ViaggiNews

Ponte del 25 aprile al mare: le spiagge più belle dove andare

martedì, 18 aprile 2017

cosa fare e vedere in sardegna

25 aprile al mare: Cala Mariolu (Thinkstock)

Archiviate Pasqua e Pasquetta è già tempo di pensare al prossimo, vicinissimo ponte, uno dei più amati, quello del 25 aprile. Quest’anno cade di martedì e regala un bel weekend lungo. Un’ottima occasione per un viaggio, magari al mare. Il tempo mite permette già di fare i primi bagni, o almeno di prendere il sole, alle latitudini più meridionali e nelle calette più riparate delle nostre coste. Qui vi proponiamo alcuni suggerimenti di spiagge più belle e calde, ideali per un ponte del 25 aprile al mare. Segnatevi queste mete.

Ponte del 25 aprile al mare: dove andare in Italia

Ecco una rassegna di bellissime e calde spiagge italiane, dove trascorrere il ponte del 25 aprile al mare. Località stupende delle nostre coste meridionali e delle isole maggiori e minori. Luoghi paradisiaci dove prendere il primo sole e fare i primi bagni. Spiagge di sabbia o sassolini, scavate in baie e calette o affacciate su lunghi arenili. Tutte splendide, bagnate da un mare limpido e circondate da una natura rigogliosa.

Cala Mariolu, Sardegna

Cala Mariolu (Marrabbio2, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

Cala Mariolu, nel Golfo di Orosei, è una delle spiagge più belle e famose della Sardegna. Nel 2016 è stata eletta spiaggia più bella d’Italia dagli utenti di TripAdvisor. Le sue caratteristiche principali sono l’arenile di piccolissimi sassi bianchi e rosa, che sembrano sabbia, e il mare limpido e cristallino, con fondale basso, e colori che vanno dal trasparente al turchese al celeste e all’azzurro. Un posto da sogno, raggiungibile percorrendo a piedi un sentiero immerso nella macchia mediterranea. Cala Mariolu si trova nel comune di Baunei ed è raggiungibile anche via mare. Il nome “mariolu” viene dal dialetto di un pescatore originario dell’Isola di Ponza che apostrofava la foca monaca “mariolu” (ladra in napoletano) perché rubava il pescato dalle reti. Il toponimo originale e corretto è Is Pulige de Nie o Ispuligedenie, che significa ‘le pulci di neve‘ e si riferisce ai piccoli e bianchissimi sassolini della spiaggia.

Spiaggia di San Lorenzo, Sicilia

Spiaggia di San Lorenzo, Noto, (Foto da travelersinsicily.com)

La spiaggia di San Lorenzo è una meraviglia della costa orientale siciliana, è una delle 10 più belle della Sicilia. Sorge appena fuori dell’Oasi naturale di Vendicari, nella frazione San Lorenzo del comune di Noto, in provincia di Siracusa. in prossimità dell’estrema punta meridionale della Sicilia. La spiaggia alterna insenature e tratti rocciosi ad ampi lidi sabbiosi, circondati dalla vegetazione mediterranea. Il tratto roccioso si trova più a nord, al confine con l’Oasi di Vendicari, dove il mare è anche più profondo, mentre nella parte a sud prevale l’ampio litorale sabbioso. La sabbia è finissima, di colore chiaro quasi bianco, e si affaccia su un’acqua cristallina, turchese e azzurra, dal fondale basso che digrada dolcemente verso il largo. Per queste caratteristiche la spiaggia di San Lorenzo sembra caraibica.

Torre Lapillo, Puglia

Torre Lapillo (Yellow.Cat, CC BY 2.0, Wikicommons)

Quella di Torre Lapillo è una delle spiagge più spettacolari della costa ionica salentina. La spiaggia prende il nome dall’omonima frazione di Porto Cesareo, dove sorge una delle tante torri di avvistamento della zona, conosciuta anche come Torre di San Tommaso (XVI secolo). La spiaggia si apre su una grande baia a mezzaluna, ha una sabbia bianchissima e finissima che ricorda quella delle Maldive e un’acqua meravigliosa, cristallina e turchese, con fondale basso. Un luogo veramente stupendo. Una delle spiagge più belle della Puglia, molto amata anche dai turisti stranieri. Il quotidiano il britannico Guardian l’ha inserita nell’elenco delle 10 spiagge più belle e poco conosciute del mondo.

Spiaggia di Tropea, Calabria

Tropea (Thinkstock)

La spiaggia di Tropea è un autentico spettacolo, grazie alla sua alta costa rocciosa sotto la quale di stende un lungo arenile sabbioso. Non a caso è stata inserita nella top 10 di TripAdvisor delle spiagge più belle d’Italia per le vacanze 2016. Un consiglio ancora valido. La spiaggia è bianca e l’acqua cristallina, dal turchese al blu. Sul costone roccioso che domina la costa sorge il centro abitato, con case e palazzi a picco sul mare. Ma la caratteristica che rende unica Tropea è il promontorio roccioso che taglia in due la spiaggia, alla sommità del quale sorge la Chiesa di Santa Maria dell’Isola. Un colpo d’occhio eccezionale e un punto panoramico bellissimo, da dove ammirare la spiaggia sottostante, il mare, il centro abitato di Tropea e il profilo dell’intera costa.

Spiaggia di Acciaroli, Campania

Acciaroli

Un’altra spiaggia molto bella è quella di Acciaroli, frazione del comune di Pollica, in Campania, in provincia di Salerno, lungo la costa del Cilento. Una spiaggia poco conosciuta e fuori dai circuiti più frequentati della regione, ma assolutamente meritevole di essere visitata. Acciaroli è un delizioso borgo di pescatori dove si affaccia una spiaggia di sabbia dorata, bagnata da un mare limpido e turchese dal fondale basso. La zona è compresa del Parco Nazionale del Cilento ed è di notevole pregio naturalistico. Da vedere anche la vicina località di Pioppi, altro borgo marinaro incantevole. Il litorale di Pollica è stato premiato con le 5 vele della Guida Blu 2016,

VIDEO: Spiagge più belle d’Italia

Tags:

Altri Articoli Interessanti: