ViaggiNews

Le 5 città italiane più spaventose per la festa di Halloween

venerdì, 7 ottobre 2016

Istock by Getty Images

Istock by Getty Images

Le cinque città italiane più spaventose per Halloween ormai è diventata una festa anche italiana. Fino a poco tempo fa erano ancora pochi a travestirsi da streghe o da zombie: ora spuntano eventi a cui partecipare durante il 31 ottobre. C’è invece chi ne approfitta per mangiare chili di zucca declinata nei classici dolcetti “spaventosi” come i cupcake mummia o con sopra dei biscotti a forma di ragno.

Se invece non siete degli amanti dei dolci, ma del brivido e Dario Argento è il vostro migliore amico Halloween è certamente la vostra festa. E quale miglior modo di festeggiarla se non visitando dei luoghi che mettono paura ai più, ma in cui voi vi sentite a vostro agio? Ecco allora le 5 città italiane più spaventose da visitare.

Le città perfette per Halloween 

Istock by Getty Images

Istock by Getty Images

Craco, Matera. Si tratta di un paese abbandonato dal 1963 a causa di una frana che distrusse il centro storico. Inoltre, secondo alcuni appassionati di fantasmi, Craco è abitato da vecchie presenze, che si manifestano con urla, voci e rumori strani.

Dal web

Dal web

Poveglia, Lazzaretto della morte nera. Poveglia è un’isola che si trova nel veronese. Se alla luce del giorno appare anche carina, in realtà nasconde una storia raccapricciante. Nel ‘700 infatti fu trasformata in un lazzaretto per gli ammalati di peste e successivamente venne costruito un ospedale psichiatrico. Qui, secondo leggenda, un medico decisamente pazzo infliggeva torture ai suoi pazienti, prima di togliersi lui stesso la vita. Vista la sua storia  l’isola è infatti chiusa ai visitatori.

Istock by Getty Images

Istock by Getty Images

Ex Manicomio Mombello, Limbiate. Si tratta di una lussuosa villa di  Ferdinando IV di Borbone, già quartier generale di Napoleone, poi diventato ospedale psichiatrico che conteneva oltre 3000 pazienti (anche se la capienza limite era di 900). Anche qui si narra che si praticassero oltre a lobotomie, esperimenti non autorizzati sui pazienti che poi venivano buttati in un pozzo alto trenta metri. Pare inoltre che il manicomio nasconda dei passaggi segreti.

Istock by Getty Images

Istock by Getty Images

Ponte del Diavolo, Mozzano (Lucca). Il ponte della Maddalena è appunto noto come “il ponte del diavolo”. Leggenda narra infatti che il capomastro che lo doveva costruire si accorse di non farcela in tempo, così il diavolo gli propose uno scambio. Lucifero avrebbe terminato il ponte, ma avrebbe preso l’anima della prima persona che lo avrebbe attraversato.

Istock by Getty Images

Istock by Getty Images

Parco dei Mostri, Viterbo. Si tratta di un bosco in cui ci sono diverse sculture di mostri create  dal principe Vicino Orsini. Costruito nel 1552, il parco contiene inquietanti  draghi, elefanti, divinità antiche e persino una casa pendente che, si dice, di notte prendano vita.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: