CONDIVIDI

Dopo avervi proposto una carrellata delle più belle spiagge low cost in Italia e nel mondo, è il momento di calarci nella nostra meravigliosa Penisola. ViaggiNews fa tappa nelle Marche, dove si trovano tra l’altro le spiagge più pulite d’Europa, e per questa estate 2015 vi propone un elenco selezionato dalla redazione delle 10 spiagge più belle.

1. Sirolo

Spiaggia Urbani a Sirolo (iStock)

La cittadina si Sirolo è formata da un caratteristico borgo marinaro arrampicato sul Monte Conero, a strapiombo sul mare. Dal suo balcone si può ammirare una vista mozzafiato sul Mare Adriatico, con il promontorio del Conero sulla sinistra e la sottostante riviera sabbiosa di Numana e Porto Recanati che si estende a valle sulla destra. In fondo al borgo, avendo la pazienza di scendere le scalette, si trova la piccola ma deliziosa spiaggia Urbani, con l’omonima grotta che termina a nord con una rupe alta, protetta da una barriera semicircolare di scogli. Da lì comincia la spiaggia di San Michele, ghiaiosa e attrezzata di stabilimenti balneari, quindi proseguendo si raggiunge la spiaggia dei Sassi Neri, così chiamata per la presenza sulla battigia di blocchi di scisti neri di origine sedimentaria. Altra spiaggia caratteristica della zona è quella delle Due Sorelle, che prende il nome da due scogli gemelli che emergono dall’acqua. È raggiungibile solo via mare, ma in estate sono numerose le imbarcazioni che collegano la spiaggia con la terraferma. Per raggiungerla si possono anche affittare gommoni a motore o canoe, per i più sportivi.

Da visitare nel borgo di Sirolo sono la chiesa di San Nicola, l’ex-chiesa del S. Sacramento, la chiesa della Madonna del Rosario e il caratteristico Teatro Cortesi. Nei pressi del centro abitato si trova poi il Teatro alle Cave, una cava naturale all’interno del Parco del Conero, dove in estate si tengono spettacoli teatrali e concerti. Sulla sommità del Monte Conero si può ammirare la Badia romanica di San Pietro, fondata dai Benedettini nella prima metà dell’XI secolo.

Informazioni turistiche: Tel .071 9330611- info@turismosirolo.it
Parco Naturale del Conero: Tel. 071 9331161- www.parcodelconero.com

2. Portonovo (Ancona)

La baia di Portonovo (Ancona) con il Fortino Napoleonico (Foto Thinkstock)
La baia di Portonovo (Ancona) con il Fortino Napoleonico (Foto Thinkstock)

Rimanendo sempre nella zona del Monte Conero, non si può non citare la spiaggetta di Portonovo, nel Comune di Ancona. Il litorale si ghiaia e sassi è circondato dalla roccia bianca del promontorio, la pineta e le acque limpide e blu. Qui, oltre a villette e campeggi, si trovano i ristoranti più buoni della riviera e piccoli gioielli architettonici come il Fortino Napoleonico, sede di una struttura alberghiera di lusso, e la meravigliosa chiesetta romanica di Santa Maria di Portonovo. Entrambi gli edifici si affacciano sul Mare Adriatico.

Salendo più a nord verso Ancona, si incontra un’altra spiaggia meritevole di visita, quella ghiaiosa di Mezzavalle, a cui si accede a piedi (o al limite dal mare), scendendo per un lungo viottolo tra la pineta. Nella città di Ancona non si può non visitare la Cattedrale di San Ciriaco, basilica romanico-gotica, con elementi bizantini, che domina il porto. Altre bellezze architettoniche di rilievo sono la Mole Vanvitelliana, un’isola artificiale a pianta pentagonale che si trova all’interno del porto, costruita su progetto dell’architetto Luigi Vanvitelli e che in estate è il cuore degli eventi cittadini; la Loggia dei Mercanti, il più importante edifico laico, in stile gotico fiorito veneziano, e la Fontana del Calamo o delle Tredici Cannelle. Da visitare sono anche la Pinacoteca Comunale, che custodisce opere di Carlo Crivelli, Tiziano, Lorenzo Lotto e del Guercino; il Museo Archeologico Nazionale delle Marche, che documenta la preistoria e la protostoria del territorio marchigiano; il Museo tattile Omero, uno dei pochi al mondo, e l’unico in Italia, che permette ai non vedenti di avvicinarsi all’arte facendo toccare calchi in gesso a grandezza naturale di famose opere scultoree, modellini architettonici di celebri monumenti, ma anche reperti archeologici e sculture originali di artisti contemporanei.  Lungo il corso di Ancona si trovano numerosi negozi di abbigliamento e marchi di lusso.

Informazioni turistiche: Tel. 071 358991 – iat.ancona@provincia.ancona.it – www.comune.ancona.it/turismo/it

3. Gabicce Mare

Gabicce (Foto di Lokyam, da Wikipedia. Licenza: CC BY-SA 3.0)
Gabicce (Foto di Lokyam, da Wikipedia. Licenza: CC BY-SA 3.0)

Sulla riviera nord delle Marche al confine con la Romagna, Gabicce è una località molto graziosa con una spiaggia dalla sabbia fine, ampia e ben servita, che si affaccia sul golfo delineato a sud dal promontorio del Monte San Bartolo. E’ adatta al turismo familiare e a quello sportivo, grazie alla numerose attrezzature di cui dispone e agli itinerari per il cicloturismo. Il lungomare compreso tra gli alberghi e la spiaggia è pedonale e ciclabile, mentre la via della passeggiata nel centro abitato è costellata di negozietti caratteristici, boutique, locali e ristorantini. La cittadina ha una parte collinare, Gabicce Monte, che offre un bellissimo panorama immerso nel verde; anche qui si trovano numerosi ristoranti, alberghi e bed and breakfast. A pochi chilometri si può visitare la suggestiva Rocca di Gradara, quella dove è ambientata la tragedia di Paolo e Francesca raccontata da Dante Alighieri nel Canto V dell’Inferno.

Provincia di Pesaro e Urbino: Numero verde 800 563800 – www.turismo.pesarourbino.it
Informazioni turistiche: Tel. 0541 954424 – iat.gabicce@provincia.ps.it
Parco Naturale del Monte San Bartolo: Tel. 0721 371075 – www.parcosanbartolo.it

4. Grottammare

Grottammare vista dal borgo (Foto di pizzodisevo da Wikipadia. Licenza CC BY-SA 2.0)
Grottammare vista dal borgo (Foto di pizzodisevo da Wikipadia. Licenza CC BY-SA 2.0)

La deliziosa Grottammare si trova nel Sud delle Marche, nel cuore della Riviera delle Palme. E’ chiamata anche la Perla dell’Adriatico per le sue bellezze naturalistiche e architettoniche, con le sue pinete, le palme, gli oleandri, le spiagge di sabbia fine e le spettacolari ville liberty. Il centro abitato si estende sotto il Monte Castello, dove si trova il nucleo medievale originario della cittadina. La centrale piazza Peretti è il cuore del borgo, qui si affacciano il Palazzo Priorale, l’Altana dell’Orologio, il Teatro dell’Arancio, la loggia e lo spettacolare belvedere. Nel borgo si trova anche la chiesa seicentesca di Santa Lucia, fatta erigere da Camilla Peretti in memoria del fratello Felice Peretti, divenuto Papa Sisto V. Al Papa è dedicato il Museo Sistino allestito nella Chiesa di San Giovanni Battista. Lungo la passeggiata che fiancheggia le mura si può visitare il restaurato Torrione della Battaglia, che ora ospita molte opere dell’artista Pericle Fazzini, uno dei più grandi artisti del Novecento, nativo di Grottammare.

Informazioni turistiche: Tel . 0735 631087 – Iat.grottammare@provincia.ap.it
Consorzio Riviera delle Palme: Tel. e fax 0735 595088 – info@larivieradellepalme.it
www.larivieradellepalme.it

5. San Benedetto del Tronto

San Benedetto del Tronto all'alba (Foto di RiccardoSBT, da Wikipedia)
San Benedetto del Tronto all’alba (Foto di RiccardoSBT, da Wikipedia)

A sud di Grottammare si trova l’ampia spiaggia di San Benedetto del Tronto, nota anche con il nome di Riviera delle Palme, poi esteso alle zone limitrofe della costa, con il suo ampio lungomare attraversato da lunghe file di palme. Se Gabicce è all’estremo nord della regione, San Benedetto è all’estremo sud. E’ una delle principali località turistiche delle Marche, conosciuta in tutta Italia e in Europa. Offre spiagge ampie e sabbiose e anche qui troviamo ville in stile liberty e giardini esotici e tematici che costeggiano il lungomare. Si tratta di una città con una lunga tradizione di marineria per il suo ampio porto, sia per pescherecci che turistico, e per il suo mercato del pesce all’ingrosso che è uno dei più importanti d’Italia. E’ la città natale del noto fumettista Andrea Pazienza.

Informazioni turistiche: Tel. 0735 781179 -iat.sbenedetto@provincia.ap.it
Associazione Albergatori “Riviera delle Palme” Num. verde 800-120052 – Tel. 0735 83036 – www.rivieradellepalme.com – assalb@rivieradellepalme.com

6. Cupra Maritttima

Cupra Marittima, colle di Sant'Andrea (foto di Erinaceus da Wikipedia- Licenza: CC BY-SA 3.0)
Cupra Marittima, colle di Sant’Andrea (foto di Erinaceus da Wikipedia- Licenza: CC BY-SA 3.0)

A nord di Grottammare si trova Cupra Marittima, all’estremità nord della Riviera delle Palme. Anche qui troviamo spiaggia con sabbia fine, la pineta e il borgo medievale arrampicato sulla collina. L’ambiente tranquillo rende la cittadina ideale per il turismo familiare. Una lunga pista ciclabile panoramica parte dalla zona nord di Cupra Marittima e arriva fino a Porto d’Ascoli, a sud di San Benedetto del Tronto, attraversando Grottammare, per oltre 15 chilometri. Ideale dunque per il ciclo-turismo. Imperdibile a Cupra Marittima è il Museo Malacologico Piceno, uno dei più importanti musei di conchiglie al mondo, con oltre 900.000 esemplari esposti e alcuni reperti di arte primitiva malacologica. Nel centro storico sono da visitare le chiesette del Suffragio (sec. XVIII) e dell’Annunziata, il Palazzo Brancadoro e la chiesa romanica di Santa Maria in Castello. A nord della cittadina si trova poi il Parco Archeologico di Cupra Marittima, dove è riconoscibile l’impianto urbano dell’antica città romana.

Associazione Cuprense Operatori Turistici (A.C.O.T.): Tel. e fax 0735 777800 – info@assoturcupra.it
www.assoturcupra.it

7. Numana

Numana, (Thinkstock)
Numana, (Thinkstock)

Torniamo sulla Riviera del Conero, al centro della Regione Marche. Alle pendici del Monte Conero, a sud, subito dopo Sirolo, troviamo Numana. La cittadina è divisa in due parti: Numana Alta, sulla sommità della falesia, dove si trova il centro storico, e Numana Bassa, con la spiaggia e il porto turistico. Numana Alta ha una spiaggia formata da due baie a ridosso della falesia: la Spiaggiola e la Spiaggia dei Frati, mentre a Numana Bassa si trova la spiaggia più ampia e sabbiosa, che si estende a sud del porto fino alla frazione di Marcelli. Qui troviamo numerosi stabilimenti balneari attrezzati, campeggi e club vacanze. Meta ideale per gli amanti dello sport, con le numerose attività che vanno dalla vela, al windsurf e alle immersioni subacquee, fino al trekking e alla mountain bike nell’entroterra del Parco del Conero, in cui la cittadina è compresa.

Da visitare nel centro storico sono un arco di torre che domina il porto, resto del campanile di una chiesa scomparsa o di una torre di avvistamento, un Antiquarium statale, che raccoglie i corredi delle tombe picene; il santuario del Crocifisso, che custodisce il crocifisso in legno di cedro, scultura bizantina dei secoli XIII- XIV; il municipio, un edificio del 1773, e la costarella, una delle vie più tipiche di Numana.

Informazioni turistiche: tel . 071 9330612 – info@turismonumana.it
Marcelli di Numana: tel. 071 7390179
Parco Naturale del Conero: Tel. 071 9331161 – www.parcodelconero.com

8. Senigallia

Senigallia, la Rotonda a Mare di notte (Thinkstock)
Senigallia, la Rotonda a Mare di notte (Thinkstock)

A nord di Ancona e a metà strada con Pesaro, troviamo Senigallia, nota anche come “Spiaggia di Velluto” per la sua sabbia finissima. E’ una delle principali città balneari delle Marche e una delle più antiche località turistiche della riviera adriatica, con il primo stabilimento balneare che risale al 1853. Senigallia ha una spiaggia lunga 13 chilometri, interrotti solo dal porto canale. Sul litorale si trovano numerosi stabilimenti balneari completamente attrezzati e dotati di campi da beach volley e giochi per bambini. Molti bagnini hanno capanni con la cucina all’interno, per organizzare pranzi e cene in spiaggia. Diverse feste vengono organizzate in estate, soprattutto in occasione della notte bianca di metà luglio. Sul marciapiede del lungomare si affacciano numerosi locali, bar e ristoranti che animano la cittadina fino a notte fonda. Caratteristica di Senigallia è poi la Rotonda a Mare, edificio che si innalza su palafitte sull’acqua costruito negli Anni ’30 e oggi sede di mostre, convegni e spettacoli. Gli eventi clou dell’estate sono il CaterRaduno di fine giugno, una settimana di spettacoli e concerti organizzata dalla trasmissione di Radio2 Caterpillar, il Summer Jamboree ai primi di agosto, festival del rock ‘n’ roll americano Anni ’40 e ’50 e a fine agosto la caratteristica Fiera di Sant’Agostino, di antiche origini. La spiaggia sabbiosa e attrezzata e il fondale basso, fanno di Senigallia una meta ideale per le vacanze di famiglie e anziani.

Nel centro storico è assolutamente da visitare l’imponente Rocca Roveresca, esempio di architettura militare quattrocentesca. Davanti alla Rocca si trova Piazza del Duca, con il Palazzo del Duca, l’antica fontana e il Palazzetto Baviera. Da visitare sono anche la barocca Chiesa della Croce e il Foro Annonario, edificio ottocentesco a pianta circolare dotato di un portico che si affaccia su una piazza, un tempo la sede principale del mercato cittadino e ora usata soprattutto per spettacoli e concerti. Le antiche macellerie che si trovavano sotto il portico sono state quasi tutte trasformate in ristoranti e bar, affollati per l’aperitivo e nelle ore serali, che fanno del Foro il cuore della movida notturna del centro storico. Meritevoli di visita sono poi il Museo d’Arte Moderna, dell’Informazione e della Fotografia (Musinf), la Pinacoteca diocesana di Arte Sacra e il Museo dedicato a Papa Pio IX all’interno della sua casa natale, un antico palazzo dietro al Municipio. Sotto il Teatro la Fenice, ristrutturato negli Anni ’90 in stile moderno, è situata l’area archeologica “La Fenice”, testimonianza dell’antica città di Sena Gallica, la prima colonia romana sull’Adriatico.

A pochi chilometri dal centro abitato, in collina, si trova il Convento di Santa Maria delle Grazie che ospita il Museo di Storia della Mezzadria “Sergio Anselmi”, mentre nella chiesa a fianco si trova la Pala d’altare del Perugino raffigurante la “Madonna con il bambino e i Santi”. Imperdibile poi è la visita all’entroterra collinare, con paesaggi armoniosi e i caratteristici borghi con mura e castelli medievali.

Informazioni turistiche: Tel. 071 7922725 -iat.senigallia@provincia.ancona.it – www.senigalliaturismo.it
Associazione alberghi e turismo: Tel. 071 65343 – info@assalbesenigallia.it
www.senigalliahotels.com – info@senigalliahotels.com

9. Fano

L'Arco di Augusto a Fano (Foot di Nicola Romani, da Wikipedia. Licenza: CC BY-SA 3.0)
L’Arco di Augusto a Fano (Foot di Nicola Romani, da Wikipedia. Licenza: CC BY-SA 3.0)

Poco più a nord di Senigallia si trova Fano, in provincia di Pesaro, una delle città più importanti delle Marche, terza per numero di abitanti. Fano è famosa per il suo Carnevale, riconosciuto come il più antico d’Italia. La particolarità della città è quella di avere due diversi tipi di spiaggia: il Lido con la sabbia e la Sassonia, con ghiaia e sassi. La città è dotata di un attrezzato porto turistico e un importante porto peschereccio, che ne fanno un mercato del pesce importante. Numerosi, di ottimo livello e per tutte le tasche sono i ristoranti di pesce. La specialità del posto è il brodetto di pesce, che a metà settembre è il protagonista di un festival internazionale. A luglio si tiene in città un importante festival jazz, Fano Jazz by the sea, che ospita musicisti di fama internazionale.

Il centro storico della città è ampio ed elegante. Il monumento più importante è l’Arco d’Augusto, all’ingresso del centro storico e lungo la via che attraversa la città. Era la porta dell’antica via romana Flaminia, che parte proprio da Fano, per attraversare il suo entroterra e scendere fino a Roma. L’Arco d’Augusto, datato al 9 d.C. è situato proprio sul punto in cui la via Flaminia s’innesta nel decumano massimo della città. Tra le bellezze architettoniche di Fano degne di nota sono le antiche Mura romane, ampliate dai Malatesta e poi rinforzate nel ‘500, che raggiungono la Rocca Malestiana; quindi la Corte Malatestiana, sede del Museo Civico e della Pinacoteca, la cinquecentesca Fontana della Fortuna e l’ottocentesco Teatro della Fortuna, ospitato nel Palazzo della Ragione, di origine medievale. Quindi le chiese: la Cattedrale, che conserva un pulpito e la barocca Cappella Nolfi del XVII secolo; la Chiesa di Santa Maria Nuova, la Chiesa barocca di San Pietro in Valle, la Chiesa di Sant’Agostino e le Tombe dei Malatesta, un vero e proprio capolavoro di arte neogotica, ospitate nel sottoportico della Chiesa di San Francesco. Durante tutto l’anno, la seconda domenica di ogni mese e il sabato precedente si svolge in centro la Fiera Mercato dell’Antiquariato.

10. Pesaro

Pesaro la sfera di Arnaldo Pomodoro (Foto da Wikipedia, licenza. CC BY-SA 2.5)
Pesaro la sfera di Arnaldo Pomodoro (Foto da Wikipedia, licenza. CC BY-SA 2.5)

Seconda città delle Marche dopo il capoluogo di regione Ancona, Pesaro è la città che ha dato i natali al celeberrimo compositore Gioacchino Rossini e ad altri importanti musicisti, come il soprano Renata Tebaldi e il compositore Riz Ortolani. E’ sede di un prestigioso Conservatorio ed è una città signorile ed elegante. Non è una vera e propria città di mare, come si è abituati ad intendere le località di turistiche di questo tipo. E’ piuttosto una grande città di provincia con il mare. L’ampia e tranquilla spiaggia, con la passeggiata sul lungomare, il centro storico, gli importanti eventi culturali e i vicini siti di interesse archeologico e artistico e infine le bellezze naturalistiche del Parco del Monte San Bartolo fanno di Pesaro un’ottima meta per le vacanze estive, per chi cerca qualcosa in più rispetto alla classica vacanza al mare. Nella seconda metà di giugno, quest’anno dal 20 al 27, si tiene ogni anno dal 1965 la Mostra internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, tra i più importanti festival cinematografici italiani. Ad agosto si tiene poi il prestigioso Rossini Opera Festival, con spettatori provenienti da tutto il mondo.

Nel centro cittadino sono da visitare la Cattedrale, la chiesa barocca del Nome di Dio, la chiesa di S. Giovanni Battista e la chiesa di S. Agostino, quindi la quattrocentesca Rocca Costanza, il Palazzo Ducale, Casa Rossini, il Teatro Rossini, il Museo Archeologico Oliveriano e i Musei Civici (comprendente la Pinacoteca e il Museo delle Ceramiche). Tra la città e il mare si possono ammirare delle bellissime ville liberty, quindi in fondo al lungo viale che dal centro porta al lungomare si trova la famosa sfera di bronzo realizzata dallo scultore Arnaldo Pomodoro. Vicino Pesaro merita una visita la frazione di Novilara con l’antica Necropoli Picena.

Nell’entroterra è assolutamente da visitare il Parco regionale del Monte San Bartolo, con le pittoresche frazioni di Casteldimezzo, Fiorenzuola di Focara e Santa Marina Alta.

INFO: Tel. 0721 69341 – e-mail: iat.pesaro@provincia.ps.it – www.turismopesaro.it
Parco Naturale del Monte San Bartolo: Tel. 0721 371075 – www.parcosanbartolo.it
A.P.A. – Associazione Pesarese Albergatori: Tel. 0721 67959 – info@apahotel.it
www.apahotel.it

Necropoli Picena di Novilara: 0721.33344
località Novilara 61122 Pesaro Tel. 0721/33344 Fax 0721/370365

A cura di Valeria Bellagamba