ViaggiNews

Vacanza in Croazia, stuprano una ragazza e non vanno in carcere

martedì, 9 febbraio 2016

(Foto da metro.co.uk)

(Foto da metro.co.uk)

Disgusto e rabbia. Tanta rabbia. Sono questi i sentimenti all’indomani dell’ennesimo affronto alle donne e alla giustizia. Tre ragazzi australiani rei confessi di aver stuprato una ragazza durante una vacanza in Croazia hanno fatto ritorno a casa senza fare nemmeno un giorno di carcere.

I tre turisti australiani, Dylan Djohan, Ashwin Kumar e Waleed Latif, di età compresa tra i 21 e i 23 anni, hanno confessato di aver stuprato la scorsa estate una 17enne. La violenza è avvenuta in un locale di Spalato e dopo il fermo i tre hanno ammesso di essere i colpevoli.

Ma i lunghi tempi della giustizia croata, sei mesi solo per l’inizio del processo, hanno dato la possibilità ai legali dei giovani di fare un compromesso. Un compromesso offensivo  e oltraggioso. I tre, per cui l’accusa aveva chiesto un anno di carcere, se la caveranno solo con il pagamento di 28 mila euro.

A raccontare la vicenda che sta già facendo molto discutere è l’ingelse Metro.co.uk che svela anche come i tre giovani non abbiamo minimamente mai mostrato segni di pentimento. E sui social monta la rabbia per una decisione ingiusta ed offensiva.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: