ViaggiNews

A Natale cielo delle meraviglie: stelle cadenti, cometa e asteroidi

sabato, 19 dicembre 2015

stelle_cadenti

Non ci sarà la neve a Natale, ma ci aspetta un cielo delle meraviglie. Stelle cadenti, una cometa, tre asteroidi e perfino una stella che gioca a nascondino con la Luna saranno lo spettacolo che illuminerà il cielo invernale prima e dopo Natale.

Abbiamo già visto le Geminidi, le stelle cadenti di dicembre, che hanno avuto il loro picco nella notte di Santa Lucia, domenica scorsa, ma che ancora si potranno vedere per qualche giorno, per i più fortunati, nelle fredde notti limpide.

Vi abbiamo segnalato la presenza nel cielo di Natale della cometa Catalina, C/2013 US10, che raggiungerà il punto più vicino alla Terra a gennaio, ma è già visibile nell’emisfero Nord della Terra, alla mattina presto poco prima dell’alba.

Non vi abbiamo, però ancora detto dei tre asteroidi che nei prossimi giorni “sfioreranno” il nostro Pianeta.

Già oggi, 19 dicembre, alle 13:10 ora italiana, ci sarà il passaggio “ravvicinato” alla Terra dell’asteroide 2015YB, di 12-13 metri di diametro. Gianluca Masi, responsabile del Virtual Telescope, ha spiegato all’agenzia Ansa che l’asteroide “passerà a circa 77mila chilometri dalla Terra, cioè 1/5 della distanza media tra la Terra e la Luna. Un passaggio ravvicinato, ma che non comporta il minimo rischio per il nostro pianeta”.

Gli altri due asteroidi sono attesi per la Vigilia di Natale, il 24 dicembre. Il primo, è l’asteroide 2015XX378, “del diametro di 50 metri circa, che passerà a 2,6 milioni di chilometri dalla Terra alle 02.53 del mattino”, ha spiegato ancora Gianluca Masi. Mentre il secondo, l’asteroide 2003SD220, del diametro di 1,5 chilometri, passerà alle 14:08 ad una distanza di 10 milioni di chilometri dalla Terra. Anche in questo caso non ci sarà alcun pericolo per noi.

Ricordiamo poi che martedì 22 dicembre sarà il giorno del Solstizio d’inverno, che avverrà alle 5.48 del mattino, dando inizio alla stagione invernale.

Un altro evento astronomico di rilievo è poi la vicinanza in cielo della stella Aldebaran con la Luna, in quello che è stato chiamato un “gioco a nascondino“, che inizierà il 23 dicembre. Quel giorno a partire dalle 19 circa, la Luna nasconderà la stella Aldebaran per circa un’ora, un fenomeno che sarà visibile da chiunque ad occhio nudo, senza bisogno di strumenti particolari, ha spiegato Paolo Volpini, dell’Unione astrofili italiani (Uai). Aldebaran è la stella più luminosa della costellazione del Toro, di solito ben visibile nel cielo invernale.

Il 25 dicembre, nel giorno di Natale, ci sarà la Luna piena, un fenomeno che non accadeva dal 1977. Se la Luna piena illuminerà il Natale, però oscurerà la cometa Catalina, che tornerà visibile nella seconda parte della notte, quando la Luna sarà tramontata. Sarà però a inizio del mese di gennaio, quando la Luna sarà meno presente in cielo e quando la cometa si avvicinerà di più alla Terra che Catalina potrà essere osservata in tutto il suo splendore.

Fino alla fine di dicembre si potrà ancora osservare qualche stella cadente delle Gemindi, ha aggiunto Gianluca Masi, mentre a cavallo delle fine dell’anno vecchio e dell’inizio del nuovo ci sarà in cielo “la congiunzione tra la Luna e Giove“.

Che dire, più spettacolo di così. Tutti con gli occhi all’insù!

Tags:

Altri Articoli Interessanti: