ViaggiNews

Dov’è Giulio? La Rete si mobilita per cercare il ragazzo scomparso in Egitto

martedì, 2 febbraio 2016

giulio regeni

Dal web

#whereisgiulio, dov’è Giulio? Questo è l’hashtag utilizzato dagli amici e dai parenti di Giulio Regeni, studente di 28 anni di Trieste di cui non si hanno più notizie dal 25 gennaio. Il ragazzo si trovava in Egitto per il proprio dottorato: frequentava infatti l’Università di Cambridge e aveva scelto lo stato del nord Africa per completare gli studi.

Quando è scomparso Giulio era diretto verso il centro, dove aveva un appuntamento, ma non è mai arrivato. Secondo le ricostruzioni, attorno alle 20 locali avrebbe preso la linea 2 della metropolitana della capitale egiziana salendo sul treno a Bohooth, nel quartiere di Dokki, diretto al quartiere di Bab Al Louq, nel governatorato del Cairo, raggiungibile con la stessa linea scendendo o a Sadat – a due passi da piazza Tahir – o a Mohamed Naguib. Proprio il 25 ricorreva il quinto anniversario della rivoluzione che portò alla destituzione del presidente Mubarak e che poi diede l’avvio della “Primavera Araba”. Nella zona in cui però doveva giungere il ragazzo non erano in corso né scontri né tafferugli.

Il Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni ha avuto un colloquio telefonico con Sameh Shoukry, Ministro degli Esteri egiziano, in cui ha chiesto il massimo impegno per rintracciare il giovane fornendo ogni possibile particolare per il suo ritrovamento. Anche l’ambasciatore  Maurizio Massari a Il Cairo ha confermato che si stanno battendo tutte le piste possibili e che i genitori di Regeni – pur reagendo con molta compostezza alla notizia – sono ovviamente molto angosciati. “La polizia egiziana sta cercando di aiutarci – spiega Claudio Regeni al telefono da Il Cairo al messagero veneto –  è un momento molto delicato, non possiamo nemmeno stare al telefono, dobbiamo tenerlo libero. Siamo in attesa di ricevere informazioni che potrebbero arrivare da un momento all’altro, la nostra speranza è che tutto possa risolversi. Speriamo, speriamo tutti».

Per oggi intanto è previsto nella chiesa di San Valentino di Fiumicello (Udine) un incontro di preghiera organizzato dal parroco don Luigi Fontanot.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: