ViaggiNews

Una delle piscine naturali più belle d’Italia

martedì, 14 marzo 2017

Grotta della Poesia a Rocca Vecchia, Salento (Psymark, CC BY-SA 4.0, Wikipedia)

Una piscina naturale dall’acqua cristallina che sorge in riva al mare. Si chiama Grotta della Poesia, e il nome dice già tanto sulla bellezza e la particolarità del luogo. Si trova sulla costa rocciosa del Salento adriatico, vicino alla località di Roca Vecchia nel comune di Melendugno. La zona si trova sopra Otranto, tra San Foca e Torre dell’Orso.

La Grotta della Poesia è in realtà un complesso carsico formato da due grotte a cui è crollato il tetto. La prima, più grande e vicina al mare, è lunga circa 30 metri e larga 18. Ha forma ellittica e sorge a circa 30 metri dalla riva. Riceve l’acqua dal mare attraverso un canale che passa sotto la roccia e che può essere attraversato a nuoto o con una piccola imbarcazione. La seconda grotta, più piccola, si trova a circa sessanta metri dalla principale e ad una sessantina di metri dalla costa. Questa grotta più piccola è lunga circa 15 metri e larga 9. La prima grotta è una bellissima piscina naturale di acqua turchese e cristallina, molto frequentata dai bagnanti durante l’estate.

La zona è conosciuta anche con il nome di grotte Posia, dal greco “sorgente di acqua dolce“, poi nel linguaggio comune diventato Poesia. L’acqua nella piscina naturale comunque è salata, poiché viene dal mare. Il sito è di eccezionale bellezza ed elevato pregio naturalistico, ma è anche una importante area archeologica. Nel 1983, infatti, alcuni scavi scoprirono nell’area delle grotte antiche iscrizioni messapiche, e anche latine e greche, che dimostrano che il luogo era anticamente un santuario. Secondo gli archeologi la zona della Grotta della Poesia era il luogo di culto del dio Taotor o Tator. Secondo una leggenda, poi, una bellissima principessa era solita fare il bagno nelle acque della piscina naturale. Questo attrasse poeti provenienti da tutto il Sud Italia che si riunivano in quel luogo per comporre versi ispirati alla sua bellezza. Da qui è nato il nome Grotta della Poesia.

Più a nord, vero il centro abitato di Roca Vecchia, si trova una grande area archeologica, che sorge su un promontorio roccioso. La punta del promontorio è sperata da un canale d’acqua da un’isoletta rocciosa, dove sorge una torre di avvistamento cinquecentesca, oggi un rudere. Nella zona è da vedere anche il santuario della Madonna di Roca del XVII secolo.

Grotta della Poesia, Roca Vecchia. Salento ( Palickap, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

La costa di Roca Vecchia è formata da una scogliera rocciosa bassa e facilmente accessibile, dove si aprono baie e calette protette, con scalini naturali che scendono al mare. Alcune calette sono di sabbia o con una pavimentazione rocciosa abbastanza piatta e regolare che permette di camminarci sopra e stendersi per prendere il sole. Lungo la costa rocciosa, sull’acqua, si aprono altre grotte raggiungibili a nuoto o in barca.

Insomma, una zona bellissima e da visitare, non solo per la suggestiva piscina naturale della Grotta della Poesia e per la bella costa frastagliata, ma anche per siti di interesse storico culturale. Luoghi che hanno molto da raccontare.

Grotta della Poesia: come arrivare

Per raggiungere alla Grotta della Poesia, si prende da Lecce la Strada Provinciale 1, in direzione Vernole, per poi proseguire sulla SP 145 fino a San Foca e poi discendere la costa lungo la SP 366 fino a Roca Vecchia.

VIDEO: Roca Vecchia e la Grotta della Poesia

Tags:

Altri Articoli Interessanti: