ViaggiNews

Le 5 spiagge più nascoste della Sardegna

lunedì, 8 agosto 2016

    Istock by Getty Images Istock by Getty Images

Sardegna non è solo Costa Smeralda o i tradizionali posti turistici a cui tutti siamo abituati: l’isola è infatti caratterizzata da spiagge e calette nascoste che sono quelle più attraenti per i turisti. Paradisi incontaminati, fatti da spiagge bianche e mare cristallino circondato da natura selvaggia, ecco quali sono i luoghi della Sardegna da raggiungere per evitare il flusso turistico.

Le 5 spiagge più nascoste della Sardegna: calette e paradisi raggiungibili a pochi

Cala goloritze, Baunei, Sardegna. Istock

Cala goloritze, Baunei, Sardegna. Istock

Cala Goloritze, Baunei: acqua indaco che lambisce le rocce dalla forma particolare, questo luogo è perfetto dal riparo da sguardi indiscreti e per bagnanti che amano tuffarsi in acque cristalline. Per godere di tutta questa bellezza dovete armarvi infatti di coraggio: per raggiungere la cala infatti bisogna percorrere per circa un’ora una vecchia mulattiera usata un tempo dai lavoratori di carbone, con il sole a picco. Altrimenti potete arrivarci via mare da Cala Gonone o dalla spiaggia di Santa Maria Navarrese.

Cala Mariolu (Thinkstock)

Cala Mariolu (Thinkstock)

Cala Mariolu, Golfo di Orosei: si può raggiungere solo via mare – o in alternativa con un percorso di trekking non adatto a tutti – anche se è sempre affollata soprattutto nei fine settimane. Bellissime le grotte ci sono intorno, soprattuto quella del Fico, che si visita in barca o in canoa.

Istock by Getty Images

Istock by Getty Images

Cala Cipolla, Chia: si raggiunge a piedi, da Su Giudeu. Imperdibili i massi di granito rosa e i cespugli di ginepro. Se volete andarci aspettate la settimana: nel week end c’è più gente.

Istock by Getty Images

Istock by Getty Images

Cala Domestica, Carbonia-Iglesias: si trova a Buggerru, un tempo zona mineraria, come testimoniano gli edifici e i resti delle gallerie. Per raggiungere la caletta infatti bisogna attraversare proprio un’antica galleria, terminata la quale vi troverete di fronte ad uno scenario unico ricco di colori e profumi.

Spiaggia La Cinta a San Teodoro (Ratikova iStock)

Spiaggia La Cinta a San Teodoro (Ratikova iStock)

La Cinta, Tavolara: protetta da un parco marino, ci si può arrivare solo attraverso il mare essendo un’isola. Vicino a San Teodoro, c’è appunto la spiaggia di La Cinta, una bellissima striscia di sabbia circondata da ginepri e rosmarino, per un bagno davvero profumato.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: