Home Curiosità Natale solidale. L’iniziativa gourmet per gli ospiti della Caritas di Catania

Natale solidale. L’iniziativa gourmet per gli ospiti della Caritas di Catania

CONDIVIDI

ETNAPOLIS, gli chef in cucina per il pranzo di Natale della Caritas

Natale è sinonimo di famiglia, di amore e pace, ma anche di solidarietà. Proprio questo spirito ha portato oltre 10 chef catanesi a cucinare un pranzo a cinque stelle per gli ospiti della Caritas di Catania. Pasta al forno, tacchino con patate e tiramisù con fette di pandoro. È il menù del Pranzo di Natale per i circa 600 ospiti della Caritas di Catania offerto domani, 25 dicembre, da Etnapolis in collaborazione con Iperfamila e il Gruppo Abate.

Oltre una dozzina gli chef dell’Associazione Provinciae Cuochi Etnei che, guidati dal presidente Seby Sorbello, in queste ore stanno preparando il gran ragù della prima portata – senza maiale, secondo la regola alimentare degli ospiti di fede musulmana – insieme all’arrosto di tacchino e al dolce previsti nel menù. In cucina, sul tavolo da lavoro è già stata consegnata la spesa: 150 chili di patate, 140 di tacchino, estratto, passata di pomodori e carne di vitello per il sugo, 50 pandori per il dolce.

Il pranzo della Caritas, come è ormai tradizione, sarà allestito lungo la navata della grande Chiesa del Carmine, nell’omonima Piazza che ogni giorno ospita uno dei due mercati storici all’aperto di Catania. È qui che, conclusa l’ultima messa del giorno di Natale, una cinquantina di volontari della Caritas Diocesana e della Caritas Carmelitana, sgombreranno la navata dalle panche e allestiranno lunghissime tavolate con i supporti forniti dal Comune di Catania (Assessorato alla Welfare) e apparecchieranno per 600 coperti con tovaglie, stoviglie, bevande e colorati centrotavola natalizi messi a disposizione dalle imprese partner della grande iniziativa benefica: Etnapolis, Iperfamila e il Gruppo Abate. Proprio il cibo – inteso come dono, come espressione della gioia di vivere e dello stare insieme è stato il tema scelto da Etnapolis per il nono anniversario della struttura.