ViaggiNews

Lascia tutto per un viaggio intorno al mondo, ma non è come pensava…

mercoledì, 10 febbraio 2016

(Thinkstock)

(Thinkstock)

Chi non ha mai sognato di mollare tutto, casa, lavoro, vita ordinaria, per partire in un viaggio intorno al mondo? Alla scoperta dei luoghi più belli e meno conosciuti, magari alla ricerca del proprio io più profondo? C’è chi tenta l’azzardo e riesce con successo nell’impresa, come i due giovani blogger polacchi, di cui ci siamo appena occupati, partiti per un infinito viaggio intono al mondo con il loro pullmino, o della donna inglese lasciata all’altare dal fidanzato, che ha preso armi e bagagli per ripartire da zero, oppure il giovane irlandese che ha fatto del viaggio una professione e ha iniziato a guadagnare molti soldi con il suo blog di viaggi. Infine c’è chi si mette in viaggio per il papà scomparso.

Le motivazioni sono tante, le più disparate. Non sempre però gli esiti sono quelli attesi e spesso bisogna fare i conti con l’altra faccia della medaglia, quella meno piacevole. Viaggiare intorno al mondo, specialmente da soli, può essere pieno di insidie e di pericoli se non si affronta l’avventura con la giusta preparazione, l’attrezzatura occorrente e soprattutto il giusto spirito di adattamento.

E’ quello che è successo ad una donna inglese, Mags Mackean, che stanca della sua vita monotona in città e del suo mestiere di giornalista ha deciso di lasciare il lavoro e partire per un viaggio avventuroso. Arrivata in Nuova Zelenda, Mags ha dovuto fare i conti con la natura selvaggia, in un ambiente drasticamente diverso rispetto a quello a cui era abituata. Mentre scalava una montagna si è accorta di essere in serio pericolo: non aveva l’attrezzatura adeguata e faceva molto freddo. Un’esperienza drammatica nella quale alla fine è riuscita a cavarsela, ma che l’ha traumatizzata e che le ha dato molto più stress di quello che provava in città.

Così, dopo otto mesi di viaggio, Mags Mackean torna indietro, alla sua casetta nel Regno Unito e al suo lavoro di giornalista. Dopo appena sei mesi dal rientro, però, decide di partire di nuovo. Questa volta per la Foresta Amazzonica. Anche in questo caso, i pericoli e le condizioni estreme che si trova affrontare la riportano di nuovo in una situazione di stress, ansia e disagio. Quest’ultima esperienza è quella che la fa desistere definitivamente dal partire per un lungo viaggio intorno al mondo. Mags torna alla sua vita di sempre, una vita ordinaria, forse, ma tranquilla e confortevole, circondata dagli affetti più cari e con la compagnia del suo cane. I viaggi saranno d’ora in avanti solo vacanze da turista e le avventure saranno riservate alle passeggiate con il cane.

Oggi Mags Mackean è felice e contenta e tiene dei corsi per le persone che desiderano un cambiamento nella loro vita, mostrando loro come e dove dirigere questa inquietudine, senza dover necessariamente partire per un viaggio intorno al mondo.

Se voi invece non la pensate come Mags e volete lanciarvi nell’avventura, vi ricordiamo i nostri articoli sugli errori più comuni che si commettono quando si viaggia la prima volta da soli e sui 30 posti ideali dove viaggiare da soli.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: