ViaggiNews

Paesi a rischio: gli ultimi aggiornamenti sulle zone calde del mondo

giovedì, 7 luglio 2016

(Thinkstock)

(Thinkstock)

Paesi a rischio. Il susseguirsi di attentati terroristici in tutto il mondo ha reso i viaggi sempre più pericolosi. Sono davvero poche le zone del pianeta dove sentirsi veramente al sicuro. Per chi viaggia all’estero, per turismo o lavoro, è dunque importante essere sempre aggiornati. A questo scopo il portale Viaggiare Sicuri del Ministero degli Esteri – Unità di Crisi della Farnesina offre un servizio sempre aggiornato sui luoghi caldi del Pianeta e tutte le informazioni necessarie per non farsi trovare impreparati.

Il portale fornisce sia consigli sui Paesi a rischio da evitare o nei quali esercitare la massima cautela, perché in situazioni di instabilità politica e sociale, sia le informazioni sui luoghi investiti da calamità naturali. Importanti sono poi le indicazioni su documentazione e assicurazione di viaggio.

Paesi a rischio: gli ultimi avvisi

Le zone del mondo da evitare sono:  Siria, Iraq, la zona a Sud-Est della Turchia al confine con la Siria, Yemen, Afghanistan, Libia, Mali, la regione del Darfur in Sudan, il confine tra Etiopia ed Eritrea e la Striscia di Gaza (la Striscia di Gaza è molto frequentata dagli Occidentali, anche per ragioni umanitarie. Qui però non si entra da turisti, ma solo prendendo delle precauzioni ben precise e accompagnati da organizzazioni autorizzate). Il recente, tragico attentato in Bangladesh ha allontanato molti connazionali dal Paese asiatico.

Messico

Manifestazioni di protesta negli Stati di Oaxaca e Chiapas

Proseguono negli Stati di Oaxaca e Chiapas manifestazioni di protesta che possono comportare blocchi dei trasporti pubblici. Si raccomanda di evitare assembramenti, di informarsi sui media locali sugli sviluppi della situazione prima di intraprendere spostamenti nell’area e di seguire le indicazioni delle autorità locali.

Al momento si raccomanda di evitare i viaggi nello Stato di Guerrero, teatro negli ultimi mesi di numerosi episodi di violenza che hanno interessato sia le principali città (Chilpancingo, Acapulco) che le zone rurali. In caso di viaggio verso destinazioni turistiche nello Stato è consigliabile effettuare trasferimenti in aereo. Si sono verificati nello Stato anche casi di “sequestri virtuali” ai danni di cittadini stranieri, compresi connazionali.

Guatemala

Operazione di polizia nella regione di Vera Paz

Le autorità guatemalteche e l’Ufficio del Turismo Guatemalteco (INGUAT) hanno diramato un avviso per informare che forze di sicurezza hanno effettuato nei giorni scorsi operazioni di polizia e di sgombero per riprendere il controllo dell’enclave naturale di Semuc Champey (situata nella Regione di vera Paz) occupata ed amministrata da gruppi locali dal settembre del 2015. Alla luce di tale sviluppi, si consiglia di evitare la zona fino a nuovo avviso.

Nel Paese è presente un alto indice di violenza con criminalità diffusa (omicidi, rapine a mano armata, violenze sessuali e sequestri ai fini di estorsione) in particolare nella Capitale e nelle principali città.
Si consiglia di evitare le zone presso il confine con il Messico e le aree dove per lo più operano i gruppi criminali legati al narcotraffico (Dipartimenti di Izabal, Alta Verapaz, Peten, Huehuetenango, San Marcos).
Particolare attenzione ed un comportamento improntato alla massima prudenza deve essere tenuto anche nelle zone vicine al confine con Honduras, El Salvador e soprattutto con il Belize dove peraltro il verificarsi di recenti incidenti di frontiera con il Guatemala ha reso la situazione della sicurezza più fluida complicando il raggiungimento di una soluzione alla disputa territoriale tra i due Paesi.

Cina (Repubblica popolare cinese)

Passaggio del ciclone Nepertak – 8 luglio

Il passaggio del ciclone Nepertak interesserà prevalentemente l’area nord orientale del Fujian (area di Fuzhou), a partire dall’8 luglio. Forti piogge e venti moderati sono previsti anche nell’area meridionale del Fujian (Xiamen) e nord-orientale del Jiangxi (nei pressi del capoluogo Nanchang). Si invitano i connazionali a prestare attenzione, ad evitare gli spostamenti non necessari, in particolare nelle aree rurali, e a seguire le indicazioni delle autorità locali.

Taiwan

Passaggio del ciclone Nepertak 7 – 8 luglio

Il passaggio del ciclone Nepertak investirà Taipei a partire dal 7 luglio con forti venti e piogge intense. Le Autorità locali potrebbero disporre l’8 luglio la chiusura di uffici e delle scuole.
Si invitano i connazionali a prestare attenzione, ad evitare gli spostamenti non necessari e a seguire le indicazioni delle autorità locali. In caso di necessità contattare la Rappresentanza diplomatica italiana a Taipei al numero 00886921226046.

Malaysia

Nel corso del 2015 e del primo semestre del 2016, le Autorità locali hanno a più riprese tratto in arresto presunti terroristi e rafforzato le misure di sicurezza presso i luoghi a più elevata frequentazione (edifici governativi, siti turistici, strutture alberghiere, etc.). Il 28 giugno 2016, è stata gettata una granata contro un bar di Kuala Lumpur, che ha ferito otto persone. L’episodio conferma il persistere in tutto il Paese del rischio di atti terroristici, riconducibili all’estremismo jihadista che potrebbero essere rivolti anche contro cittadini ed interessi di Paesi occidentali. Si raccomanda pertanto di adoperare la massima cautela e di evitare luoghi affollati e siti istituzionali nella Capitale e nelle principali città del Paese.
Ciò vale anche per i grandi centri commerciali e i luoghi di intrattenimento, in particolare il venerdì e in occasione di festività religiose.

Repubblica Democratica del Congo

Kinshasa: Incidenti in corso in città. Possibili manifestazioni anche nei prossimi giorni

Sono in corso scontri nell’area del mercato centrale, avenue du Commerce e Rwakadingi. Le forze di sicurezza congolesi presidiano la zona. Non si escludono manifestazioni ed incidenti anche nei prossimi giorni. Si raccomanda ai connazionali di evitare la zona, di esercitare massima cautela e di seguire le indicazioni delle autorità locali.

Kenya

Alla luce della perdurante minaccia terroristica si segnala l’attivismo di formazioni terroristiche suscettibili di porre seri rischi alla sicurezza (con una probabilità maggiore anche a Nairobi per tutta la durata delle festività religiose) con particolare riferimento all’area della città di Mombasa, in quella di Malindi, e nelle regioni di Ijara, di Garsen, di Garissa, Dadaab, Wajir e Mandera – si raccomanda di elevare la soglia di attenzione e di mantenere comportamenti ispirati alla massima prudenza.

In considerazione dell’attuale quadro politico del Paese, dell’accesa conflittualità tra maggioranza ed opposizione e dell’approssimarsi delle consultazioni elettorali previste per il mese di Agosto del prossimo anno, si raccomanda ai connazionali estrema cautela, evitando in particolare manifestazioni e assembramenti politici in luoghi pubblici.

Gabon

Degrado delle condizioni socio-economiche e innalzamento della tensione politica (in particolare collegate allo svolgimento delle elezioni presidenziali del 27 agosto 2016) inducono a raccomandazioni di prudenza e vigilanza. Sono frequenti le aggressioni a mano armata sia presso il domicilio di cittadini stranieri, sia in luoghi pubblici, in particolare sulla spiaggia e sul lungomare della capitale.
Sono inoltre frequenti comportamenti delle forze di polizia poco conformi alla deontologia professionale, anche con richieste di denaro a fronte di asserite violazioni del codice stradale e della locale legislazione penale in generale.

Si raccomanda in particolare di:

– evitare discussioni in pubblico;
– evitare zone isolate e quartieri popolari;
– evitare la frequentazione in orario notturno di zone sconosciute della città, soprattutto in taxi e da soli;
– evitare qualunque spostamento in auto fuori città in ore notturne;
– evitare, in genere, di ostentare denaro e beni di valore
– in zone rurali e nei parchi fare massima attenzione con riguardo al rischio di rettili, elefanti ed altri animali selvatici. In proposito si raccomanda di essere sempre accompagnati da guide locali di provata affidabilità, anche per la facilità con cui si rischia di perdere il senso dell’orientamento.

Informazioni sul tifone Nepertak – VIDEO

Tags:

Altri Articoli Interessanti: