ViaggiNews

Guida di Agistri: isola greca del Golfo Saronico

sabato, 17 giugno 2017

guida di agistri

Agistri (Margaritaprounia, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

In vista delle prossime vacanze, vi abbiamo portato alla scoperta della bellissima Grecia, segnalandovi i luoghi e le mete principali del Paese in una guida generale. Siamo poi entrati più nello specifico, proponendo mete ideali di viaggio secondo percorsi tematici o offerte economiche. Vi abbiamo proposto guide ad arcipelaghi e a singole isole. Continuiamo su questo filone proponendovi la guida ad una piccola e deliziosa isola del Golfo di Saronico, Agistri.

Sempre sulla Grecia, vi ricordiamo anche:

Guida di Agistri: cosa vedere

Agistri, detta anche Angistri, è una piccola, incantevole isola del Golfo Saronico, compreso tra le penisole dell’Attica e del Peloponneso orientale. L’isoletta sorge proprio al largo delle coste di quest’ultimo, vicino all’isola di Egina. Agistri è un piccolo paradiso di spiagge da sogno, con baie rocciose e sabbiose, circondate dalla vegetazione mediterranea e bagnate da un mare cristallino, color turchese e smeraldo. La natura qui è sovrana, con boschi di pino ricoprono l’isola, sporgendosi fin sulle rocce a picco sul mare.

Agistri, Apònissos Grecia (iStock)

Agistri ha una superficie di poco più di 13 km² ed è montuosa. Una strada principale l’attraversa da nord a sud e una una secondaria da est a ovest, poi ci sono le vie urbane e la litoranea che corre lungo la costa settentrionale. Sono le uniche strade asfaltate dell’isola, le altre sono strade sterrate o sentieri che si inerpicano su per le montagne. La sua bellezza naturale è uno spettacolo che toglie il fiato. L’isola è una vera e propria oasi di pace e tranquillità, a due passi da Atene.

Il principali centri abitati di Agistri si trovano sulla costa settentrionale e sono Megalochori o Mylos,  capoluogo dell’isola, e Skala, che ospita la maggior parte delle strutture ricettive alberghiere. Sulla costa sud orientale si affaccia Limenaria. Questi villaggi sono abitati da poche centinaia di persone, il più piccolo e meno turistico è quello di Limenaria, abitato da poco più di un centinaio di persone. Secondo il censimento greco del 2011, l’isola è abitata da 1.142 persone. Dal punto di vista amministrativo Agistri appartiene alla regione dell’Attica.

Sul versante dell’isola opposto a Limenaria, sulla costa occidentale, si trova il porticciolo di Apònissos, davanti al quale sorge l’isoletta omonima a cui è collegato da un molo. Il porto e l’isoletta formano una suggestiva baia, dove il mare è trasparente e turchese. Dietro al porto si trova uno stagno.

Le spiagge

Megalochori. E’ la spiaggia del capoluogo dell’isola, è piccola, formata da sabbia e sassi, e si trova a fianco del porto. Sulla costa settentrionale di Agistri, da Megalochori a Skala, in realtà si estende un unico tratto di spiaggia, anche se in alcuni punti è quasi inesistente o formata da pochi ciottoli, ai bordi della litoranea.

Skala. Il principale centro turistico di Agistri ospita anche la spiaggia principale dell’isola, quella più comoda e frequentata. Un ampio arenile sabbioso, con stabilimenti balneari, dove si affacciano alberghi e resort. La spiaggia ha basso fondale ed è esposta al sole soprattutto al tramonto, con l’effetto bellissimo dei pini indorati dal sole. Sulla fondale marino si trovano anche piante di Posidonia e ricci.

Sklirì. Una spiaggia piccolissima e meravigliosa che sorge sulla costa orientale di Agistri, poco sotto l’abitato di Skala. Si raggiunge tramite una lunga scalinata che scende dalla roccia, attraverso i pini. La spiaggia è di sabbia e rocce e può ospitare solo una ventina di persone

Halikiada. Proseguendo ancora più a sud troviamo la stupenda spiaggia di Halikada, forse la più bella di tutta l’isola. E’ formata da sassolini bianchi e si trova proprio sotto un ripido costone roccioso. Non è molto grande ed è spesso occupata dai campeggiatori che piantano qui le loro tende. Il luogo comunque è di una bellezza da togliere il fiato, con un mare turchese, smeraldo e azzurro da favola. Si raggiunge la spiaggia scendendo lungo un ripido sentiero sterrato, a picco sul mare.

Agistr, spiaggia di Halikiada (Lichinga, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Dragonera. Sulla costa occidentale si affaccia la spiaggia di Dragonera, formata da ghiaia e terriccio rossastro, con i pini che arrivano fin sull’arenile a creare una piacevole ombra ristoratrice. La spiaggia ha un chiosco per il ristoro, con servizio ombrelloni e sdraio. Si raggiunge in auto o con l’autobus. Il mare che la bagna è semplicemente stupendo, limpido e turchese

Apònissos. La spiaggia e baia di Apònissos, con l’omonima isoletta, si trova più a sud sulla costa occidentale e offre un panorama fantastico. Qui non c’è in realtà una vera e propria spiaggia, ma un fazzoletto di sabbia, rena e rocce, adiacente al porticciolo dove vengono posti di solito ombrelloni e lettini. la bellezza del luogo sta nella piscina di acqua turchese cristallina compresa tra l’isola di Agistri e l’isoletta di Apònissos. Più a largo sorge l’isola disabitata di Dorousa, interamente montuosa, con una baia per l’approdo e una cappella sulla sua cima più alta.

Agistri, Baia di Apònissos (Lichinga, CC BY-SA 4.0, Wikipedia)

Guida di Agistri: cosa fare

Agistri non è solo un’isola bellissima è anche una meta economica. Le sue spiagge non sono mai troppo affollate, nemmeno durante l’alta stagione. Pertanto è una meta perfetta per chi vuole rilassarsi.Non mancano comunque i bar, club e locali per chi ama fare tardi la sera. Li trovate soprattutto a Skala.

Attività da fare ad Agistri: sdraiarsi al sole come lucertole, fare il bagno nel suo mare da favola, fare snorkeling e immersioni, fare escursioni in barca per esplorare le coste e le isolette vicine. Percorrere i sentieri dell’entroterra, tra i boschi di pini, e raggiungere i punti più alti dell’isola per ammirare una vista mozzafiato sul mare.

Guida di Agistri: come arrivare

L’isola di Agistri è molto vicina all’isola di Egina, alla quale è collegata con le imbarcazioni che partono e arrivano al porto di Skala. Il tragitto dura circa 10 minuti. Al porto di Skala, come a quello di Megalochori, arrivano anche i traghetti che partono dal porto del Pireo di Atene, con una traversata della durata di circa un’ora.

VIDEO: Guida di Agistri

Tags:

Altri Articoli Interessanti: