Classifica: i palazzi più brutti del mondo

Torre Montparnasse a Parigi (Getty Images)

I monumenti più brutti del mondo / “La bellezza è tale solo negli occhi di guarda”, diceva Johann Wolfgang Goethe. Pur ammettendo  la validità del concetto espresso dal letterato tedesco, ovvero che nella definizione di ciò che è bello c’è una parte preponderante di soggettività da parte dell’osservatore, bisogna altresì ammettere che la percezione della bellezza passa inevitabilmente attraverso il concetto di armonia insito nella mente umana. Per dirla in altri termini tendiamo a definire bello ciò che è proporzionato: il che non significa necessariamente che apprezziamo solo nasini alla francese, ma che possiamo trovare piacevole anche un naso alla Cyrano de Bergerac se questo si trova  in un viso grande che accompagni le sue spigolosità. Poi i canoni estetici imperanti in una società faranno sì che tendiamo a preferire un certo tipo di armonia ad un’altra: dalle maggiorate anni ’50 alle twiggy anni ’70. Certo per l’osservato il rischio è di essere vittima di un canone estetico irraggiungibile, di un’ armonia impossibile e di finire in un vortice di ricerca di una perfezione che non esiste. E qui il buon Goethe torna in aiuto a salvarci da diete e da depressioni.

Il concetto di bello è ovviamente applicabile anche ai monumenti, ai palazzi o alle costruzioni in genere. E solitamente una guida di viaggi vi propone cosa vedere, quali monumenti ammirare, quali sono le bellezze di un luogo da non lasciarvi sfuggire. Ma è altrettanto necessario stilare la classifica di cosa non vedere. A meno che non si abbia una tensione irresistibile verso il brutto e quindi questa diventa una guida su cosa vedere. In ogni caso è da leggere!
Eccovi qui una selezione dei palazzi più brutti del mondo. Per gli appassionati del genere: sul Telegraph trovate un ulteriore elenco di brutture architettoniche

La Torre Montparnasse a Parigi
Un edificio esageratamente imponente che si staglia nel panorama della Ville Lumiere senza nessun legame con la città

La Metropolitan Cathedral di Liverpool
Una forma singolare ed un uso sconsiderato del cemento

La torre della tv Žižkov a Praga
Un uncino nel bel mezzo del panorama cittadino

Il palazzo dell’Elefante a Bangkok
Un imponente mostro che fa il verso agli animali

La Torre Velasca a Milano
Chiamata anche il ‘grattacielo con le bretelle’

Previous articlePasqua 2012: brindare con le migliori birre pasquali
Next articlePasqua last-minute: idee dell’ultimo momento in/fuori città
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.