ViaggiNews

Gite d’autunno. Gli itinerari italiani per raccogliere le castagne

giovedì, 6 ottobre 2016

castagne

iStock

L’autunno purtroppo è già arrivato. Sembra ieri che si scorrazzava sulla spiaggia a piedi nudi, in costume, a ritmo di musica leggera e invece. Ora siamo qui, con i nostri primi abiti coprenti, il raffreddore e le estremità gelate per il brutto tempo.

Bella immagine vero? Scherzi a parte, l’autunno può essere invece una stagione molto romantica. Le chiome degli alberi si riempiono di colori accesi, passando dal giallo, al marrone al rosso. Il fenomeno del foliage merita davvero qualche bella gita fuori porta, ma non è solo quello che vi deve spingere a uscire di casa.

Un’altra ragione sono sicuramente i frutti dell’autunno. Quei prodotti meravigliosi che si possono trovare solo in questa stagione: un esempio sono le castagne. Rotonde, lucide e assolutamente saporite si possono impiegare in moltissime preparazioni in cucina, sia dolci sia salate. E quali sono i migliori posti in Italia dove andare a raccoglierle?

Castagne: dove andare a raccoglierle in Italia 

Mugello castagna

Istock by Getty Images

Mugello, Toscana nella provincia di Firenze. Questi marroni croccanti, dolci e dalla polpa bianca sono perfetti per le caldarroste, marron glacé e per la tipica torta di marroni di Marradi. Proprio qui ogni fine settimana si svolge la feria del marrone. Se volete raccoglierle, potete rivolgervi all’Associazione Marrone del Mugello IGP, oppure contattare le aziende agricole che aderiscono all’Associazione Strada del Marrone del Mugello di Marradi.

Cuneo castagne

istock by Getty Images

Cuneo: potete raccoglierle in questa zona del Piemonte, nella provincia di Cuneo, tra il Po e il Tanaro. Se invece non volete raccoglierle ma solo mangiarle, dal 14 al 16 ottobre si svolge la Fiera nazionale del Marrone proprio qui a Cuneo.

Istock by Getty Images

Istock by Getty Images

Val di Susa.  Qui si possono trovare ben cinque tipologie di marroni che vengono coltivati dalla notte dei tempi in questa zona del Piemonte. Nello specifico sono il marrone di San Giorio di Susa, il marrone di Meana di Susa, il marrone di Sant’Antonino di Susa, il marrone di Bruzolo e il marrone di Villar Focchiardo. Si tratta di castagne grandi, saporite e croccanti che si possono raccogliere rivolgendosi alla comunità montana della Val di Susa e Val Sangone.

Istock by Getty Images

Istock by Getty Images

San Zeno, Lago di Garda.  Anche qui si trova una qualità di marrone davvero eccezionale, al punto tale da essere  protetto dal  Consorzio di Tutela del Marrone di San Zeno. Sul sito del consorzio si possono trovare tutte le informazioni turistiche e gastronomiche di questo mese di raccolta.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: