ViaggiNews

A dicembre il traffico aereo è aumentato: ecco perchè

venerdì, 8 gennaio 2016

A picture shows the logo of Irish low-cost carrier Ryanair on the wing of a plane flying over the Italian Alps on July 1, 2015. AFP PHOTO / OLIVIER MORIN        (Photo credit should read OLIVIER MORIN/AFP/Getty Images)

Getty Images

Sempre più persone scelgono di viaggiare in aereo e, soprattutto nel mese di dicembre, i numeri e le statistiche dimostrano che il traffico aereo, complici le festività natalizie, è diventato molto importante. Ryanair, una delle compagnie aeree preferita in Europa, ha reso note le statistiche relative al traffico nel mese di dicembre:

  • Il traffico è cresciuto del 25% con 7,5 milioni di clienti
  • Il tasso di riempimento è cresciuto di 3 punti percentuali, al 91%
  • Il traffico annuale fino a dicembre è cresciuto del 17% con 101,4 milioni di clienti.
  Dec 14

 

Dec15

 

Variazione
Clienti 6,0M 7,5M +25%
Tasso di riempimento 88% 91% +3%

A questo aumento c’è però una spiegazione che Kenny Jacobs di Ryanair ha raccontato in una sua dichiarazione: “Con le tariffe più basse a dicembre (a seguito degli eventi terroristici di Parigi e Bruxelles), il traffico mensile di Ryanair è cresciuto del 25% raggiungendo 7,75 milioni di clienti, mentre il nostro tasso di riempimento è salito di 3 punti percentuali attestandosi al 91%. La crescita del traffico rispetto ai due anni passati è stata notevole, salendo del 50% rispetto ai 5 milioni di passeggeri di dicembre 2013.

 Siamo lieti che oltre 101 milioni di clienti internazionali abbiano scelto di volare con Ryanair, diventando la prima compagnia aerea a raggiungere questa pietra miliare nel traffico internazionale. Questo grazie alla nostra strategia che punta ad aumentare il tasso di riempimento rispetto al rendimento per singolo posto, al nostro network di rotte in espansione e al continuo successo del nostro programma per la clientela ‘Always Getting Better’, che continua a fornire traffico e tassi di riempimento più alti rispetto alle attese, sebbene a tariffe più basse.”

Tags:

Altri Articoli Interessanti: