ViaggiNews

Guida di Milano: tutto quello che c’è da sapere sulla città dei navigli

giovedì, 20 ottobre 2016

guida di milano

Milano, Piazza Duomo (iStock)

Guida di Milano. Capoluogo della Lombardia, capitale commerciale d’Italia e città della moda, Milano è sempre più votata ad una vocazione internazionale. Merito anche dell’Expo del 2015 che ha attirato molti visitatori da tutto il mondo e l’ha fatta salire tra le mete turistiche da scoprire nel mondo. Sempre più viaggiatori stranieri sono interessati alla città. Del resto, affari, moda e cultura si sono sempre incontrati a Milano. Dalla maison Armani al Cenacolo di Leonardo, passando per il maestoso Duomo, le vie eleganti, le boutiques di abbigliamento, i musei e i locali per l’happy hour, la città offre varie e numerose attrattive.

Qui si trova l’unico hotel a 7 stelle del mondo, almeno secondo la certificazione ufficiale della prestigiosa Société Générale de Surveillance (Sgs), società svizzera leader mondiale nei servizi di certificazione.

Fondata dagli insubri nel VI secolo a.C. fu poi conquistata dai Romani nel 222 a.C. e chiamata Mediolanum. La città di Milano è sempre stata una importante città europea. L’apice dell’importanza politica e dello splendore lo ha raggiunto nel Rinascimento sotto gli Sforza, durante l’epoca del Ducato di Milano. Nei secoli la città è stata sotto dominazione francese, spagnola e austriaca, fino all’Unità d’Italia.

Milano è la città dove Leonardo da Vinci ebbe modo di esprimere il suo genio, dove Alessandro Manzoni ha scritto e ambientato “I promessi sposi”, il più importante romanzo italiano, dove è stata dichiarata la fine della Seconda guerra mondiale in Italia e dove sono nate tutte le principali tendenze della moda e del design dei nostri giorni.

guida di milano

Milano, Naviglio Grande (iStock)

Guida di Milano: cosa vedere e cosa fare

La prima cosa che tutti vanno a vedere appena arrivati a Milano è il Duomo. L’imponente cattedrale gotica che sorge nel cuore della città, affacciata sull’omonima piazza. L’ingresso da qualche tempo è a pagamento. Si fa il biglietto all’ingresso della cattedrale, ma per evitare lunghe code è preferibile prenotarlo sul web. A pagamento è anche la salita alle terrazze e l’ingresso all’area archeologica, sono previsti biglietti cumulativi. L’ingresso al pubblico al Duomo è dalle 8 alle 19, alle terrazze dalle 9. Informazioni: www.duomomilano.it .

Usciti dal Duomo è d’obbligo un giro per la piazza, sotto i portici che la costeggiano e soprattutto nella Galleria Vittorio Emanuele II, dove eseguire il rito scaramantico dei tre giri sul tallone sopra lo stemma del toro, al centro della Galleria, uno dei luoghi porta fortuna nel mondo. Qui potete guardare le vetrine di diverse boutique di lusso, fare una tappa nei grandi negozi di libri e musica e sedervi negli storici caffè. Dopo la visita in Galleria sta a voi decidere se prendere la strada per Piazza della Scala, dove si trovano Palazzo Marino sede del Comune di Milano e il Teatro alla Scala, oppure uscire su Corso Vittorio Emanuele II dove si trovano tanti altri negozi, soprattutto di abbigliamento,  e il grande magazzino di lusso La Rinascente, che deve il nome a Gabriele D’Annunzio. Corso Vittorio Emanuele II arriva fino a piazza San Babila, altro centro nevralgico cittadino, dove si trova la Torre Snia Viscosa, primo grattacielo della città. Sulla piazza di affacciano la basilica romanica di San Babila e il Palazzo del Toro, nei cui sotterranei ha sede il Teatro Nuovo.

Uscendo da piazza San Bablia, andando verso corso Venezia, si trova il famoso Quadrilatero della moda, il quartiere delle boutique delle grandi firme, delimitato da corso Venezia, appunto, via della Spiga, Via Manzoni e la celebre via Montenapoleone. Via Manzoni è un’importante arteria milanese che va da piazza della Scala  a piazza Cavour, dalla quale è separata dagli archi di Porta Nuova. Qui, oltre ai negozi eleganti si trovano il Teatro Manzoni e il Museo Poldi Pezzoli.

Nella parte nord-orientale del centro di Milano troviamo lo storico quartiere di Brera, con la Pinacoteca di Brera, dove sono conservati numerosi capolavori del Rinascimento, che ha sede negli edifici dell’Accademia di Belle Arti. Adiacenti sorgono l’Osservatorio astronomico e il Museo del Risorgimento. Pinacoteca di Brera info: pinacotecabrera.org

Spostandoci più a est troviamo il Piccolo Teatro Strehler e l’imponente Castello Sforzesco,  con la fontana antistante e la grande corte interna. L’ingresso alla corte è libero, mentre sono a pagamento i musei nell’edificio, con un biglietto unico. Qui è custodita la Pietà Rondanini di Michelangelo. Informazioni www.milanocastello.it.
Dietro al Castello Sforzesco si trova il Parco Sempione, con l’Arco della Pace, il Palazzo della Triennale, l’Arena Civica Gianni Brera, l’Aqcuario Civico e la Torre Branca dove salire per ammirare il panorama sulla città. Info: www.museobranca.it/torre-branca.

Guida di Milano Castello Sforzesco

Castello Sforzesco, Milano (iStock)

Scendendo verso la parte est della città troviamo piazzale Cadorna, snodo ferroviario del trasporto urbano. Proseguendo, sempre a est su corso Magenta troviamo la chiesa di Santa Maria delle Grazie, dove nell’edificio accanto, ex refettorio della chiesa, si trova il Cenacolo vinciano. L’affresco dell’Ultima Cena di Leonardo da Vinci è visitabile solo su prenotazione, con largo anticipo. Per informazioni a questa pagina.
Più a sud troviamo il Museo della Scienza e della Tecnica Leonardo Da Vinci e la storica Basilica di Sant’Ambrogio, in stile romanico, iniziata nel IV secolo dal  vescovo di Milano Ambrogio, completata nell’XI secolo. Info: www.basilicasantambrogio.it.

Altre zone da vedere in centro sono le Colonne e la Basilica di San Lorenzo, in Corso di Porta Ticinese,in fondo al quale, vicino Porta Ticinese, si trova la basilica di Sant’Eustorgio. Poi la loggia di Piazza dei Marcanti, vicino al Duomo, la chiesa di Santa Maria presso San Satiro, in via Torino.

Infine da non perdere sono le mostre a Palazzo Reale: www.palazzorealemilano.it

Lifestyle e vita notturna

Milano è sinonimo di moda e tra le cose da fare in città non si può non pensare allo shopping. Senza bisogno di spendere una fortuna nei negozi alla moda, trovate moltissimi outlet anche in centro con capi di abbigliamento a prezzi scontati, ma anche boutique con promozioni e sconti da prendere al volo.

Una volta si parlava di Milano da bere. Anche se quell’epoca è terminata, la città offre tanti ottimi locali per cocktail e aperitivi. L’happy hour in Italia è nato qui. I locali più alla moda li trovate in zona Navigli, lungo corso di Porta Ticinese e su Corso di Porta Romana.

Infine, la nuova zona di ritrovo dei milanesi è la nuova Darsena, completamente ristrutturata per Expo. Qui trovate bar e ristoranti e molte attività all’aperto, anche per bambini.

Dove e cosa mangiare

I piatti classici della cuna milanese sono il risotto allo zafferano e la cotoletta fritta, che potete gustare nei ristoranti tipici. Milano però è anche una città multietnica e trovate piatti da tutto il mondo: dalla cucina cinese, a quella giapponese, indiana, thailandese, vietnamita, russa, senza dimenticare quella francese, ne trovate davvero per tutti i gusti. Milano, poi, ha una storica emigrazione dal sud Italia e trovate ottimi ristoranti di cucina napoletana, siciliana e pugliese. Insomma, non solo pizzerie e fast food.

Guida di Milano: informazioni pratiche

Come arrivare e muoversi

Milano è servita da due aeroporti, quello di Linate, per i voli interni e alcuni europei, e quello di Malpensa, per i voli internazionali. Se non avete bisogno dell’auto, l’ideale è arrivare in città in treno. Alla Stazione Centrale arrivano tutti i principali treni d’Italia ed è servita molto bene dall’alta velocità.

In centro ci si sposta con la metropolitana, i tram o gli autobus della linea urbana. Si acquista il biglietto unico dell’ATM. Se dovete spostarvi molto acquistate il giornaliero. Info: www.muoversi.milano.it

Se vi spostate in automobile, attenzione all’Area C, si tratta della zona centrale della città, alla quale nei giorni feriali si accede solo con un ticket a pagamento. Per info: qui.

Guida di Milano: info Turismo – VIDEO

Tags:

Altri Articoli Interessanti: