ViaggiNews

La Sicilia brucia: decine di incendi sull’isola, chiusa la Palermo-Messina

giovedì, 16 giugno 2016

Incendio a Cefalù (Foto YouReporter.it)

Incendio a Cefalù (Foto YouReporter.it)

Incendi in Sicilia. Situazione drammatica in Sicilia, dove nelle ultime ore sono divampati diversi incendi nelle province di Palermo, Agrigento, Trapani e Messina, soprattutto nella zona delle Madonie. Le fiamme sono alimentate dal vento di scirocco che ha portato le temperature sull’isola fino a 40° centigradi.

I primi incendi sono scoppiati ieri in tarda serata e poi questa mattina all’alba e la situazione non accenna a migliorare. La situazione più grave è nella zona delle Basse Madonie, sopra la città di Cefalù. A causa dei violenti incendi hanno costretto è stata chiusa l’autostrada A20 Palermo – Messina, tra gli svincoli di Buonfornello a Castelbuono, in entrambe le direzioni di marcia. Le fiamme sono arrivate fino alle case e gli alberghi della zona.

E’ stata chiusa anche la strada statale 113, tra Lascari e Cefalù. Vigili del Fuoco, Polizia stradale e Protezione civile sono al lavoro, ma i focolai sono numerosissimi, così come le richieste di aiuto e di intervento che hanno mandato in tilt il centralino dei Vigili del Fuoco. Purtroppo, a causa del vento forte, è stato inevitabile fermare i voli dei Canadair: “Il vento non ci permette di proseguire con i lanci dei Canadair”, ha spiegato il comandante dei vigili del fuoco di Palermo, Giampiero Boscaino.

A Monreale è stato evacuato un asilo nido, dove una cinquantina di bambini sono rimasti lievemente intossicati. Portati in ospedale, sono stati dimessi poco dopo. La situazione più critica è comunque quella nella zona delle Madonie, dove le fiamme hanno raggiunto diverse abitazioni. I sindaci dei comuni colpiti hanno disposto subito l’evacuazione di case e scuole. Il fronte di fuoco ha investito l’area compresa tra i comuni di Lascari, Cefalù, Gratteri e Collesano.
Sono state chiuse diverse strade comunali e di collegamento tra i centri abitati circondati dalle fiamme. Gli incendi si sono sviluppati prima nei territori di Collesano e Gratteri, nell’entroterra, nel Parco delle Madonie, poi le fiamme si sono spinte verso la costa, raggiungendo Lascari, dove diverse case sono state investite dai roghi, e Cefalù, dove è stato evacuato l’Hotel Costa Verde. Da Gratteri l’unica via di fuga è la strada verso Gibilmanna.

Il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio ha dichiarato: “Non sono in grado di dire se si tratti di incendi dolosi o meno, ma di per sé gli incendi non si creano da soli e soprattutto se nascono in più luoghi diversi”. “L’attività di spegnimento è coordinata dalla Regione – ha aggiunto -. La parte nazionale sta agendo coerentemente con le normative e quindi sta supportando la Regione con l’invio di mezzi aerei, cioè i Canadair, che però non sempre possono lavorare per le condizioni avverse del tempo. Si deve fare un lavoro straordinario a terra, ma sono mobilitate le forze del volontariato e i vigili del fuoco stanno mettendo in atto un dispositivo”.

La drammatica situazione in Sicilia dalle foto e dai video usciti nelle ultime ore

Incendio a Lascari (YouReporter.it)

Vento e fiamme su Cefalù (YouReporter.it)

Tags:

Altri Articoli Interessanti: