ViaggiNews

Air France: le hostess si ribellano, ecco cosa è successo

lunedì, 4 aprile 2016

Getty Images

Getty Images

Air France: clamorosa protesta delle hostess della compagnia aerea francese. Dal prossimo 17 aprile riprenderanno i voli da Parigi verso Teheran, che erano stati interrotti anni fa per via delle sanzioni internazionali all’Iran sul nucleare. Ora che quelle sanzioni sono venute meno e che grazie all’accordo con i Paesi occidentali sul nucleare l’Iran si è aperto nuovamente al resto del mondo, gli scambi e i viaggi riprendono. Non tutto però è facile come potrebbe sembrare.

L’Iran, infatti, ha chiesto un rigoroso codice di abbigliamento per le hostess delle compagnie aeree straniere che arriveranno sul suo territorio. Le hostess dovranno indossare pantaloni durante il volo, giacca lunga e il velo per coprire testa e capelli una volta atterrate a Teheran. Quello del velo è un obbligo richiesto dalla legge islamica vigente nel Paese. Dai tempi della rivoluzione del 1979, guidata dall’ayatollah Khomeini, le donne in Iran sono obbligate per legge a indossare il velo in tutti i luoghi pubblici. Nessuna deroga è esclusa.

Un obbligo che però non piace alle hostess di Air France che dovranno volare verso Teheran e che per questo hanno dato vita ad una clamorosa protesta. I sindacati hanno riferito delle preoccupazioni delle lavoratrici, alcune delle quali considerano l’obbligo di indossare il velo “offensivo e non attinente alla propria professione”.

Nel tentativo di risolvere il problema, i sindacati hanno chiesto alla compagnia aerea che venga lasciata “libertà di coscienza” alle hostess, perché possano decidere “in modo volontario” se aderire al rigido codice di abbigliamento. Una soluzione che eviti conseguenze negative alle assistenti di volo, come tagli allo stipendio o altre sanzioni disciplinari nel caso in cui si dovessero rifiutare di indossare il velo.

Air France però ha dato una secca risposta negativa, spiegando che i suoi equipaggi, così come tutti i visitatori stranieri in Iran, sono tenuti a rispettare le leggi del luogo dove si recano.

Le hostess, oltre all’obbligo del velo, non potranno nemmeno fumare in pubblico in territorio iraniano, divieto che invece non vale per i colleghi maschi. Sul nucleare avremo anche fatto dei passi in avanti, ma sui diritti delle donne la strada è ancora lunga.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: