ViaggiNews

Pasquetta a Napoli: dove andare e cosa fare

sabato, 15 aprile 2017

Golfo di Napoli @Wikipedia

Le nostre proposte per trascorrere Pasquetta a Napoli. Per chi rimane in città o visita Napoli il Lunedì dell’Angelo ci sono tante cose da fare e bellissimi luoghi da vedere. La città partenopea, con il golfo e il Vesuvio, è una meraviglia, soprattutto a primavera. Dopo le idee per Pasquetta a Roma e Milano, ecco cosa fare a Napoli.

Pasquetta a Napoli: dove andare e cosa fare

Il vasto e sontuoso centro storico, i panorami mozzafiato dalle colline sul mare, i monumenti storici, i parchi, le chiese, i palazzi, i vicoli caratteristici, fanno di Napoli una delle mete più ambite dai viaggiatori di tutto il mondo. Piena di un fascino che non si spiega fino in fondo. Per chi abita in città e rimane qui per le feste e soprattutto per chi viene qui in vacanza ci sono davvero tante cose da fare e da vedere. Ecco qui i nostri consigli per il Lunedì di Pasqua.

Pasquetta a Napoli è il momento ideale per una bella e lunga passeggiata per le vie del suo centro storico. Almeno una parte, visto quanto è grande, il più grande d’Europa. La città è libera dal tran tran quotidiano, affollata solo di turisti e di gente in vena di fare festa. In primavera se il tempo è buono il clima è piacevole invita a stare all’aperto.  Il centro storico di Napoli è Patrimonio dell’Umanità Unesco e non potrebbe essere altrimenti, vista la sua bellezza, la sua storia di ben 27 secoli e l’alta concentrazione di monumenti, una delle più elevate al mondo.

Camminare per i Decumani di Napoli, alla scoperta della parte antica della città, attraversare l’imponente Piazza del Plebiscito, la Galleria Umberto I, le piazze del Gesù Nuovo e San Domenico Maggiore, percorrere via Toledo, nei Quartieri Spagnoli, passeggiare per la storica via dei presepi di San Gregorio Armeno, sono le principali visite ai punti storici e più importanti di Napoli.

Castel dell’Ovo, Napoli (Luca Aless, CC BY-SA 4.0, Wikipedia)

Imperdibile la passeggiata sul lungomare Caracciolo, lungo i viali davanti a Castel Nuovo o Maschio Angioino e Castel dell’Ovo, salire fino a Posillipo e poi esplorare le alture della città: dal Vomero a Castel Sant’Elmo a Capodimonte.

Molti musei e monumenti rimarranno aperti. Palazzo Reale sarà aperto dalle 9.00 alle 20.00 e si potrà visitare anche la mostra “The Young Pope”.  Aperti anche il Parco e la Tomba di Virgilio, dalle 9.45 alle 14.30. Il Complesso monumentale dei Girolamini aprirà dalle 8.30 alle 14.00. Aperti anche: la Certosa e il Museo di San Martino, dalle 8.30 alle 19.30; il Museo del Novecento, dalle 9.30 alle 17.00; Museo Duca di Martina e Villa Floridiana, dalle 8.30 alle 14.00; Castel Sant’Elmo, dalle 8.30 alle 19.30; il Museo di Capodimonte, dalle 8.30 alle 19.30, ma sarà chiuso il Bosco; il Museo Archeologico Nazionale MANN; dalle 9.00 alle 19.30; Museo Pignatelli, dalle 8.30 alle 17.00, con la mostra fotografica “L’arte del femminile”, con gli scatti di Julia Margaret Cameron, Florence Henri e Francesca Woodman. Il Maschio Angioino sarà aperto e visitabile gratuitamente, dalle 10.00 alle 19.00, inoltre presso la Cappella Palatina si potrà visitare la Mostra “Totò genio” (a pagamento: euro 6,00), in occasione del cinquantenario della scomparsa del celebre attore.  Aperto anche Castel dell’Ovo, dalle 9.00 alle 19.30, sempre ad ingresso gratuito. Gli amanti dell’arte non resteranno delusi.

Scalone di Palazzo Reale a Napoli (Di Armando Mancini. CC BY-SA 2.0 via Wikicommons)

Da non perdere le chiese, su tutte la Cattedrale di Santa Maria Assunta e la Chiesa dei Girolamini. Attenzione, però, alcune chiese monumentali – tranne quelle citate – saranno aperte solo a Pasqua e non anche a Pasquetta.

Tra le aree verdi, da visitare la bella Villa Comunale sul mare, i Giardini del Molosiglio, vicino Piazza del Plebiscito. Appena fuori la città si trova invece il Parco urbano dei Camaldoli.

Per chi non rinuncia alla gita fuori porta, a nord di Napoli, a San Leucio, c’è il bel Bosco di San Silvestro, Oasi WWF, dove verranno organizzate visite guidate proprio per Pasquetta. Dopo l’escursione, i visitatori potranno accedere all’area picnic per consumare il pranzo al sacco. Le visite guidate si terranno in tre turni: alle 10,30, alle 11.00 e alle 17.00.

Infine, non può mancare la gita alle isole del Golfo: Procida, Ischia e Capri, che saranno sicuramente molto affollate. Chi vuole rimanere lungo la costa, può arrivare fino a Sorrento.

VIDEO: Napoli

Tags:

Altri Articoli Interessanti: