Dove si festeggia Santa Lucia: dalla Svezia a Siracusa

Festa di Santa Lucia: festeggiamenti e celebrazioni in Italia e in Scandinavia

santa lucia svezia
Festeggiamenti per Santa Lucia

Il 13 dicembre è un giorno importante del calendario: il sole tramonta prima che in qualsiasi altro giorno dell’anno e si festeggia Santa Lucia, una santa particolarmente amata in Sicilia e in Scandinavia. Questa donna originaria di Siracusa fu martire della persecuzione dei cristiani sotto Diocleziano. Secondo l’agiografia portava cibo e aiuti ai cristiani che si nascondevano e per questo fu uccisa.

Dove si festeggia Santa Lucia

Oggi i festeggiamenti per Santa Lucia avvengono in molte zone d’Italia: Lombardia, Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, ma soprattutto in Sicilia e a Siracusa.

Anche all’estero questa santa è molto famosa, in particolare in Croazia e Ungheria, ma soprattutto in Scandinavia. Alla tradizione cristiana si è aggiunta quella pagana. Nei freddi e bui inverni di queste nazioni Santa Lucia è portatrice di luce: dal 13 dicembre in poi infatti le giornate tendono ad allungarsi. I minuti di luce progressivamente aumentano. I giorni fra Santa Lucia e il Solstizio d’inverno sono infatti molto importanti per i popoli scandinavi.  I festeggiamenti per Santa Lucia coinvolgono soprattutto la Svezia, la Norvegia e la Finlandia di lingua svedese.

Come si festeggia Santa Lucia in Sicilia e Svezia

La festa di Santa Lucia è una delle più importanti per i paesi nordici, soprattutto per la Svezia, dove questa celebrazione è importante almeno quanto il Natale, sebbene come abbiamo visto la Santa è italiana. La festa di Santa Lucia cade tra il 13 e il 20 dicembre, in prossimità del solstizio d’inverno e, secondo alcuni, in eredità di alcune feste popolari che celebravano la luce proprio in questo periodo nel nord dell’Europa. Ecco come viene celebrata Santa Lucia nella sua città natale e in Svezia

Santa Lucia, i festeggiamenti a Siracusa

Le celebrazioni iniziano la mattina del 12 dicembre, quando le reliquie della santa vengono portate sull’altare maggiore del Duomo. Nella sera, avvengono le prime messe solenni, a cui solitamente partecipano le massime autorità politiche e religiose cittadine; al termine dei vespri, si mangia la cuccìa, un dolce tradizionale a base di grano, ricotta e cioccolato.

Nella giornata del 13 dicembre, un’enorme processione coinvolge tutti i fedeli tra Ortigia e la Chiesa di Santo Sepolcro; durante il percorso, la statua della Santa passa vicino al porto e viene festeggiata da tutti i marinai che suonano le sirene delle loro navi.

Dopo una settimana, il 20 dicembre si celebra la cosiddetta ottava, che riporta il simulacro della Santa a Ortigia passando per i luoghi simbolo della città, come il Santuario della Madonna delle Lacrime o il Ponte Umbertino, dove viene allestito uno strabiliante spettacolo pirotecnico.

Festa di Santa Lucia in Svezia

Si tratta di una delle feste più amate soprattutto dai bambini. Nella giornata del 12 dicembre, i più piccoli preparano biscotti di zenzero e dolciumi a base di zafferano e uvette.

In seguito, all’alba del 13, la primogenita di ogni famiglia indossa un lungo abito bianco cinto da un drappo rosso  e una corona di foglie con sette candele. Anche i fratelli e le sorelle partecipano alla festa vestendosi di bianco e portando bastoni decorati da stelline. Al mattino presto, la famiglia si riunisce per mangiare i dolci del giorno prima. In seguito, tutti escono per una processione intonando di casa in casa canti tradizionali e si riuniscono in chiesa per una celebrazione.

In tutti i paesi e le città della Svezia vengono indetti concorsi per indicare la Lucia più bella; addirittura, esiste una competizione nazionale che elegge una ‘Lucia’ di Svezia che partecipa ai festeggiamenti di Siracusa.