ViaggiNews

Resta 10 giorni all’aeroporto ad aspettare la fidanzata. Poi…

mercoledì, 3 agosto 2016

Tom Hanks nel film The Terminal

Tom Hanks nel film The Terminal

Un uomo è rimasto per ben 10 giorni a bivaccare nell’aeroporto di Changsha, nella provincia cinese di Hunan. Si tratta di un olandese di 41 anni, Alexander Pieter Cirk, e le sue foto mentre se ne sta seduto da solo nella sala d’aspetto stanno facendo il giro del mondo. Ma che cosa ci faceva l’olandese in Cina, tutto solo all’aeroporto di Changsha? Per tutto quel tempo?

La sua storia sembra assomigliare a quella di Viktor Navorski, il buffo personaggio impersonato da Tom Hanks nel film The Terminal che per un problema al passaporto rimane bloccato per giorni dentro l’Aeroporto John F. Kennedy di New York. In questo caso però non si è trattato di problema burocratico, ma di un cuore spezzato. Alexander Pieter Cirk, che tra l’altro soffre di diabete, è rimasto per 10 giorni all’interno dell’aeroporto di Changsha ad aspettare la sua fidanzata cinese virtuale. Una ragazza di 26 anni conosciuta su internet, di nome Zhang.

Alexander e Zhang si erano conosciuti sul web e avevano “chattato” per circa due mesi. Fino a quando non è arrivato il momento di incontrarsi di persona, almeno nelle intenzioni di lui. Così Alexander ha comprato un biglietto aereo per la Cina e ne ha anche mandato una foto alla ragazza. Lei però non deve averlo preso sul serio, perché non si è presentata all’appuntamento. Anzi si era organizzata per andare da tutt’altra parte. Nell’attesa, l’uomo ha anche provato a chiamarla al telefono, ma era spento.

L’olandese non si è dato per vinto e ha aspettato la ragazza per diversi giorni, dormendo in aeroporto, proprio come Tom Hanks in The Terminal, e mangiando il cibo comprato nei negozi e nelle tavole calde dello scalo, soprattutto cibo spazzatura. Quando le autorità si sono finalmente accorte di lui, hanno capito che forse l’olandese aveva dei problemi e che non stava molto bene, così lo hanno ricoverato in ospedale.

L'olandese Alexander Pieter Cirkper giorni in aeroporto in Cina (Foto BBC/Weibo)

L’olandese Alexander Pieter Cirk per giorni in aeroporto in Cina (Foto BBC/Weibo)

In attesa in aeroporto in Cina: come è andata a finire

La storia dell’uomo dal cuore spezzato è finita alla tv locale e la ragazza è stata rintracciata. Zhang ha raccontato ai media che non credeva che le intenzioni di Alexander fossero serie e che quando lui le aveva mostrato la foto del biglietto aereo, ha pensato che fosse uno scherzo. Nel frattempo, Zhang era partita per un’altra località della Cina per sottoporsi ad un intervento di chirurgia estetica e aveva spento il telefono, ha spiegato.

Dopo il ricovero in ospedale Alexander Pieter Cirk è ripartito per l’Olanda. Zhang si è detta disposta ad incontrarlo quando avrà terminato la convalescenza per l’intervento chirurgico. Chissà se ci sarà un secondo appuntamento.

La vicenda in questi giorni è diventata molto popolare sui social network cinesi. C’è chi ha preso in giro l’olandese, definendolo uno stupido, ma anche chi si è schierato dalla sua parte, attaccando la ragazza cinese per avergli dato buca. Qualcuno ha anche fatto una battuta: “Non sapeva che in Cina tutto è falso?”. Ma c’è anche chi con orgoglio si è domandato dove sia finita l’integrità cinese.

Ora, per rimediare, dovrebbe essere Zhang ad andare a trovare Alexander in Olanda.

Servizio della tv cinese sull’olandese nell’aeroporto di Changsha – VIDEO

Tags:

Altri Articoli Interessanti: