ViaggiNews

5 itinerari di primavera in Toscana

mercoledì, 29 marzo 2017

Itinerari in Toscana a primavera (iStock)

Dopo gli itinerari di primavera in Veneto e Trentino Alto Adige, vi proponiamo qui quelli della Toscana, regione meravigliosa, da scoprire soprattutto con la bella stagione.

    • Itinerario nella natura

Val d’Orcia, Toscana (iStock)

La Toscana offre una infinità di paesaggi naturali stupendi. I più famosi e conosciuti in tutto il mondo sono quelli della Val d’Orcia, la Val di Chianti e le colline intorno a Firenze. Ma bisogna ricordare anche la Maremma con il suo vasto Parco Naturale, il promontorio del Monte Argentario con la laguna di Orbetello, le isole dell’Arcipelago Toscano con le isole d’Elba e del Giglio, il Casentino e il Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, la bellissima costa della Versilia, la Lunigiana e le Alpi Apuane e infine tante spiagge selvagge. Per la Toscana passa poi la storica Via Francigena, il cammino dei pellegrini che nel Medioevo univa la cittadina inglese di Canterbury a Roma. Il tratto toscano della Francigena va dal Passo della Cisa all’Acquapendente, un percorso suggestivo che attraversa una bellissima campagna e borghi stupendi. Uno dei cammini di primavera da non perdere.

    • Itinerario enogastronomico

(GettyImages)

La Toscana è il paradiso per gli amanti del buon cibo e del buon vino. Le sue terre sono celebri per il vino rosso Chianti, il Brunello di Montalcino e il Vino Nobile di Montepulciano. Sulle colline del Chianti vengono organizzati tour del vino con visite ai vigneti e alle cantine storiche, accompagnate da golose degustazioni. Tra i piatti tipici ricordiamo la Ribollita, i Pici, grossi spaghetti fatti a mano, il Cacciucco alla livornese, l’Acquacotta, la bistecca Fiorentina, tanti altri piatti a base di carne e legumi, il panino con frattaglie Lampredotto. Poi una gran varietà di dolci: i classici biscotti Cantucci, il Panforte di Siena, i Ricciarelli, sempre di Siena, la Schiacciata alla fiorentina. Piatti da gustare nei ristoranti tipici, negli agriturismi disseminati nella bella campagna toscana e nelle osterie dei centri storici o dei borghi medievali.

    • Itinerario sportivo

Cavalli in Maremma (www.anticocasalediscansano.it, CC BY 3.0, Wikicommons)

La Toscana è un territorio dove praticare numerosi sport. Le attività principali da fare sono le escursioni, a piedi, in bicicletta, ma anche a cavallo, per antichi sentieri si campagna, parchi e aree naturali, boschi e strade panoramiche sul mare. Imperdibile la passeggiata a cavallo nel territorio selvaggio del Parco della Maremma. Qui e soprattutto nella zona della Laguna di Orbetello consigliamo anche il birdwatching. Le coste e le isole dell’Arcipelago Toscano sono ideali per la barca a vela, il windsurf e il turismo da diporto. Le coste rocciose delle isole offrono poi scenari spettacolari per le immersioni e lo snorkeling. Per gli appassionati di motociclismo c’è la pista del Mugello, dove assistere alle gare di MotoGp.

    • Itinerario culturale

Siena, Piazza del Campo (YinYang, IStock)

Per l’itinerario culturale della Toscana non basterebbe una enciclopedia. La regione ha un’offerta culturale di centri storici, borghi e musei unica al mondo. Tra le città da visitare assolutamente ricordiamo Firenze, con i suoi grandi musei, Siena, con la scenografica Piazza del Campo e i palazzi medievali, Pisa, Lucca, Arezzo, ma anche Pistoia, Capitale italiana della Cultura 2017, Volterra, Grosseto, Cortona, Carrara. I borghi di Montepulciano, Pienza, San Gimignano, Montalcino, San Quirico d’Orcia, Bagno Vignoni, Pitigliano, San Casciano ai Bagni, San Miniato, Colle Val d’Elsa, Monteriggioni, Cortona, Castiglione della Pescaia. Una varietà incredibile tra piazze, chiese, castelli, mura storiche, torri, palazzi rinascimentali, ville principesche e giardini monumentali.

    • Itinerario del benessere

Montecatini Terme (Richard Barrett-Small, CC BY 2.0, Flickr)

Chi cerca salute e benessere trova un Toscana una vasta scelta di centri termali e spa, alcuni molto famosi. Tra i più importanti e prestigiosi ricordiamo Montecatini Terme, in provincia di Pistoia, con l’elegante edificio delle Terme Tettuccio, Chianciano Terme, nel senese, i Bagni di Lucca sull’appennino tosco-emiliano, la spettacolare vasca all’aperto nel cuore del borgo di Bagno Vignoni, le terme libere dei Bagni San Filippo, la località termale di San Casciano ai Bagni, e ovviamente le imperdibili Terme di Saturnia, in provincia di Grosseto, con le celebri Cascate del Mulino, le terme libere più famose d’Italia. Una regione ricca di stazioni termali dalle vasche all’aperto ad accesso libero ai centri super specializzati dove sottoporsi a trattamenti curativi ed estetici.

VIDEO: Toscana in primavera

Tags:

Altri Articoli Interessanti: