ViaggiNews

Il mare d’inverno: le terme

mercoledì, 3 febbraio 2016

Terme Romagna

 

Al mare d’inverno? Sì, ma alle terme, un modo originale e rigenerante di scoprire la costa quando è più genuina e bella, lontana dai clamori estivi, e nel contempo recuperare il proprio equilibrio psicofisico sciogliendo le tensioni accumulate durante i mesi di lavoro, grazie al calore dei bagni termali e a tutti i trattamenti messi a disposizione dai centri benessere.

La lunga spiaggia che corre da Cattolica sino ai lidi di Ravenna ospita 4 centri termali, a Riccione, Rimini, Cervia (che sfrutta le proprietà delle saline, ma è aperto solo nel periodo primaverile ed estivo) e Punta Marina di Ravenna, ognuno con caratteristiche e peculiarità proprie, da scegliere in base alle proprie esigenze o allo scorcio che si preferisce della riviera.

 

Riccione:

Anche chi viene a Riccione per il divertimento, le discoteche e i locali più alla moda, ha bisogno ad un certo punto di un momento di relax e qualche ora per recuperare un contatto con se stesso. A pochi passi dal mare, con vista sulla spiaggia, le terme di Riccione sono il luogo ideale per ritrovare questo equilibrio, grazie alle fonti sulfuree, salso bromo iodiche e magnesiache a diversa mineralizzazione e salinità, già conosciute e apprezzate al tempo dei romani. Sono tanti i trattamenti che sfruttano le proprietà delle acque e dei fanghi. Punta di diamante è il percorso termale sensoriale, composto da quattro piscine a temperatura differenziata, una cascata termale, il grottino veneziano saturo di vapori termali e il grottino pompeiano che sfrutta il calore secco della luce.

Rimini:

Nella città di Federico Fellini le terme sono sulla spiaggia, avvolte dal calore del sole d’estate e dalle nebbie uggiose d’inverno, piacevoli da osservare immersi in una vasca di acqua salina a 34 gradi. La particolarità di queste terme è proprio quella di utilizzare l’acqua di mare. La talassoterapia sfrutta le proprietà degli elementi marini, come l’acqua salata, le alghe e anche l’effetto delle onde, ricreato in apposite vasche.

Il percorso benessere, oltre ad un passaggio nella vasca idromassaggio con acqua marina, offre il piacere del bagno turco e della sauna, e il passaggio nella stanza del sale: una camera vista mare con pareti e pavimentazione rivestiti di mattonelle di sale bianco.

Ravenna:

Punta Marina dista 10 chilometri dalla città patrimonio dell’Unesco per i suoi mosaici e monumenti antichi e bizantini, ed è la sua spiaggia, incastonata tra il mare e la rigogliosa pineta adriatica. Le terme e il centro benessere di Ravenna sono recenti, ma già all’avanguardia per i trattamenti offerti, sia estetici che fisioterapici. L’acqua che alimenta le due piscine a 33 gradi proviene da un pozzo a 42 metri di profondità, ed è ricca di sali, iodio, calcio e magnesio. Le piscine sono dotate di idromassaggio e percorso idrovascolare.

Un buon modo per conservare a lungo il relax ritrovato con lunghi bagni caldi, massaggi coi fanghi e trattamenti al sale marino, è quello di tuffarsi nella vita sempre ricca di eventi e proposte della riviera romagnola. Il buon cibo è un ottimo viatico per l’umore, e in questo la Romagna non ha rivali. I ristoranti di pesce della costa, insieme alle enoteche, le birrerie artigianali, le cantinette e i mille locali sono una tappa del benessere psico-fisico da non sottovalutare!

Info:

Terme di Riccione: www.riccioneterme.it
Terme di Rimini: www.riminiterme.com
Terme di Cervia: www.terme.org
Terme di Ravenna: termepuntamarina.it

Cerchi un posto dove dormire? Su InfoAlberghi ci sono più di 1000 strutture su tutta la riviera, divise per tipologia ed offerte

Tags:

Altri Articoli Interessanti: