ViaggiNews

Guida Qatar: tutte le informazioni per questo nuovo universo a sei ore di volo

mercoledì, 13 luglio 2016

Lavorare in Qatar

Guida Qatar: a sole sei ore di volo dall’Italia, il Qatar è uno dei nuovi Paesi in terra arabica che vale la pena di scoprire. Il volo infatti è  abbastanza economico (se si prenota in fretta addirittura 328 euro per persona andata e ritorno)  e si atterra a Doha, con il “monte” più alto, il Qurain Abu al-Bawl , che raggiunge a malapena i 103 metri. Ecco allora tutte le informazioni necessarie per una lunga vacanza da sogno.

Guida Qatar: quando andare 

Il periodo migliore per visitare il Qatar è novembre o tra fine febbraio e inizio marzo. Prima infatti il caldo è troppo eccessivo, mentre le tempeste di sabbia sono comuni in primavera e inverno.

Guida Qatar: come muoversi 

Attualmente in Qatar c’è un nuovo sistema di trasporto pubblico; se volete potete anche prendere il taxi  o se volete, potete noleggiare un’auto: ricordatevi che la guida è a destra. Le autorità sono molto severe se vi trovano senza patente o senza cintura. Gli stranieri possono noleggiare un’auto con la patente nazionale entro sette giorni dall’ingresso nel Paese, dopo richiedere una patente di guida temporanea per il Qatar, avendo minimo 21 anni.

Guida Qatar: cosa vedere 

Da vedere assolutamente Doha, città nata nel deserto e affacciata su una baia a forma di mezzaluna,  colpisce per il suo mix tra cultura e tradizione. Immancabile il Souq Waqif,  con spezie, abiti e gioielli tradizionali, tessuti colorati, oggetti di artigianato arabo, dolci con miele e ristoranti tipici. Sul versante opposto della baia tutti con il naso all’insù per il futuristico skyline formato dai nuovi grattacieli pensati da architetti di tutto il mondo.
Anche il lungomare è spettacolare:sette chilometri  con bar e locali alla moda. Ci sono poi numerosi mall Duty Free per gli amanti dello shopping e il villaggio che ricorda Las Vegas costruito come se fosse Venezia (con tanto di Canal Grande e gondole).
Se volete visitare  un museo, il MATHAF -Arab Museum of Modern Art è quello più grande e maggiormente dedicato alla cultura araba.
Gran parte del Paese è piatto, ma bisogna visitare il Khor Al-Udaid, una delle meraviglie desertiche del Qatar: è bellissimo perché il mare invade la terra desertica.

Guida Qatar: cosa mangiare

Le influenze della cucina araba e indiana fanno sì che in Qatar si mangi molto curry, pane arabo (khobs); pollo alla griglia (dajaj), piedini di carne d’agnello o di montone e le polpette di ceci (falafel). Molto buono anche il fuul,  fave, fagioli neri e lenticchie condita con aglio e limone. Da non perdere anche l’hummuss, una crema di ceci con l’aglio.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: