CONDIVIDI

Condizioni non gravi per il militare rimasto ferito vicino l’avamposto nel Gulistan \Roma – Non sono gravi le condizioni del militare italiano rimasto ferito questa mattina a seguito di una esplosione avvenuta in Afghanistan. Durante una ricognizione operativa nel Gulistan, a sei chilometri a nord-est dell’aerea della Base Operativa Avanzata “Ice”, un ordigno rudimentale è esploso coinvolgendo la pattuglia del reggimento San Marco della Marina Militare e provocando il ferimento del militare. Sul posto della deflagrazione, avvenuta alle 8.30 locali, sono intervenuti subito i soccorsi che hanno portato il soldato nell’ospedale da campo di  Farah. Dopo le rassicurazione da parte del comando del contingente, lo stesso militare ha avvertito la sua famiglia, tranquillizzando tutti sulle sue condizioni fisiche. Auguri di pronta guarigione sono giunti sia dal Presidente della Camera, Gianfranco Fini, che del Senato, Renato Schifani, ai quali si sono aggiunti anche quelli dell’ex ministro della difesa Ignazio La Russa.