Home Eventi 1 Maggio 2013: cosa fare? Parchi, musei, terme, mare…

1 Maggio 2013: cosa fare? Parchi, musei, terme, mare…

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:27
CONDIVIDI

1 MAGGIO 2013 MUSEI CONCERTONE PARCHI MARE / ROMA – Le amare analisi sociologiche ed economiche più che a festeggiare, spingerebbero domani, ‘festa dei lavoratori’, a protestare. Di lavoro infatti ce n’è sempre meno, la crisi si fa sentire nei portafogli di tutti e sopravvivere è diventata un’impresa. Ciò però non significa che non bisogna godersi la vita o almeno non ritagliarsi momenti piacevoli. Motivo per il quale domani ci si può rilassare un po’ con amici e parenti su qualche spiaggia o in giro per musei. Ecco alcune idee per il 1 maggio.

  • CONCERTONE. Lo storico appuntamento con la musica a piazza San Giovanni a Roma. Per ulteriori info clicca qui
  • PARCHI. Un pic nic in città. La Capitale ha splendide ville, con prati enormi, dove rilassarsi senza pensare al traffico da rientro. Clicca qui.
  • MUSEI. Musei gratis in tutta Italia. Clicca qui per l’elenco.
  • MARE. Domani temperature estive in quasi tutta la penisola. Una gita alla spiaggia più bella d’Italia? Clicca qui.
  • PARCO DI BOMARZO. In un bosco enormi statue di orchi vi aspettano. Clicca qui.
  • GIARDINO DEI TAROCCHI. Il Parc Guell italiano in provincia di Grosseto. Clicca qui.
  • TERME. Perché non rilassarsi alle terme? Clicca qui.
  • PARCHI DIVERTIMENTO. Da Mirabilandia a Valmontone su e giù per le montagne russe. Clicca qui.
  • VEDERE GLI ANIMALI. Le Oasi faunistiche del WWF e gli zoo-safari. Clicca qui.

CONDIVIDI
Articolo precedente1 Maggio 2013, musei aperti e gratis: l’elenco completo
Articolo successivoEcco la nuova banconota da 5 euro – FOTO
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.