ViaggiNews

Weekend in Puglia: cosa vedere e cosa fare

martedì, 13 dicembre 2016

Vieste (Puglia)

Vieste (Puglia)

Il tacco dello stivale più famoso del mondo è un posto ricco di luoghi da visitare e dei quali portare ricordi indimenticabili per le sue bellezze naturali uniche. È facile da raggiungere e tante sono le offerte per potervi soggiornare dai numerosi agriturismi nel verde Tavoliere agli alberghi ricavati nei caratteristici trulli, dichiarati, dall’UNESCO, patrimonio mondiale dell’Umanità.

Cosa vedere in Puglia

In un week end potreste vedere alcune delle cose che rendono particolare questa bella terra. Da visitare, assolutamente, Ostuni, la città più bianca al mondo, soprattutto la parte vecchia ricca di edifici intonacati in calce bianca, addossati gli uni agli altri. Nel suo centro sorge la cattedrale riconducibile ad un’epoca gotico-romanica. Passeggiando per le città pugliesi e, ovviamente, a Lecce troverete una tipologia di decorazione unica al mondo. Assomiglia al barocco, molto pomposo e decorato, ma con una differenza sostanziale ossia l’utilizzo di colori luminosi e decorazioni tipiche del mondo marino: è il barocco leccese appunto.

Andando via da Ostuni da questa cittadina ferma ci si imbatte nella bella Locorotono, considerata una dei borghi più belli d’Italia, con le sue casette tinte di calce e piena di vicoletti ricchi di archi, scalette e davanzali fioriti. Altra meta da raggiungere è Alberobello dove poter ammirare i trulli, antiche abitazioni realizzate nel XVI secolo dai contadini del luogo con il semplice utilizzo di pietre, famose per la loro forma conica. Sembrerà banale, ma i trulli di Alberobello, della Valle D’Itria e di Ostuni sono un vero e proprio spettacolo unico al mondo che noi, troppo spesso, diamo per scontato.

Nella zona centrale sorge Casa Pezzolla il più grande complesso di trulli comunicanti tra di loro, ben quindici. E poi bisogna fare un salto alle famosissime Grotte di Castellana, scoperte nel 1939, visitate ogni anno da orde di turisti di tutto il mondo. Ci si addentra a più di 60 metri di profondità per circa 3 km ad una temperatura di circa 17°, attraversando uno scenario davvero sorprendente: stalattiti, stalagmiti, fossili, canyon, caverne e calcificazioni di forme e colori unici.

Qualcosa di unico al mondo si può ammirare poi a Cisternino: in nessun altro posto al mondo troverete così tante macellerie aperte a qualsiasi ora del giorno e della notte! E’ una prerogativa di Cisternino dove si mangia carne a volontà e ad ogni angolo troverete un macellaio pronto a confezionarvi un panino con la carne che avete appena scelto sul posto!

Cosa mangiare in Puglia

In Puglia tutto è buono, sarà forse merito dell’olio che si produce. Non potrete andar via se non dopo aver mangiato le orecchiette con cime di rapa o il riso con cozze e patate, e aver degustato almeno uno dei tanti squisiti vini prodotti nel territorio.

  1. Focaccia pugliese: per uno spuntino non può esserci nulla di più buono di questa soffice pizza alta, condita con olive e pomodorini e il cui impasto viene arricchito dalle patate, ingrediente chiave per renderla così morbida.
  2. Bombette: crosta di pancetta fuori e vitello con caciocavallo dentro. Questi involtini sono delle vere e proprie bombe come dice il nome stesso, dal sapore ricco e genuino capace di allietare un intero pasto.
  3. Pasticciotti leccesi: non c’è colazione che si rispetti in Salento senza questi meravigliosi pasticcini ripieni di crema, da mangiare rigorosamente appena sfornati.
  4. Friselle: grandi o piccole che siano, queste bontà a base di grano duro sono perfette se condite con olive, pomodoro e mozzarella. Simili alla bruschetta certo ma dal sapore tutt’altro che banale.
  5. Orecchiette con le cime di rapa: come non chiudere con il vero e proprio piatto simbolo della regione. Divenuto famoso in tutta Italia, solo qui lo si può mangiare in modo davvero impeccabile, con l’aggiunta di qualche acciuga nel soffritto e, ovviamente, con le orecchiette fatte in casa.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: