ViaggiNews

Guida della Corsica: le escursioni in barca da non perdere

mercoledì, 17 maggio 2017

Guida della Corsica: Spiaggia di Santa Giulia (iStock)

La bellissima Corsica offre spiagge meravigliose e panorami mozzafiato. Situata al centro del Mare Mediterraneo, appena sopra la nostra Sardegna, dalla quale è separata dal suggestivo stretto delle Bocche di Bonifacio, la Corsica è chiamata anche “Isola di Bellezza“. Sulla sua costa frastagliata si aprono baie dall’acqua turchese e limpidissima dove si affacciano spiagge di sabbia bianca e soffice, rocce di granito rosa e il vedere intenso della vegetazione mediterranea. Solo guardare questi paesaggi fa sentire pace con se stessi e con il resto del mondo. Una vista appagante, distensiva e rilassante.

La Corsica è un vero e proprio paradiso per gli amanti del mare e degli sport acquatici, dalle escursioni in barca alle immersioni. La sua costa offre tantissime occasioni, tutte speciali, per praticare questi sport. Parchi e riserve naturali proteggono  il suo territorio e il suo mare.

Poiché la costa frastagliata, tra costoni rocciosi e calette da sogno, rappresenta la parte più bella dell’isola, da visitare soprattutto in barca, qui vogliamo proporvi le escursioni in mare più belle e imperdibili.

Guida della Corsica: escursioni in mare

Ecco le escursioni in mare da non perdere in Corsica. Gite ed esplorazioni lungo una costa meravigliosa, dove tra barie e promontori rocciosi si aprono calette e spiagge stupende, con sabbia bianca finissima e mare limpido turchese.

Escursione alla Riserva Naturale di Scandola

Riserva Naturale di Scandola, Corsica (iStock)

La prima escursione in barca da fare assolutamente in Corsica è quella nella spettacolare Riserva Naturale di Scandola, un’area protetta di quasi 2.000 ettari terrestri e marini, situata sulla costa centro-occidentale dell’isola e compresa tra i comuni di Calenzana, Galeria, Ota, Osani, Partinello, Piana, Serriera. Istituita nel 1975, è stata la prima riserva naturale in Europa ad avere una parte protetta in mare e una sulla terra. Fa parte del Patrimonio dell’Umanità Unesco insieme ai Calanchi di Piana e al Golfo di Girolata. Una zona dalla bellezza paesaggistica stupefacente, visitabile con diversi tour in barca e motoscafo in partenza da Porto, frazione marittima del comune di Ota. Per visitare la riserva con un’escursione in barca ci sono diversi percorsi, quello completo comprende il giro del Golfo di Porto, con visita ai Calanchi di Piana, il promontorio di Capo Rosso e poi su fino al Golfo di Girolata e a Scandola. A seconda del percorso le escursioni possono durare da 1 ora mezza a 3 ore e mezza.

Baia di Cargèse

Baia di Cargèse (John Trololo, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Un altro giro in barca da non perdere è quello davanti alle coste della Baia di Cargèse, sempre sul versante occidentale della Corsica, poco più sotto di Piana e Capo Rosso. Qui si aprono diverse baie spettacolari, con promontori rocciosi a strapiombo sul mare e piccole calette con spiagge di sabbia fine e bianchissima. Il colore del mare va dal turchese all’azzurro al blu scuro. Una zona ideale sia per le escursioni in barca che per le immersioni.Nell’entroterra di Cargèse parte anche un sentiero escursionistico per il Monte Cinto.

Golfo di Sagone e di Liscia

Sagone, Corsica (iStock)

Ancora poco più a sud, un altro luogo bellissimo per le escursioni in mare è il Golfo di Sagone, all’interno del quale si apre lungo la costa il Golfo di Liscia, dove si affaccia la località di Tiuccia. La località di Sagone, invece, è più a nord. La costa offre un panorama suggestivo di rocce di granito rosa, bagnate da un mare color azzurro e smeraldo, e dove si aprono spiagge bianche e sabbiose come la Plage de Sagone la Plage d’Esigna. Alle spalle della costa sorgono fitti boschi di macchia mediterranea. La baia di Sagone è dominata da un’antica torre di avvistamento.

Îles Sanguinaires, Isole Sanguinarie

Îles Sanguinaires, Ajaccio, viste da Punta Parata (Isiwal / Wikimedia Commons / CC-BY-SA-3.0)

Sempre lungo il versante occidentale della Corsica, all’altezza di Ajaccio, si allunga in mare  un promontorio che termina nell’estremità meridionale con la penisola della Parata e una punta, Pointe de la Parata dove sorge l’omonima torre di avvistamento genovese. Proprio davanti a Punta de la Parata sorgono le Îles Sanguinaires, le Isole Sanguinarie, sulla cui origine del nome esistono diverse teorie, la più affascinante è quella che fa derivare il loro nome dalla luce porpora che “insanguina” le loro rocce al tramonto. Viste dalla costa, le Isole Sanguinarie sono: Porri, Cormorani o Isolotto, Cala D’Alga e Mezzu Mare o Gran Saguinaria, la più grande dell’arcipelago e quella dove è situato il faro. Sono isole aspre e selvagge che ospitano diversi uccelli marini, come il Gabbiano Reale Zampegialle, e una eccezionale varietà di flora per isole così piccole, con specie rare ed endemiche. Insomma un luogo da vedere assolutamente con un giro in barca.

Bonifacio

Scogliere di Bonifacio (Myrabella / Wikimedia Commons, CC BY-SA 3.0)

La costa della città di Bonifacio, le sue alte scogliere, insieme all’omonimo Stretto che condivide con il nord della Sardegna è una meta assolutamente imperdibile delle escursioni in barca. Qui potete ammirare le spettacolari falesie sulle quali si staglia il centro abitato di Bonifacio, regalando una vista mozzafiato, e suo il piccolo e caratteristico fiordo, fino a costeggiare la punta estrema meridionale della Corsica, attraversando la Riserva Naturale delle Bocche di Bonifacio, e raggiungere le isole di Lavezzi e Cavallo. Queste hanno coste frastagliatissime, dove si aprono tra scogli e isolotti suggestive calette di acqua turchese. Poco più a sud-est si trova l’Arcipelago de La Maddalena. Un tratto di mare dalla bellezza paesaggistica straordinaria, uno dei più belli al mondo.

La costa di Porto Vecchio

Palombaggia, Porto Vecchio, Corsica (Freddy DENEUX, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Risalendo la costa della Corsica a est, è irrinunciabile l’escursione in mare fino a Porto Vecchio e al suo Golfo. Lungo questo tratto di costa si trovano alcune delle spiagge più belle e prestigiose della Corsica: spiaggia della Rondinara, di Santa Giulia e Palombaggia. Lunghe distese di sabbia bianca, bagnate da un mare cristallino, color turchese intenso. Le spiagge sono intervallate da tratti ci costa frastagliata, con rocce di colore rossastro e ricoperte di vegetazione mediterranea. Uno spettacolo da non perdere.

VIDEO: Riserva Naturale di Scandola

Tags:

Altri Articoli Interessanti: