ViaggiNews

Previsioni, arriva il ciclone Golia: attesi nubifragi

venerdì, 5 febbraio 2016

pioggia_big

Prepariamoci all’arrivo del ciclone Golia e ad una rapida sferzata della situazione meteo. Già perché se dopo un periodo mite di Alta Pressione e giornate più fresche ma terse e soleggiate è in arrivo una perturbazione che porterà un carico di piogge e di neve su tutto lo Stivale.

La mancanza di precipitazioni degli ultimi mesi possiamo dire che come in una karma verrà riequilibrata dalle intense piogge che sono previste per i prossimi giorni. Maltempo, venti forti, neve abbondante e temperature più rigide saranno le costanti della prossima settimana. Domani qualche avvisaglia di maltempo sui settori più occidentali dell’Italia, ma sarà da domenica 7 che il ciclone Golia dominerà sul nostro Paese. 

DOMENICA – Nella giornata di domenica, stando alle previsioni de ilmeteo.it. temporali e e locali nubifragi si abbatteranno  su Liguria e alta Toscana, piogge diffuse su Pianura Padana, Veneto, Friuli, Piemonte, Lombardia, resto della Toscana, Umbria, Sardegna e Lazio. Intense nevicate sulle Alpi sopra i 900/1000 metri con accumuli fino a 80 centimetri sopra i 1500/1600, fino a 30 cm sopra i 1000. Nuvoloso e coperto al Sud.

LUNEDI – Lunedì il maltempo interesserà soprattutto le regioni centro-meridionali tirreniche, Toscana, Lazio e Campania. Molto nuvoloso al Nord Ovest, piogge al Nord-Est specie sulla Venezia-Giulia. Coperto altrove con piogge sparse su Sicilia e Calabria.

MARTEDI – La giornata di martedì inizierà con piogge sparse e qualche nuvolosità, ma nel corso della giornata ci sarà un forte peggioramento: temporali al Nord, su Veneto e Friuli Venezia-Giulia soprattutto, poi su Toscana, Umbria, Lazio e Sardegna. Nubifragi tra liguria e Toscana e nella nottata temporali anche su Campania.

Mercoledì ancora piogge, ma sparse e meno intenso e ritorna a far capolino il sole con ampie zone di sereno. Giovedì la forte perturbazione dovrebbe lasciare l’Italia, ma è solo una pausa.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: