ViaggiNews

Guida del Vietnam: tutto quello utile da sapere

martedì, 26 aprile 2016

Da Lat, Vietnam (Wikicommons)

Da Lat, Vietnam (Wikicommons)

Guida del Vietnam: ecco tutto quello che dovete sapere su questo straordinario Paese. Il Vietnam, del resto, sta diventando una meta turistica sempre più frequentata e consigliata da giornali e siti specializzati in viaggi, per le sue meraviglie naturalistiche, le città ricche di fascino, la cordialità dei suoi abitanti e anche l’ottima cucina. Archiviati i tempi bui della guerra e con l’economia in forte sviluppo, il Vietnam sta attirando sempre più viaggiatori e si propone come una alternativa, tutta da scoprire, rispetto alle più popolari destinazioni del Sud-est asiatico. Inoltre è una meta molto economica. Viaggio aereo a parte, spostarsi all’interno del Paese, mangiare e dormire costa davvero molto poco. Recentemente, il Vietnam è stato inserito da Traveller’s Choice Award di TripAdvisor nella top 10 delle destinazioni più amate nel mondo ed è uno dei 30 migliori posti al mondo dove viaggiare soli, soprattutto per le donne. La sspettacolare località di Da Lat è poi uno dei 52 posti da visitare nel 2016 secondo il New York Times.

Il Vietnam, inoltre, è uno dei Paesi più economici al mondo dove trasferirsi e sono già diversi gli italiani che sono andati a vivere qui.

Guida del Vietnam: cosa vedere

Sono veramente tantissime le cose da vedere in Vietnam, dalle città storiche ai luoghi sacri, passando per le bellezze naturalistiche, caratterizzate da un ambiente incontaminato, e non dimenticando ovviamente le spiagge.

Riguardo alle città, imperdibili sono la capitale Hanoi, che nonostante le guerre e le devastazioni, conserva ancora intatti molti edifici storici e monumenti sacri, tra cui oltre 600 tra templi e pagode. Ho Chi Minh, la vecchia Saigon, è il principale centro commerciale del Paese e il più moderno, ma che risente ancora della vecchia dominazione francese e della terribile guerra on gli Stati Uniti: qui si trovano i famosi tunnel di Cu Chi, dove si nascondevano i guerriglieri Vietcong. Hué, è l’antica capitale del Vietnam, dove si trovano i resti della città imperiale, con il Palazzo e i mausolei. Da non perdere poi è anche la città di Hoi An, importante porto, dove si possono ammirare le antiche case dei mercanti. Nella zona ovest del Paese, sono da visitare le cittadine di Buon Me Thuot e Pleiku, famose per le piantagioni di caffè e per le minoranze etniche che si caratterizzano per i loro costumi e le tradizioni anche molto differenti tra loro.

Mercato sull'acqua in Vietnam (Thinkstock)

Mercato sull’acqua in Vietnam (Thinkstock)

Tra le bellezze naturalistiche, sono assolutamente da visitare le meravigliose cascate Pongua, uno dei luoghi più emozionanti del mondo. L’altra meraviglia paesaggistica da visitare è la Baia di Ha long, non lontano da Hanoi, che con oltre 300 isole e isolette è Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco. Una vera e propria avventura è invece la crociera nel Delta del Mekong, ala scoperta di un paesaggio mozzafiato, tra la rigogliosa vegetazione tropicale, le fattorie e le loro piantagioni, i caratteristici mercati galleggianti e i templi antichi. Un viaggio che vi porterà in un altro spazio e in un altro tempo.

Le spiagge più belle del Vietnam

Spiaggia di Mui Ne, Vietnam (alxpin, iStock)

Spiaggia di Mui Ne, Vietnam (alxpin, iStock)

Tra le spiagge più belle e imperdibili del Vietnam segnaliamo: Cua Dai, a 5 km da Hoi An, con una sabbia bianca e soffice, dove è possibile praticare sport acquatici e mangiare in ottimi ristorantini di pesce; Tran Phu bellissima spiaggia di Nha Trang nel sud-est del Paese, una zona molto frequentata; baia di Mui Ne a Phan Thiet con le sue dune di sabbia rossa è una delle spiagge più belle del Vietnam, la zona è a sud-est a circa 200 km da Ho Chi Minh e ospita le spiagge più belle del Paese; la spiaggia di Bai Sao nella parte sud dell’isola di Phu Quoc nel Golfo del Siam, sul versante occidentale, un posto non facile da raggiungere ma unico e spettacolare.

Quando andare in Vietnam

In Vietnam il clima cambia in modo consistente a seconda delle zone geografiche. L’inverno esiste solo nella parte Nord e comunque dura pochi giorni all’anno, di solito nel periodo di Natale, con temperature minime che non vanno sotto i 10°. La stagione ideale per visitare questa parte del Vietnam è da marzo a giugno, oppure da ottobre a novembre, quando è finita la stagione delle piogge, che va da metà maggio a settembre, e non è ancora freddo. Nel Centro le piogge sono più abbondanti, la stagione piovosa inizia più tardi e finisce a novembre, per cui il periodo ideale per una visita è quello dei mesi primaverili. Al Sud, invece, non piove quasi mai e fa sempre caldo, il periodo migliore per una vacanza è comunque quello tra dicembre e febbraio, quando il caldo non è soffocante.

Come arrivare e spostarsi

I voli arrivano soprattutto all’aeroporto internazionale di Son Nhat della città di Ho Chi Mihn e poi all’aeroporto Noi Bai di Hanoi. Molti voli per Ho Chi Minh fanno scalo a Bangkok.

L‘aereo è costoso e per risparmiare si può arrivare in volo e fino in Cina e da qui entrare in Vietnam via terra. Molti viaggiatori attraversano il confine al Friendship Pass, o Dong Dang, 20 km a nord di Lang Son, nella zona nord-orientale del paese, provenendo dalla città cinese di Nanning, della provincia dello Guangxi. Ai valichi di frontiera, tuttavia, ci sono forti controlli di polizia e in alcuni casi è richiesto il pagamento di una tassa d’immigrazione. Due volte alla settimana un treno internazionale collega Pechino e Hanoi, con sosta al Friendship Pass. Un’altra frontiera di passaggio molto frequentata è quella di Lao Cai, nel Vietnam nord-occidentale, con la provincia cinese dello Yunnan.

Riguardo ai trasporti interni, i voli sono gestiti in monopolio dalla Vietnam Airlines e sono piuttosto costosi. Gli autobus sono decisamente più economici e attraversano tutto il Vietnam anche se sono molto lenti e piuttosto vecchi e malconci. Si possono anche affittare dei minibus, costa un po’ di più ma è più comodo. Oppure ci si può spostare in treno, anche se sono sconsigliati i treni locali, troppo affollati e lentissimi. Viaggiare in treno poi è rischioso per i furti e per il lancio di pietre dalla strada da parte dei bambini, per questo motivo sono previste protezioni metalliche per i finestrini. Un’altra soluzione per gli spostamenti è quella di noleggiare l’automobile con l’autista. In città ci si sposta in taxi, alcuni hanno il tassametro e altri no, oppure in cyclo, gli economici mezzi a pedali.

Documentazione necessaria

Per entrare in Vietnam occorre il passaporto, con validità residua di almeno 6 mesi. Il visto d’ingresso, prima sempre obbligatorio, non è necessario per un ingresso singolo della durata massima di 15 giorni, senza distinzione per tipologia di passaporto o motivo della visita. Il provvedimento è valido a far data dal 1 luglio 2015 fino al 30 giugno 2016, con possibilità di estensione, che le autorità vietnamite si riservano di confermare. Il visto d’ingresso invece è necessario per ingressi singoli che superino i 15 giorni. Il visto può essere ottenuto presso l’Ambasciata del Vietnam in Italia oppure (a pagamento) anche all’arrivo in aeroporto (c.d. “visa on arrival”) soltanto nelle seguenti ipotesi: 1) che nel Paese di provenienza non vi sia una Ambasciata vietnamita; 2) per ingressi di emergenza, dovuti a ragioni umanitarie e missioni tecniche; 3) che il visto sia richiesto da un’Agenzia di viaggio vietnamita accreditata presso le Autorità locali, con una speciale procedura.

Per ulteriori informazioni su documentazione richiesta e consigli di viaggio visitate la pagina dedicata al Vietnam sul sito Viaggiare Sicuri.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: