ViaggiNews

Olimpiadi Rio 2016: 5 cose da sapere assolutamente

giovedì, 4 agosto 2016

RIO DE JANEIRO, BRAZIL - AUGUST 04:  The official logo for the Rio 2016 Olympics games displays during a press conference of Two Years to Go to the Rio 2016 Olympics Opening Ceremony on August 4, 2014 in Rio de Janeiro, Brazil.  (Photo by Buda Mendes/Getty Images)

Getty Images

Tra poco più di un giorno inizieranno le Olimpiadi di Rio 2016. Tantissima emozione per la squadra italiana – la cui portabandiera è Federica Pelligrini – visto che gli atleti qualificati sono ben 200! (la più giovane ha 17 anni). Rio è una città bellissima, fatta di colori, luci allegria, ma anche di molte contraddizioni come la grande povertà e le favelas. Scopriamo insieme le 5 cose da sapere assolutamente sulla città.

Olimpiadi Rio 2016: cosa non si può perdere di Rio 

Sugar Loaf Mountain, Tropical Forest and its cable car view from Urca Hill tramway station

Istock by Getty Images

Andare sulla cima del Pan di Zucchero: si tratta del colle situato su una piccola penisola all’interno della Baia di Guanabara di Rio. Si  raggiunge prendendo una funivia dalla quale vedere il panorama mozzafiato soprattutto al tramonto.

Cristo Redentore, Rio de Janeiro (GettyImages)

Cristo Redentore, Rio de Janeiro (GettyImages)

Vedere il Cristo redentore: in cima al Corcovado, è un’enorme statua di Gesù, simbolo della città. Si può raggiungere prendendo un trenino che sale la montagna e che si addentra nella vegetazione del Parco Nazionale di Tijunca.

Istock by Getty Images

Istock by Getty Images

Visitare il Lagoa Rodrigo de Freitas,  un’oasi naturale dove ci si può immergere in totale relax a due passi dal centro. La sera poi qui ci sono tanti piccoli locali per assaggiare la cultura locale.

View of Cobacabana beach days a lot of sun in the city with its line of apartments on the waterfront. In the background the hill da Gávea and the Two Brothers

Istock by Getty Images

Andare a  Copacabana: la più famosa spiaggia al mondo è anche molto affollata. Lunga 6 chilometri, è ricca di locali, bar, alberghi e ristoranti tipici.

Istock by Getty Images

Ballare la samba: non c’è bisogno di aspettare il carnevale per buttarsi nella mischia e fare qualche passo di questa che è per i Brasiliani una filosofia di vita. Nei tanti locali e anche in giro per la città – soprattutto ora che ci sono le Olimpiadi – sentirete riecheggiare i passi allegri di questa danza.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: