ViaggiNews

City Pass: come spendere poco in un tour delle grandi città

venerdì, 8 aprile 2016

Istock by Getty Images

Istock by Getty Images

Avete mai visitato una città utilizzando il City Pass? Si tratta di un carnet di biglietti che si possono acquistare on line prima di partire per usufruire di una serie di servizi: ad esempio si possono visitare diversi luoghi a prezzo ridotto, oppure saltare le file andando direttamente alla cassa apposita nei musei. Solitamente il carnet comprende 10 ingressi per diverse attrazioni: musei appunto, ma anche spettacoli, bus, tour della città. Più riuscite a visitarne e più si risparmia (la sottoscritta l’ha usato due volte per New York ed è veramente comodo).

Quanto davvero è conveniente? Dipende dalla città, dalla stagione e dal costo che originariamente hanno i biglietti. La condizione principale da sapere è però il tempo: quanto se ne impiegherà per visitare la città a seconda del tempo di permanenza? Ovviamente se in una grande metropoli come Londra si rimane due giorni non ha molto senso, mentre se ci si trattiene per una settimana sì. Quindi, prima di comprarlo fatevi due conti.

A proposito di Londra: con il City Pass si possono risparmiare fino a 100 euro; permette l’ingresso a oltre 60 delle attrazioni turistiche della città (21 musei, 18 edifici storici e 10 tra tour e visite guidate). Ha una validà di 10 giorni e permette se abbinato alla Oyster Card anche viaggi illimitati in metro, bus e treni cittadini nelle zone da 1 a 6. Cosa si può visitare? Si può fare una crociera sul Tamigi, un tour nei canali o le visite guidate nei quartieri più popolari usando la bicicletta.  Risparmio anche su edifici storici che senza City Pass possono arrivare anche fino a 20 sterline, circa 24 euro. Ad esempio la Torre di Londra, Westminster Abbey, il London Bridge, il castello di Windsor, la cattedrale di St. Paul, il Globe di Shakespeare.

Parigi con il pass è conveniente, anche se dipende dalle situazioni. La “Paris Passlib” permette l’ingresso a oltre 50 tra i principali luoghi più importanti della capitale parigina: costa 12 euro e dà l’occasione anche di viaggiare liberamente sui trasporti pubblici inclusi bus turistici OpenTour e sui battelli. E’ la soluzione migliore se si hanno pochi giorni a disposizione (129 euro per 3 giorni, zone 1-3), perché si saltano le file, ma bisogna sapere che ci si deve spostare molto velocemente da un museo all’altro. Se il tempo di permanenza è maggiore è meglio comprare un Pass per i Musei (48 euro) e biglietto cumulativo per i mezzi pubblici, a partire da quasi 16 euro.

A Berlino, Amsterdam e Copenaghen le offerte con la card sono allettanti. Nella capitale tedesca con il pass si può circolare liberamente sui mezzi pubblici, incluso il collegamento con l’aeroporto di Tegel e Schönefeld e si possono avere sconti fino al 50% per 190 attrazioni. Anche qui ciò che conta è il tempo: vale 48 ore e il costo è a partire 21,50 euro.

Iamsterdam  costa 55 euro per 24 euro e consente viaggi illimitati per i trasporti della città olandese, compreso il giro dei canali in battello, ingresso gratuito ai principali musei, sconti e guide. Si attiva – come per gli altri casi – con il primo ingresso in un museo o al primo viaggio sui mezzi pubblici. Siete disposti anche in questo caso a fare delle visite lampo? E’ consigliabile infatti se nella stessa giornata di è disposti a visitare tre grandi musei, fare una crociera e usare i mezzi pubblici per muoversi.

Copenaghen invece ha la Copenaghen Card. E’ disponibile in quattro versioni: da 48 euro per 24 ore, include l’ingresso ai principali musei e attrazioni della città (Cattedrale Roskilde, Museo di Arte Moderna, Palazzo Amalienborg, Museo Christian Hans Andersen). Si possono visitare circa 74 attrazioni,  viaggiare illimitatamente sui mezzi pubblici e se si aggiunge una Adult Card, si possono includere due bambini fino a 9 anni senza costi aggiuntivi.

Infine Barcellona: anche qui si possono visitare le principali attrazioni della città spendendo 45 euro per tre giorni. Libero accesso a 24 tra i principali luoghi d’interesse, free sui mezzi pubblici, incluso il collegamento per l’aeroporto. E poi ancora sconti in negozi, ristoranti e parchi a tema, risparmiando anche 300 euro a patto di prenotare qualche giorno prima.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: