ViaggiNews

Se avete paura dei terremoti ecco dove NON andare

martedì, 6 settembre 2016

Mappa sul rischio sismico mondiale (www.seismo.ethz.ch)

Mappa sul rischio sismico mondiale (www.seismo.ethz.ch)

Terremoti: il rischio sismico nel mondo. Abbiamo visto la mappa della pericolosità sismica in Italia, con le zone a più alto rischio sismico, in termini di conseguenze dannose. Ora vi segnaliamo le zone del mondo a più elevata pericolosità sismica e con il rischio sismico più elevato, per potenza dei terremoti, in zone particolarmente fragili e a scarsa prevenzione.

Nella mappa sopra sono indicate le zone del mondo a più elevata pericolosità sismica, ovvero con la più alta probabilità e intensità di terremoti.

Qui di seguito vi proponiamo un elenco, indicativo, dei luoghi e di Paesi del mondo a più elevato rischio sismico, dovuto non solo alla pericolosità sismica, ma anche e soprattutto alla maggiore probabilità di danni e conseguenze gravi. Luoghi da evitare se temete i terremoti.

Terremoti: i luoghi più pericolosi al mondo

1) Haiti

Getty Images

Getty Images

Il terremoto di magnitudo 7 avvenuto nella capitale Port-au-Prince il 12 gennaio del 2010 ha causato tra i 250mila e i 300mila morti. Un’ecatombe, dovuta soprattutto all’estrema povertà di Haiti, al suo isolamento, all’inadeguatezza dei soccorsi e ai gravi danni alle comunicazioni e infrastrutture provocati dal sisma. Un posto dove è meglio non stare in caso di terremoto.

2) Indonesia

Banda Aceh, Sumatra, Indonesia (iStock)

Banda Aceh, Sumatra, Indonesia (iStock)

In Indonesia, la parte più esposta ai terremoti è l’isola di Sumatra. Qui, il 26 dicembre del 2004, un terremoto di magnitudo 9.1 sulla scala Richter, avvenuto in mare, scatenò un terribile tsunami che causò 230mila morti solo in Indonesia. Sumatra è spesso colpita d violentissimi terremoti.

3) Nepal

Getty Images

Getty Images

Devastato dal terribile terremoto del 2015, il Nepal è un Paese ad alto rischio sismico per la scarsa prevenzione dovuta alla sua estrema povertà. Nel 2015 due violente scosse, una di magnitudo 7.9 tra Kathmandu e Pokhara il 25 aprile e l’altra di 7.4 nei pressi del Monte Everest il 12 maggio, hanno causato oltre 8mila morti.

4) Afghanistan

Hindu Kush, Afghanistan (Michal Hvorecky, CC BY 2.0, Wikicommons)

Hindu Kush, Afghanistan (Michal Hvorecky, CC BY 2.0, Wikicommons)

L’Afghanistan è un Paese dove si verificano frequenti terremoti, anche con effetti devastanti. Nel marzo del 2002 un sisma di magnitudo 6.1 ha provocato 1.000 vittime nella regione di Hindu Kush. L’ultimo nella stessa zona risale al 26 ottobre 2015, di magnitudo 7.7, con oltre 500 morti.

5) Iran

Teheran (iStock)

Teheran (iStock)

L’Iran è un’altra zona a elevato rischio sismico nel mondo. Qui si sono verificati terremoti violentissimi. Il più devastante, di magnitudo 7.4, ha provocato 40.000 morti nel Nord-ovest, il 21 giugno 1990. Le vittime negli ultimi terremoti, anche se di minore intensità, sono state in numero decisamente inferiore.

6) Pakistan

GettyImages

GettyImages

Con i vicini Afghanistan e Iran, il Pakistan forma una delle zone a più elevata pericolosità sismica al mondo. Anche qui i terremoti hanno conseguenze devastanti. Nell’ottobre del 2005, il terremoto del Kashimr, di magnitudo 7.6 causò 80.000 morti. L’ultimo più grave risale a fine settembre del 2013, quando nella regione del Belucistan due scosse, di magnitudo 7.8 e 6.8, provocarono più di 800 vittime.

7) Turchia
Terremoto-Turchia

Anche la Turchia è un Paese pericolosissimo per i terremoti e dove si sono verificate numerose vittime. Il più grave in epoca recente, a Izimit, con magnitudo 7.4, nell’agosto del 1999, ha causato oltre 17mila vittime. L’ultimo con alto numero di vittime risale all’autunno del 2011, quando due scosse colpirono la provincia di Van, una di magnitudo 7.2 causando otre 600 morti, e una di magnitudo 5.7 con 40 vittime.

8) Cina

Terremoto del Sichuan nel 2008 (iStock)

Terremoto del Sichuan nel 2008 (iStock)

Un’altra zona sismica del mondo altamente pericolosa è la Cina. Qui si verificano spesso terremoti disastrosi, che negli ultimi anni tuttavia hanno visto ridurre il numero delle vittime, grazie allo sviluppo economico del Paese e al miglioramento delle infrastrutture. Gli eventi sismici, però, continuano ad essere gravi. Quello recente più devastante è stato il terremoto del Sichuan del 12 maggio 2008 che con una magnitudo di 7.9 causò 70.000 morti. L’ultimo più grave è stato quello di Taiwan, del 5 febbraio 2016, con magnitudo 6,4 e 117 morti.

A caccia di terremoti dal canale YouTube del USGS – VIDEO

Tags:

Altri Articoli Interessanti: