ViaggiNews

Cammino di San Francesco: sugli Appennini immersi nella natura

martedì, 4 ottobre 2016

Assisi (Flavio Vallenari, iStock)

Assisi (Flavio Vallenari, iStock)

Ci sono luoghi d’Italia che hanno una magia particolare, in cui si respira un clima diverso, che donano un profondo senso di pace e serenità. Sono luoghi intrisi di spiritualità e ciò va al di là della Fede di ognuno. Provate a passeggiare per Assisi e fermatevi davanti alla Basilica guardando il tramonto. Oppure andate all’Eremo delle Carceri, sedetevi lì in mezzo al bosco, dove il poverello di Assisi ha passato tanti dei suoi giorni. O ancora andate al Convento di San Benedetto a Subiaco, osservate l’immensità della Natura. Ecco, in luoghi come questi sentireste un senso di spiritualità pervadervi e gli squilibri della vostra vita cambiare.

Ma per chi ama camminare e stare nella natura, per chi cerca nel cammino un viaggio verso se stessi o verso Dio, in Italia è possibile compiere alcune degli itinerari più belli. Non c’è infatti solo il noto Cammino di Santiago, che da Saint Jean Pied de Port porta a Santiago de Compostela, per chi ha voglia di camminare lungo vie importanti della nostra Storia e piene di spiritualità, ci sono dei bellissimi cammini.

Il percorso di San Francesco: da La Verna a Greccio

Uno di questi è la via di San Francesco da La Verna a Greccio, uno dei cammini religiosi più importanti d’Italia ed è un cammino che offre l’opportunità di ammirare la natura splendida e rigogliosa degli Appennini di Toscana, Umbria e Lazio. Il punto di arrivo per molti è Assisi che si trova all’incirca a metà strada fra La Verna e Greccio. Il cammino può essere infatti intrapreso da nord (La Verna-Assisi-Greccio) o viceversa da sud risalendo verso la Toscana passando per l’Umbria.

Dal Santuario de La Verna ad Assisi sono circa 190 km, suddivisibile in 8 tappe. Da Assisi a Greccio sono circa 168 km suddivisibili in 10 tappe

Il percorso inizia in Toscana sul Monte La Verna, un monte ricoperto da una foresta di faggi e abeti, con  una spettacolare vetta (mt 1283) tagliata in tre parti. Qui, si trova il grande complesso del Santuario che custodisce tesori di arte e cultura, e qui in questo luogo San Francesco riceve nel 1224 le stimmate dal Signore.

Dal Santuario scendete giù per i sentieri di montagna fino Pieve Santo Stefano e poi da qui proseguite – questa è una tappa impegnativa di ben 36 km –  verso Sansepolcro, il bel borgo al confine tra Toscana, Umbria e Marche. Scendendo verso Sud si arriva a Città di Castello facendo tappa a Citerna, poi  Pietralungo, la splendida Gubbio, ValFabbrica e poi finalmente Assisi (qui tutte le info sulla città natale di San Francesco).

I più allenati a questo punto continueranno il cammino verso sud passando per Trevi, Spoleto, Ceselli, Arrone e giù passando attraverso l’incantevole natura delle Marmore fino a Piediluco. Da qui la tappa fino a Poggio Bustone, che molti considerano la fine del percorso. Qui d’obbligo visitare il Santuario ed il Convento. In molti però poi proseguono fino a Greccio. Affacciato sulla conca in questo delizioso borgo medioevale si erge uno dei quattro eremi eretti da San Francesco nella Valle Santa (gli altri sono quello di Fonte Colombo, della Foresta e di Poggio Bustone).

 

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: