ViaggiNews

I luoghi più incredibili e spettacolari al mondo

mercoledì, 28 dicembre 2016

Porta dell’Inferno, Turkmenistan (iStock)

Luoghi più incredibili e spettacolari. Al mondo esistono luoghi inimmaginabili, assurdi, stupefacenti, inquietanti, misteriosi, affascinanti, terrificanti e bellissimi. Luoghi che sembrano appartenere ad un altro pianeta e invece stanno proprio qui, sulla nostra Terra, sempre pronta a sorprenderci. Posti che lasciano strabiliati e senza fiato, da vedere in un viaggio dedicato. Se proprio non è possibile, ecco una fotogallery delle meraviglie.

I luoghi più incredibili al mondo

Ecco i luoghi più incredibili e strani al mondo. Un autentico spettacolo per gli occhi

Kelimutu, Indonesia

Kelimutu (Thinkstock)

Il Kelimutu è un vulcano dell’Indonesia, situato sull’isola di Flores. Sulla sommità del vulcano si trovano ben tre laghi di differenti colori, molto intensi: Tiwu Ata Bupu (Lago degli Anziani), di colore blu e più ad ovest, Tiwu Ko’o Fai Nuwa Muri (Lago dei ragazzi e delle ragazze), di colore verde, e Tiwu Ata Polo (Lago stregato o incantato), di colore rosso, che si trovano più ad est. Il più bello e spettacolare, dalle acque verde quasi fosforescenti, è il Lago dei ragazzi e delle ragazze, quello che di solito appare di più nelle foto. Il colore delle acque dei laghi cambia a seconda dei periodi e della composizione chimica. Nei due laghi più orientali, le fumarole subacquee contribuiscono alla risalita verso la superficie di materiale attivo che dona alle acque colori accesi. I laghi del Kelimutu sono un’importante attrazione turistica e tra i laghi vulcanici più belli al mondo. Nella lingua locale Keli mutu significa “montagna gorgogliante”.

Porta dell’Inferno, Turkmenistan

‘Door to Hell’, urkmenistan

La Porta dell’Inferno (Door to Hell) è un cratere in fiamme che si trova in Turkmenistan, nel deserto del Karakum. Esiste dal 1971, quando una perforazione per la ricerca del petrolio aprì accidentalmente una enorme voragine nel terreno, da cui scaturiva del gas naturale. I tecnici decisero di incendiare il gas per evitare che fossero disperse nell’aria sostanze tossiche, con conseguenze ben peggiori. Da allora il cratere brucia ininterrottamente ed è stato chiamato “porta dell’inferno” ed è diventato una popolare meta turistica. Presto però il cratere potrebbe essere spento, per questo motivo la Porta dell’Inferno è una delle meraviglie da vedere prima che scompaiano.

Crystal Cave, Islanda

Grotte di ghiaccio Crystal Cave, Islanda (iStock)

Dal fuoco ai ghiacci. In Islanda, tra spettacolari paesaggi di vulcani e ghiaccio, si trovano le magnifiche grotte di ghiaccio Crystal Cave. Entrare qui, tra la roccia nera basaltica del fondo e le volte blu di ghiaccio, sarà come visitare un altro mondo. Un motivo in più per visitare questo fantastico Paese. Le grotte Crystvl Cave si trovano nella zona del ghiacciaio Vatnajökull, nell’Islanda sudorientale. Il  Vatnajökull è la cappa di ghiaccio più grande d’Europa per volume.

Salar de Uyuni, Bolivia

Salar de Uyuni, Bolivia (iStock)

Il Salar de Uyuni, è il deserto di sale più grande della Terra e in assoluto uno dei più grandi deserti del mondo, con una superficie di 10.582 km². Si trova in Bolivia, a 3.650 metri di quota, sull’altopiano andino meridionale, nei pressi della città di Uyuni, nei dipartimenti di Potosí e di Oruro. La vastissima distesa salina del Salar è formata da un paesaggio di un candore abbagliante e di una bellezza indescrivibile. È chiamato anche “the heaven’s gate”, il cancello del paradiso, per il suo biancore accecante, che si estende a perdita d’occhio, circondato esclusivamente dal cielo e da qualche montagna all’orizzonte. Il Salare de Uyuni contiene circa 10 miliardi di tonnellate di sale, è formato da una distesa secca, con caratteristici esagoni, e da ampi tratti coperti da un sottile strato di acqua.

Ushuaia, Terra del Fuoco, Argentina

Terra del Fuoco, alba su Ushuaia, Argentina (iStock)

La Terra del Fuoco è uno dei luoghi incredibili e più spettacolari del mondo. Qui si trova un paesaggio di acqua, montagne e ghiacciai, con una natura imponente e selvaggia e una fauna ricchissima. La Terra del Fuoco è l’estremità meridionale del continente americano e non a caso è chiamata “la fine del mondo“.  La città principale è Ushuaia, nella parte Argentina della Terra Fuoco, situata sulla costa meridionale della Isla Grande, affacciata sul Canale di Beagle. Ushuaia è anche la città più australe del Pianeta e qui si trovano il Museo della fine del mondo e il Tren del Fin del Mundo, il treno della fine del mondo. Un luogo da vedere almeno una volta nella vita.

Vík í Mýrdal, Islanda

Spiaggia di Vik, Islanda (Reykholt, CC BY-SA 4.0, Wikicommons)

Un altro spettacolare luogo in Islanda è la spiaggia di Vik, ricoperta di sabbia nera a causa dell’erosione della costa di basalto. Qui sorgono curiose formazioni rocciose, tra guglie e pinnacoli, che emergono dall’Oceano Atlantico rendendo questo luogo estremamente affascinante e suggestivo. Da vedere almeno una volta nella vita. La località di Vík í Mýrdal si trova nel sud dell’Islanda, lungo la Hringvegur, la strada 1 (Route 1) o Anello che fa il giro dell’isola.

Deserto dei Pinnacoli, Australia

Deserto dei Pinnacoli, Australia (Simon Bradfield, iStock)

Tra i luoghi più incredibili e che sembrano usciti ad un altro pianeta c’è il Deserto dei Pinnacoli in Australia. Un curioso deserto di sabbia caratterizzato dalla presenza di numerose rocce calcaree, simili a dei pinnacoli e dalle forme più varie. Il Deserto dei Pinnacoli, conosciuto anche con il nome di The Pinnacles, si trova nell’Australia occidentale. Le rocce che svettano del deserto possono essere alte fino a quattro metri.

Great Blue Hole, Belize

Great Blue Hole, Belize (iStock)

Il Great Blue Hole, letteralmente “grande buco blu”, è una grande dolina (conca) marina che si trova al largo delle coste del Belize, a circa 60 km di distanza da Belize City, e al centro dell’atollo Lighthouse Reef. Il Great Blue Hole ha un diametro di 300 metri e una profondità di 120 m. È considerato uno dei luoghi più belli del mondo per le immersioni. Nel 1971 fu esplorato dall’oceanografo francese Jaques-Yves Cousteau con la sua mitica nave Calypso. Con le sue grotte di stallatiti, i riflessi spettacolari e una biodivrsità unica al mondo, il Great Blue Hole attrae migliaia di visitatori ogni anno, tra sub professionisti e amatoriali.

Luoghi incredibili del mondo: The Great Blue Hole – VIDEO

Tags:

Altri Articoli Interessanti: