ViaggiNews

Viaggi del 2017: le mete più belle ed economiche dove andare

sabato, 5 novembre 2016

Ait Ben Haddou, Marocco (iSTock)

Ait Ben Haddou, Marocco (iSTock)

Viaggi del 2017. Nuovi consigli per i vostri viaggi del 2017. In questi giorni vi abbiamo proposto le nuove classifiche Best in Travel 2017 della guida Lonely Planet, con tutti i suggerimenti sulle destinazioni di viaggio per l’anno prossimo. Dopo avervi segnalato i migliori Paesi, le migliori città e regioni, ora vi segnaliamo invece le mete più convenienti.

Viaggi del 2017: ecco le mete più economiche dove andare

Di seguito la top 10 della guida Lonely Planet sulle mete più convenienti per il 2017 per i vostri viaggi del 2017.

10. Penisola Superiore, Michigan, Stati Uniti

Penisola Superiore, Stato del Michigan, Usa (iStock)

Penisola Superiore, Stato del Michigan, Usa (iStock)

Nella zona dei Grandi Laghi, al confine stra Stati Uniti e Canada ci sono delle vere e proprie meraviglie della natura. Ampie distese d’acqua, fari solitari, spiagge selvagge e boschi che arrivano fin sul bordo del lago. Qui si trova l’America profonda, fatta di caratteristici paesini di pescatori. Venire qui non costa nemmeno troppo e secondo la Lonely Planet la meta ideale è la Penisola Superiore del Michigan, quella che confina a est con le acque del Canada e a ovest, sulla terraferma, con il Wisconsin. Un tratto di terra che segna le coste meridionali del Lago Superiore e confina a sud con i laghi Michigan e Huron. La Penisola Superiore, o Upper Peninsula, è un luogo di straordinaria bellezza paesaggistica e i suoi prezzi contenuti dipendono dal fatto che è soprattutto una meta destinata al turismo locale, dunque fuori dai grandi circuiti internazionali, ma tutta da scoprire. I prezzi dunque sono ragionevoli, non c’è affollamento di turisti e l’atmosfera è tranquilla e informale, con l’ospitalità tipica delle zone di provincia americane. Da vedere le innumerevoli cascate e i vecchi fari affacciati sui laghi.

9. Bellarine Peninsula, Australia

Point Lonsdale, Penisola Bellarine, Australia (iStock)

Point Lonsdale, Penisola Bellarine, Australia (iStock)

Un’altra pittoresca penisola, questa volta dall’altra parte del mondo, in Australia. Nel sud del Paese, nello Stato di Victoria, chiude la baia di Melborne (Port Phillip Bay), la Penisola Bellarine. Una meta molto amata per i weekend dagli abitanti di Melbourne, con scenari naturalistici bellissimi. Anche qui troviamo spiagge selvagge, promontori ventosi e suggestivi fari. Da vedere le città storiche di Queenscliff e Portarlington, e il faro di Point Lonsdale, nel promontorio d’ingresso alla baia. Procedendo verso est, lungo la panoramica Great Ocean Road, si può ammirare una vista spettacolare sull’Oceano, fino ad arrivare ai Dodici Apostoli, i faraglioni in serie che spuntano dal mare davanti alla costa, una delle meraviglie dell’Australia da non perdere.

8. Russia

Il Palazzo di Caterina a San Pietroburgo (iStock)

Il Palazzo di Caterina a San Pietroburgo (iStock)

Tra le destinazioni low cost del viaggi del 2017 c’è anche la Russia. La crisi economica, con la svalutazione del rublo, ha reso più conveniente viaggiare nel Paese e con un po’ di accortezza, optando per le diverse offerti di voli low cost ed evitando i grandi alberghi più costosi, potete fare un viaggio bellissimo, un tempo impensabile. Conviene approfittare l’anno prossimo, perché nel 2018 con i Mondiali di Calcio i prezzi molto probabilmente saliranno. Oltre alla classica Mosca, da visitare senza esitazioni è la bellissima San Pietroburgo, splendida e romantica città sui canali.

7. Marocco

Medina di Marrakech (iStock)

Medina di Marrakech (iStock)

Il Marocco è da sempre una meta di viaggio economica, esotica ma vicina a noi. Conviene dunque approfittare per visitare un mondo così diverso dal nostro ma affascinante e ricco di sorprese. Il Marocco è una meraviglia di luci, colori, sapori e contrasti. Un Paese ricco di storia e cultura, dove scoprire città stupende come Marrakech, ma anche addentrarsi più all’interno, in una visita alle città antiche e ai siti archeologici, come quello di Ait Ben Haddou, patrimonio dell’Umanità Unesco. Da non perdere poi i tradizionali mercati. Il Marocco è poi uno dei 20 migliori Paesi del mondo dove viaggiare secondo i lettori di Condé Nast Traveller.

6. Belize

Belize (iStock)

Belize (iStock)

Tornando nel continente americano, un’altra meta low cost da non perdere è il Belize. Piccolo Stato del Centroamerica, tra Messico e Guatemala, affacciato sul Mar dei Caraibi, il Belize offre fantastiche spiagge tropicali di sabbia bianca, bagnate da acque turchesi e circondate da palme. Non solo, il suo entroterra è ricoperto di giungle e rigogliose foreste dove ammirare una varietà di flora e fauna eccezionale. Il territorio del Belize è poi disseminato di siti archeologici dell’antica civiltà Maya, come quello celebre di Caracol. I resort sulla spiaggia nelle località più famose sono costosi, ma basta scegliere per le città del sud, meno conosciute.

5. Debrecen, Ungheria

Debrecen, Ungheria (iStock)

Debrecen, Ungheria (iStock)

Debrecen, in Ungheria, è una città tutta da scoprire. Meta forse meno conosciuta della capitale Budapest, è comunque la seconda città del Paese e un centro molto interessante, ricco di cultura e bellissimi edifici, come quelli che si affacciano sulla piazza del Municipio. Ha un tipico aspetto di città storica dell’est europeo, ma è anche aperta alle influenze contemporanee, con grande attenzione per l’arte moderna, le mostre e gli eventi culturali. In estate si tengono diversi festival e feste all’aperto. E’ la meta di viaggio più economica dell’Ungheria ed è collegata al resto d’Europa con diversi voli low cost. Debrecen, poi, sorge ai margini della suggestiva pianura ungherese, la puszta.

4. Venezia, Italia

Venezia

Venezia (Thinkstock)

Venezia non ha bisogno di grandi presentazioni, la città dei Dogi, la più bella del mondo di quelle che sorgono tra canali e corsi d’acqua, è la meta di viaggio sognata in tutto il mondo. Sembra incredibile che possa essere definita una destinazione low cost, addirittura ai vertici della classifica della Lonely Planet, eppure con qualche accortezza è possibile visitare la città lagunare senza spendere un occhio della testa. Eppure il moltiplicarsi di sconti e promozioni da parte degli hotel e soprattutto il boom di Bed and Breakfast che molti veneziani hanno aperto in casa, così come le case affittate su Airbnb, consentono un soggiorno in città a prezzi convenienti. Attenzione, però, il turismo di massa sta mettendo in ginocchio la città e da poi parti si invocano provvedimenti per preservarne la fragile bellezza. Non è escluso che in un futuro prossimo possano essere introdotte restrizioni alle visite o tasse di ingresso.

3. Porto, Portogallo

La città vecchia di Porto (Sean Pavone, iStock)

La città vecchia di Porto (Sean Pavone, iStock)

La stupenda città di Porto, in Portogallo, è una meta di viaggio bellissima ed economica. Il suo centro storico di casette colorate affacciate sul vecchio porto, rendono questa città un luogo imperdibile. Eppure è una meta fuori dal grande turismo di massa, nonostante i prezzi convenienti per dormire e mangiare e le numerose compagnie aree low cost che la collegano al resto d’Europa. A Porto si mangia bene e si possono visitare cantine tradizionali con un’atmosfera davvero unica. Caratteristico il giro sui tram d’epoca e godibili le visite a musei e monumenti. Anche le numerose escursioni organizzate per visitare i dintorni della città sono abbordabili. Insomma, non ci sono scuse per visitare Porto.

2. Namibia

Namibia, Sossusvlei, Naukluft National Park (iStock)

Namibia, Sossusvlei, Naukluft National Park (iStock)

Un’altra meta low cost per i vostri viaggi del 2017 è lo Stato africano della Namibia. Affacciata sull’Oceano Atlantico e compreso tra l’Angola, il Botswana e il Sud Africa, la Namibia offre scenari naturali mozzafiato, tra coste selvagge e deserti di suggestive dune di sabbia. Nel deserto di Sossusvlei si può addirittura scivolare dalle dune con la tavola da surf. Sono comunque moltissimi i posti da vedere qui, come avvistare gli animali selvatici del deserto nell’Etosha National Park.Da non perdere poi lo spettacolo delle notti stellate, in luoghi dove l’inquinamento luminoso è sconosciuto. Voli economici partono dall’Europa e da Francoforte, per risparmiare è consigliato viaggiare fuori dai periodi delle vacanze scolastiche.

1. Nepal

Annapurna, dal villaggio di Ghnadruk, Nepal (iStock)

Annapurna, dal villaggio di Ghnadruk, Nepal (iStock)

Il Nepal era già incluso in un’altra classifica di Best in Travel 2017 di Lonely Planet, quella dei Paesi da visitare nel 2017, piazzandosi al 5° posto. Qui, invece, nella classifica delle mete più convenienti del 2017 è al primo posto. Il bellissimo Paese circondato dalle vette della catena dell’Himalaya offre uno degli scenari naturali più suggestivi al mondo. Un vero e proprio paradiso per scalatori e appassionati di trekking, con percorsi organizzati. Il Paese si sta riprendendo dopo il violentissimo terremoto della primavera del 2015, che purtroppo ha distrutto alcuni dei templi e antichi edifici della capitale Katmandu, e anche il numero dei visitatori è in ripresa. Una circostanza che non può che fare bene all’economia di un Paese molto povero. Il Nepal è un Paese tutto da scoprire, tra antiche città e vette spettacolari, come la montagna di Machapuchare, già inserita sempre dalla guida Lonely Planet nella lista dei luoghi sperduti del mondo da visitare nel 2016.

Viaggi del 2017: Nepal – VIDEO

Tags:

Altri Articoli Interessanti: