Previsioni meteo: è in arrivo Caronte, poi di nuovo pioggia

sole e pioggia previsioni meteo weekend 28 e 29 giugnoPrevisioni meteo luglio 2014 – L‘estate in questo mese di giugno si è divertita a giocare a nascondino, lasciando spesso il passo a violenti temporali e a temperature decisamente non in linea con la stagione. Ieri l’alto Lazio, la Toscana e gran parte del nord Italia è stato investito da una forte perturbazione che ancora oggi sta interessando gran parte del nord ovest dell’Italia con minime autunnali (Bolzano 11 gradi, Milano e Verona 13) . Addirittura è caduta la neve su alcune zone alpine superiori ai 1500 metri. Questo scenario così poco da luglio sta per lasciare il passo al caldo africano. Quello tanto atteso – il cosiddetto Caronte – che doveva arrivare la scorsa settimana e che per nostra fortuna non si è presentato. Arriverà però da domani facendo innalzare notevolmente la colonnina di mercurio. In prima battuta sarà la Sardegna ad essere investita dal ciclone sub tropicale, poi toccherà alla Sicilia e a tutto il Sud con temperature previste fra i 37 e i 40 gradi.  Ma anche altrove arriverà il gran caldo. Fra oggi e domani al Nord ci sarà ancora qualche residuo temporale, poi spazio al solleone: al centro e nelle grandi città del nord si raggiungeranno anche  i 35 grad,i per quanto in gran parte del nord Italia resterà una situazione di alta variabilità.

Ma l’estate quest’anno ha deciso di non concedersi mai del tutto. La prossima settimana infatti a partire da lunedì 7 e fino a giovedì 10 –  in base agli ultimi calcoli dei centri di meteorologia – una perturbazione scandinava porterà pioggia in quasi tutta la nostra penisola e facendo crollare le temperature.

 

 

Previous articleEcco le 4 regole per la vacanza perfetta
Next articleSpitbank Fort, Inghilterra: la fortezza marina diventa un hotel
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.