ViaggiNews

Top 10: le destinazioni migliori per un viaggio enogastronomico

martedì, 7 giugno 2016

Getty Images

Getty Images

L’Italia è da sempre famosa per il suo buon cibo, apprezzato in tutto il mondo, tanto da essere esportato e imitato in ogni continente. Gli italiani amano mangiare bene e anche quando si tratta di programmare un viaggio il cibo diventa uno dei fattori di scelta più importante.

Expedia.it, leader mondiale dei viaggi online, ha intervistato 14 mila persone in tutta Europa scoprendo che per il 57% degli italiani la qualità e l’originalità del cibo sono una priorità quando scelgono dove andare in vacanza. Subito dopo le bellezze naturali e più importanti delle spiagge, del meteo, dei monumenti o delle esperienze culturali. Un italiano su quattro sta infatti pianificando un viaggio o una vacanza all’insegna del cibo nel 2016, dove quello che potrà gustare è un fattore decisivo nella scelta della destinazione; una tendenza in forte crescita, con un percentuale sei volte maggiore rispetto al 2013.

Gli italiani, da veri amanti del cibo, riusciranno a fare a meno di pasta e caffè in viaggio, contro ogni stereotipo? Se il 23% dei nostri connazionali preferisce la sicurezza di ristoranti italiani o conosciuti, il 20% invece rinuncia volentieri alla cucina di casa e preferisce sperimentare posti e ristoranti locali, fuori dai sentieri più battuti, dove potere assaporare la cucina tipica. Una percentuale molto più alta dei cugini spagnoli (9%) e simile a quella di tedeschi (21%) e inglesi (28%), di certo meno noti di noi per le loro specialità culinarie.

Il 72% degli italiani dichiara inoltre di informarsi su dove poter andare a mangiare prima di prenotare le proprie vacanze – una ricerca che viene fatta allo stesso tempo dell’hotel e dei voli (per il 41% degli italiani) e persino un fattore che può influenzare la scelta stessa della posizione dell’hotel in cui si soggiornerà (52%), per potersi assicurare un’esperienza di viaggio migliore, sotto ogni aspetto. Più della metà degli italiani (54%), inoltre, si informa preventivamente su sagre, fiere e mercati che possano offrire prodotti locali.

Alla ricerca del cibo di qualità

Gli italiani stanno diventando più audaci dal punto di vista culinario, cercando nuovi gusti all’estero, anche se non sempre hanno bisogno di un viaggio fuori dalla Penisola per soddisfare i propri desideri in fatto di cibo. Anche se Barcellona (57%) e Parigi (44%) sono in testa alla classifica delle città che gli italiani visiterebbero per la loro offerta culinaria, Roma si attesta al terzo posto (43%), a conferma che, in fondo, gli italiani amano il cibo italiano.

Top 10 destinazioni preferite dagli italiani per viaggi gastronomici e percentuale di chi la visiterebbe per turismo gastronomico

  1. Barcellona, Spagna 57%

  2. Parigi, Francia 44%

  3. Roma, Italia 43%

  4. Tokyo, Giappone 41%

  5. Città del Messico, Messico 38%

  6. Buenos Aires, Argentina 28%

  7. Rio de Janeiro, Brasile 27%

  8. Shanghai, Cina 17%

  9. Marrakech, Marocco 16%

  10. Bangkok, Thailandia 15%

Dall’altra parte della classifica, tra le destinazioni meno invitanti per gli italiani per la loro offerta gastronomica, invece, si trovano Ho Chi Minh in Corea (38%), Shanghai in Cina (26%) e Reykjavik in Islanda (25%).

Questione di mancia

Gli italiani saranno famosi per il buon cibo, ma non per essere generosi in fatto di mance. Un italiano su tre, infatti, pensa di essere tra i più restii a lasciare un extra al cameriere in tutta Europa. Quando arriva il conto, infatti, gli italiani in vacanza lasciano una mancia solo se ritengono che il servizio del ristorante sia stato superiore alla media (30%) o addirittura eccezionale (20%), altri invece danno la mancia solo all’estero semplicemente perché si sentono in “modalità vacanza” (25%). Restano così molti i turisti italiani che non ritengono necessarie le mance al ristorante, forti della convinzione che il servizio migliore che si possa trovare in fatto di ristorazione sia in Italia – la pensa così il 73% degli italiani.

L’Europa a tavola

Expedia.it ha lanciato sul suo magazine Discover un progetto dedicato al cibo e ai viaggi. Grazie alla collaborazione con dodici esperti di gastronomia di tutta Europa, Expedia è andata alla ricerca di esperienze culinarie uniche in diversi paesi, tra ristoranti locali e cibi assolutamente da provare, spesso poco conosciuti dai turisti stranieri.

“C’è un mondo di delizie culinarie pronto per essere esplorare là fuori e non ci sorprende che così tante persone in Italia e in Europa riscoprano la voglia di cercare buon cibo anche in viaggio”, commenta Fabrizio Giulio di Expedia.it. “Sia che si tratti di ristoranti famosi o di posti al di fuori dei sentieri più battuti, Expedia ha moltissimi suggerimenti a disposizione, basta dare un occhio al nostro magazine Discover per trovare l’ispirazione giusta e partire per un viaggio all’insegna del cibo”.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: