ViaggiNews

Panico in una delle mete più belle d’Italia: in spiaggia arrivano i…

martedì, 2 agosto 2016

Ses Illetes, Formentera (Travelbusy.com, CC BY 2.0, Wikicommons)

 (Travelbusy.com, CC BY 2.0, Wikicommons)

Il Cilento. Uno dei luoghi più belli d’Italia dove trascorrere le proprie vacanze. Certo è che non ci si può rilassare completamente nemmeno lì. Il motivo? Semplice. Diversi cinghiali sono arrivati in spiaggia.

Alla fine è estate anche per loro! Ma la loro presenza non rassicura certo i bagnanti. Diversi cinghiali sono stati avvistati nella spiaggia di Baia Arena, tra Montecorice e Castellabate, ad Agroboli e a Trentova. Gli animali, spaventati però se ne vanno rapidamente, ma l’impatto è sicuramente spaventoso.

Le spiagge più belle del Cilento

  • La località marina di Pollica, in Cilento, Campania, è stata riconosciuta la seconda più bella d’Italia dopo Domus De Maria, dalla Guida Blu 2016 di Legambiente e Touring Club Italiano. Pollica è tra le località al top nella classifica del “mare più bello d’Italia”. Nel 2015 era al terzo posto, quest’anno è salita al secondo.

    Pollica è stata premiata grazie al suo impegno nell’attenzione verso l’ambiente. Qui si trova un impianto ecologico di produzione di energia elettrica e la raccolta differenziata dei rifiuti raggiunge percentuali molto elevate.

    La località è in provincia di Salerno e ha circa 2.400 abitanti. La popolazione aumenta notevolmente in estate, con i turisti. Il paese di Pollica sorge alle pendici meridionali del Monte Stella, digradanti verso il mare. Il litorale si trova nelle frazioni costiere di Acciaroli e Pioppi.

  • E’ stata per due anni la spiaggia più bella d’Italia, secondo un sondaggio di Legambiente, spodestata solo lo scorso anno dalla Bue Marino a San Vito lo Capo, stiamo parlando di Cala degli Infreschi, autentico angolo di paradiso della costa del Cilento, nel Comune di Camerota, in provincia di Salerno.

    La Cala consiste in un’insenatura tra le rocce, all’interno della più ampia Baia degli Infreschi. Nella cala si trova un piccolissimo tratto di sabbia, che non può essere definita una vera e propria spiaggia, raggiungibile solo via mare oppure attraverso il Sentiero del Mediterraneo, un percorso da trekking che parte dal porticciolo di Marina di Camerota e scende dalle rocce sovrastanti e passa per la rigogliosa macchia mediterranea. Un luogo talmente bello che merita qualche scomodità nel raggiungerlo.

    La Baia è chiamata degli Infreschi per via delle correnti fredde di acqua dolce che la percorrono in superficie, mentre in profondità l’acqua è più calda. Quando ci si tuffa in mare e si riemerge si sente molto bene la differenza di temperatura. I colori della baia sono sorprendenti: l’acqua è limpidissima con tonalità che vanno dal trasparente, a riva, fino al verde smeraldo e al blu cobalto del mare più a largo. Tutto intorno ci sono le rocce e la rigogliosa vegetazione mediterranea. Una meraviglia per gli occhi.

  • La splendida Palinuro, in provincia di Salerno, è una delle mete più frequentate del sud Italia e secondo Virgilio proprio in queste acque limpide e trasparenti affogò Palinuro, il nocchiero di Enea.

    Tante le bellezze di cui si resta affascinati arrivando nel Cilento ma la cosa che rimane nel cuore di chi visita questi luoghi, oltre che alla cordialità della gente del posto, è sicuramente lo spettacolo naturale offerto dalla ricca vegetazione e dal mare unico e, a tratti, indimenticabile.

    Molte delle tipiche spiagge della costa sono raggiungibili con le numerose imbarcazioni che partono dal Porto di Palinuro o dalla vicina Marina di Camerota.

 

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: