ViaggiNews

Biglietti aerei quasi gratis? Arriva la terza classe super low cost

venerdì, 3 febbraio 2017

passaporto

passports and tickets on a background of an airplane

Se un tempo la terza classe era solo per determinate categorie di mezzi di trasporto e, essenzialmente, veniva usata solo da persone povere e in cerca di fortuna, oggi non è più così.

E’ nata infatti la “terza classe” in aereo, altrimenti detta “Basic” per volare spendendo la metà di quanto si spende in “Economy”.  Un vero risparmio introdotto per ora da Delta Air Lines, United America e che ha già fatto rizzare le orecchie alle altre compagnie del mondo.

Come funziona la tariffa “Basic”?

Le compagnie low cost tremano con l’introduzione di questa nuova tariffa, ma va detto che accanto a prezzi così convenienti c’è anche un contro: ossia meno comodità. Molte meno.

Nessuna possiblità di mettere un bagaglio nella cappelliera, tanto per cominciare. Poi non vi è flessibilità nel cambio del biglietto e non si potrà scegliere accanto a chi viaggiare. Se una famiglia infatti prenota 4 posti aerei in Basic, non è detto che i membri del gruppo si trovino seduti vicini, anzi. Se poi vi viene sete o fame, sappiate che è tutto a pagamento!

Non sembra molto allettante, detta così, però il risparmio economico è reale e per chi ama viaggiare e soprattutto lo fa spesso, questa soluzione potrebbe essere la miglior per unire l’utile al dilettevole. Per ora la tariffa “Basic”, come abbiamo aannunciato, è usata solo da poche compagnie, ma i vettori mondiali stanno inziando a interessarsi alla cosa anche se, il punto più interessante, è sapere come reagiranno le compagnie low cost per eccellenza a questa sfida!

I primi voli super low cost per l’America

Sta per iniziare l’era dei voli low cost per New York. Da qualche tempo ci stanno pensando in tante compagnie no frills, ossia quelle low cost che finora ci hanno fatto viaggiare per l’Europa a prezzi molti bassi ed hanno negli ultimi decenni rivoluzionato il mercato dei viaggi aerei.

Ora l’intenzione è quella di aprirsi i voli interconinentali. La regina delle compagnie low cost, Ryan Air, già da tempo tramite il suo patron Micheal O’Leary ha lanciato notizie ai media di voli per New York dalle maggiori capitali europee a prezzi incredibili (140 euro andata e ritorno). Anche la Norwegian Airlines vuole aprirsi agli States ed ha dalla sua il fatto di possedere già una flotta di aerei in grado di effettuare voli intercontinentali. Sulla stessa scia è la Wow Air che sta riuscendo nell’impresa: offrire voli per la Grande Mela a prezzi stracciati.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: