ViaggiNews

Questa coppia decide di lasciarsi prima del matrimonio: il perché vi sorprenderà

martedì, 27 settembre 2016

Instagram

Instagram

Molte coppie decidono di aspettare il proprio viaggio di nozze per poter realizzare il sogno di andare in posti sconosciuti. Per Amy Seder e Brandon Burkley, una coppia newyorkese in procinto di compiere il grande passo, però le cose sono andate diversamente. La coppia stava infatti insieme da diversi anni, entrambi avevano un lavoro sicuro, insomma tutto un avvenire sicuramente certo, ma forse troppo prevedibile. Proprio il giorno in cui i due dovevano andare a comprare gli anelli per il giorno del “Sì”, si sono ritrovati a sorseggiare un bicchiere di vino e a chiedersi se il matrimonio fosse veramente ciò che volevano. E la risposta è stata sorprendente.

Si lasciano prima del matrimonio per un motivo importante

Amy e Brandon hanno infatti deciso di non sposarsi più, ma non di lasciarsi. La coppia infatti voleva un nuovo inizio della propria storia e ha così pensato di aprire il capitolo successivo della loro relazione lasciando i rispettivi lavori e usando i soldi previsti per il matrimonio per cominciare a viaggiare attorno al mondo. La coppia ormai è in giro da un anno e si dichiara parecchio soddisfatta, iniziando a fare anche un’attività lavorativa per mantenersi: attraverso un drone infatti crea video pubblicitari su richiesta.

Tutto bello quindi? Beh, non sempre. Le difficoltà infatti non mancano tra ritardi in aeroporto, intossicazioni alimentari e parecchio stress, anche se i due non tornerebbero mai alla propria vita newyorkese. “Prima di iniziare il viaggio ho inviato un messaggio a Brandon: ‘C’è un 30% di possibilità che odieremo questa scelta’”, racconta Amy all’Huffington Post, “E lui ha risposto “Credo che ci sia il 100% delle possibilità che ce ne innamoreremo”.

Una spinta davvero forte quella che incoraggia molte persone ad intraprendere un viaggio che non è solo un semplice viaggio, ma un modo per conoscere sé stessi e per testare le proprie capacità. In quanti riuscirebbero a farlo?

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: