ViaggiNews

La Regione italiana paradiso gastronomico secondo Lonely Planet

venerdì, 11 dicembre 2015

Cucina italiana (Thinkstock)

Cucina italiana (Thinkstock)

Qual è la regione italiana dove si mangia meglio? La celebre guida di viaggio internazionale Lonely Planet non ha dubbi: si tratta dell’Emilia Romagna. Qui si trova un vero e proprio paradiso gastronomico, scrive Gregor Clark, recensore britannico per la celebre guida.

Le innumerevoli specialità culinarie dell’Emilia Romagna fanno gola alla Lonely Planet: non solo Parmigiano Reggiano e prosciutto di Parma, ma anche mortadella, aceto balsamico, salame di Felino, culatello di Zibello e il pampepato di Ferrara, la new entry. A farla da padrona nell’elenco delle delizie alimentari è ovviamente Bologna, con il suo famoso ragù alla bolognese. Sarà contento lo chef Bruno Barbieri, celebre cuoco bolognese, giudice di Masterchef.

La Lonely Planet descrive l’Emilia Romagna come una terra fertile dove il mangiare bene è uno stile di vita quotidiano. Il Parmigiano Reggiano, tipico di questa terra, viene definito il formaggio più amato al mondo, e la guida descrive anche le tecniche di produzione del prosciutto di Parma, fornendo anche una precisa indicazione geografica di tutte le specialità emiliane e romagnole, anche con l’indicazione delle botteghe alimentari dove fare comprare i prodotti più buoni.

Non mancano poi le segnalazioni di ristoranti e osterie dove mangiare ottimi tortellini e tagliatelle. Nell’elenco delle meraviglie culinarie non mancano nemmeno i cappellacci ripieni di zucca, tipici del Ferrarese, e i tortelli alle erbette del Parmense. Il tutto annaffiato dai vini locali, anche questi meritevoli di speciale menzione, come il Lambrusco, il Pignoletto e il Sangiovese.

Prelibatezze che tutto il mondo ci invidia e che spesso noi italiani diamo per scontate o non conosciamo nemmeno bene. Forse gli abitanti delle altre regioni italiane saranno un po’ gelosi, ma quando le eccellenze del territorio italiano vengono celebrate con tanta devozione, tutti noi italiani dovremmo gioire.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: