ViaggiNews

Porti più belli del mondo: ecco quali sono

giovedì, 10 novembre 2016

Barcellona, porto (Wikicommons)

Barcellona, porto (Wikicommons)

Porti più belli del mondo. Tra le città portuali nel mondo ce ne sono alcune che appaiono più affascinanti e belle di altre. Che siano molto antiche, grandi o abbiano edifici caratteristici, ogni porto ha le sue particolarità che lo distinguono dagli altri e contribuiscono a renderlo unico ed interessante. Vediamo qui sotto una rassegna dei porti più belli del mondo. Luoghi da visitare durante il vostro viaggio in città oppure dove approdare durante una crociera.

I porti più belli del mondo

Ecco un elenco dei porti più belli del mondo, tra città storiche e metropoli moderne.

Porto di Barcellona

Porro di Barcellona ( Jorge Láscar, CC BY 2.0, Wikicommons)

Porro di Barcellona (Jorge Láscar, CC BY 2.0, Wikicommons)

Il porto di Barcellona ha una storia antichissima, risalente a 2000 anni fa. E’ un importante porto commerciale e turistico ed è suddiviso in tre zone: Port Vell, il porto vecchio, l’area commerciale e quella logistica. Il porto di Barcellona è in continua espansione. Da visitare soprattutto il Porto Vecchio, dove sono ospitate le barche a vela e dove si trova lo spettacolare Acquario di Barcellona.

Porto di Genova

Porto di Genova, la Lanterna (Twice25, CC BY 2.5, Wikicommons)

Porto di Genova, la Lanterna (Twice25, CC BY 2.5, Wikicommons)

Il Porto di Genova è il più grande d’Italia. Imperdibile per ttuti gli amanti delle aree portuali. Da vedere è soprattutto la zona del Porto antico, che è diventato con il tempo un importante polo turistico, fieristico e culturale. Qui, oltre ad alcune aree adibite a porto per pescherecci e a porticciolo per imbarcazioni private, si trovano musei, centri commerciali, hotel, bar, ristoranti, locali notturni, negozi, biblioteche, centri sportivi, una grande piazza per le feste, l’ascensore panoramico Bigo e su tutti l’Acquario di Genova.

Porto di Spalato

Spalato e il porto dall'alto (Wikicommons)

Spalato e il porto dall’alto (Wikicommons)

Spalato è un importante città marittima della Dalmazia, regione storico geografica della Croazia, che si estende fino al Montenegro e che per secoli è stata sotto il dominio della Repubblica di Venezia. Il porto di Spalato è importante dal punto di vista commerciale e turistico per i collegamenti con le altre città dell’Adriatico, soprattutto con Ancona, e per i collegamenti con le isole dalmate.

Porto di Amburgo

Amburgo, Speicherstadt (iStock)

Amburgo, Speicherstadt (iStock)

Il porto di Amburgo è il più importante della Germania e il terzo d’Europa, dopo Rotterdam e Anversa. Oltre alla sua importanza commerciale, merita di essere menzionata la parte storica, antistante al centro cittadino, nella zona di Speicherstadt, un complesso di magazzini in mattoni rossi molto alti, attraversati da canali, e costruiti su palafitte come i palazzi di Venezia. Il complesso di Speicherstadt è un’attrazione turistica, un’area monumentale protetta e dal 2012 anche Patrimonio Unesco.

Bordeaux – Port de la Lune

Bordeaux, Port de la Lune (Oliwan, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Bordeaux, Port de la Lune (Oliwan, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Il Port de la Lune è il porto della città francese di Bordeaux sul fiume Garonna. E’ stato chiamato Porto della Luna perché in quel punto il fiume disegna un’ansa che assomiglia ad una falce di luna crescente. E’ un punto molto caratteristico della città e le sue banchine, insieme alle altre parti del centro storico che si affacciano sul fiume, come il famoso Palais de Bourse, sono stati riconosciuti Patrimonio dell’umanità dall’Unesco,

Porto di Città del Capo

Città del Capo, Porto (Andreas Tusche, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Città del Capo, Porto (Andreas Tusche, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Anche Città del Capo, in Sudafrica ha un porto molto caratteristico. Qui, circondati dalle montagne sorgono sull’acqua molti edifici risalenti all’epoca coloniale che conferiscono un aspetto romantico a tutta la zona.

Porto di Rotterdam

Rotterdam, porto (Mlefter, C BY-SA 3.0, Wikicommonbs)

Rotterdam, porto (Mlefter, C BY-SA 3.0, Wikicommonbs)

Il porto di Rotterdam è il più grande d’Europa. Le sue dimensioni sono talmente ampie che anche dall’alto non si riesce a vedere tutto. Per questo motivo si divide in molti settori. E’ importante per lo smistamento delle navi cargo, con zone vastissime dove vengono depositati i container. A parte alcune aree adibite a porticciolo per le imbarcazioni da diporto, non presenta scorci partic0olarmente pittoreschi, ma le sue dimensioni sono comunque spettacolari. La parte più caratteristica è quella del centro con il ponte Erasmusburg.

Hong Kong, Victoria Harbour

Hong Kong, Victoria Harbour (Diego Delso, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Hong Kong, Victoria Harbour (Diego Delso, CC BY-SA 3.0, Wikicommons)

Anche Hong Kong ha un importante porto commerciale a livello mondiale, da qui partono molte navi container con prodotti Made in China. La sua profondità lo rende ideale per ospitare le grandi navi. E’ uno dei porti più trafficati al morto sia per trasporto merci che per quello dei passeggeri. Particolarmente suggestiva è la vista dall’alto sulla zona centrale di Victoria Harbour, circondata dai grattacieli.

Porto di New York

New York, terminal traghetti a Lower Manhattan (Daniel Schwen, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

New York, terminal traghetti a Lower Manhattan (Daniel Schwen, CC BY-SA 3.0, Wikipedia)

In questo elenco non poteva mancare ovviamente il porto di New York, uno dei porti naturali più grandi del mondo. La parte più ampia comprende la confluenza di fiumi, baie ed estuari condivisi tra la città di New York e quelle del New Jesrey affacciate sul fiume Hudson, mentre la parte strettamente cittadina riguarda la Upper Bay di New York, compresa tra Lower Manhattan e il Ponte di Verrazzano e dominata dalla Statua della Libertà.

Porto di Venezia

Venezia, Canale della Giudecca, in fondo il porto ( Jean-Pierre Dalbéra, Wikicommons)

Venezia, Canale della Giudecca, in fondo il porto ( Jean-Pierre Dalbéra, Wikicommons)

Per concludere, segnaliamo la città marittima per eccellenza, Venezia, che conserva ancora un fascino immutato nel tempo. Il porto storico di Venezia si trovava nel Bacino di San Marco, davanti alla celeberrima e più importante omonima piazza cittadina. Il bacino è compreso tra il Canal Grande il canale della Giudecca e quello del Lido. Qui si affacciano oltre al molo di Piazza San Marco, la riva degli Schiavoni, l’isola di San Giorgio Maggiore e la punta della Dogana, con la sua Palla d’Oro. In epoca moderna si rese necessaria la realizzazione di un nuovo porto, vicino alla stazione ferroviaria. Così a fine Ottocento fu costruita la nuova Stazione Marittima nel sestiere di Santa Croce, all’estrema imboccatura occidentale del canale della Giudecca. Alla Stazione Marittima oggi approdano i traghetti e le navi da crociera, che entrano in porto attraversando il canale della Giudecca, non senza polemiche. Il porto industriale e commerciale, invece è sulla terraferma a Marghera.

Port de la Lune – Bordeaux

Tags:

Altri Articoli Interessanti: