Recensioni e prenotazioni: Tripadvisor è affidabile?

Tripadvisor booking online affidabilità giudizi hotel ristoranti / Cosa vuole, prima di ogni altra cosa, un viaggiatore? Semplice: un consiglio. Già perché quando si ha la valigia in mano, o ancor prima, quando si è nella fase di pianificazione, non si desidera altro che qualcuno che ti dica spassionatamente ‘mangia qui, dormi lì, visita questo e quello’.  Prima del mondo 2.0, ci si doveva affidare agli amici o ai conoscenti, ma ai tempi del web ci si può servire di una sterminata community, di innumerevoli informazioni di ogni tipo e di consigli di ogni sorta. Viagginews.com prova a fornirvi proprio questo: informazioni e consigli utili, ultime notizie sui viaggi, tante idee sul dove e come, ma il tutto, sempre, con la ferrea convinzione che ogni viaggio sia un’esperienza unica.

Tripadvisor.com è un portale che riunisce migliaia di recensioni su ristoranti, alberghi, monumenti ed è considerato uno strumento utilissimo per tutti i viaggiatori 2.0. Ovvero è come avere migliaia di conoscenti che vi dicono la loro su un tale luogo o posto. Roba inimmaginabile anni fa. Utile? Indubbiamente. Affidabile? Dipende. Ossia bisogna essere consapevoli di vari aspetti: che un consiglio è per sua natura soggettivo, che l’oggettività la si può avvicinare, ma mai raggiungere, che le esperienze possono essere state sfortunate, che chi vi fornisce la recensione potrebbe essere distante anni luce dal vostro modo di fare e di intendere la comodità o i sapori, che la verità indiscutibile non esiste e che garantirla è di conseguenza impossibile. Poi è bene essere consapevoli anche  che c’è  chi ha interesse a far passare un giudizio positivo o negativo su un ristorante, un hotel o una pensione. Fra tante recensioni ci sono infatti anche quelle di chi vuole promuovere commercialmente un locale e quindi ne scriverà benissimo, o di chi al contrario vuole affondare un locale concorrente e quindi di conseguenza ne scriverà malissimo. D’altronde c’è sempre l’oste pronto a dirvi come è il vino. Quindi non fidatevi troppo dei locali che mostrano in vetrina l’adesivo ‘Tripadvisor’: non significa ‘quel locale è buono’, ma semplicemente quel locale è stato recensito. Ma la domanda cardine è come salvarsi da questo mare magnum di recensioni? Semplicemente rendendosi conto che ogni navigazione, sul mare come sul web, non è mai priva di incertezze e che i remi non si tirano mai in barca se non si vuole naufragare. Insomma, occhi aperti, attenzione alle recensioni troppo dicotomiche e poi  arrendetevi con piacevolezza agli imprevisti, belli e brutti, dei viaggi. Viaggiare, d’altro canto, è così bello proprio perché  è una scoperta continua.

Previous articleRyanair con 28 milioni di passeggeri supera Alitalia
Next articleIdee per la Festa della Donna: suggerimenti utili per un weekend “rosa”
Giornalista, laureata in Scienze della Comunicazione, web content editor e social media manager. Ho da sempre un'innata curiosità per tutto quello che mi circonda: da bambina mi immaginavo detective e indagavo su tutto per scoprire la verità, immaginandomi protagonista di casi polizieschi e di inchieste giornalistiche (e solitamente era peluche orso il colpevole!). Ho fondato il giornalino scolastico quando avevo 9 anni e da allora non ho mai smesso di scrivere. Ho sempre lo zaino in spalla: adoro viaggiare, scoprire nuove culture, nuovi posti e poterli raccontare. Qualsiasi posto infatti racconta una storia che io voglio conoscere. Quando non scrivo al pc o non sono in viaggio, mi trovate sul palco ad improvvisare oppure a fare trekking con il mio cane o nei reparti di pediatria come clowndottore.