalle comete alle supernovae.

L’Osservatorio è visitabile e vengono organizzate visite guidate di gruppo sia diurne sia notturne. Il periodo migliore per andarci è in primavera inoltrata intorno a maggio ovvero quando le condizioni meteo sono migliori. Ma se in questo periodo avete voglia di montagna Campo Imperatore, la prima stazione sciistica degli Appennini e una delle più elevate d’Italia, vi accoglie con tre impianti, un Hotel ed un ostello. Ed una natura rigogliosa e bellissima.

Di seguito le foto di Gianfranco Cocciolone pubblicate sul portale Paesaggi d’Abruzzo, la community web di fotografi che raccontano l’Abruzzo, che hanno immortalato l’Osservatorio ghiacciato.

Previous articleUna vacanza sull’isola dei famosi? Ecco dove naufragheranno i vip
Next articlePasqua 2016: le mete più belle dove andare in vacanza
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.