ViaggiNews

Dove andare nel 2016: 5 mete low cost che non ti aspetti

sabato, 28 novembre 2015

Getty Images

Getty Images

Dove andare nel 2016: anno nuovo, viaggio nuovo, anzi viaggi nuovi. Sì perché ci sono tanti posti da visitare comunque, nonostante il mondo sia un posto a volte pauroso. Ci sono delle mete che sono gettonate sempre, come Londra o Berlino in Europa o New York. Molto gettonate significa anche piene di turisti e se magari state cercando un luogo affascinante, ma ancora non molto conosciuto – o comunque più libero dalle vie tradizionali – questa classifica fa per voi. E visto che si tratta di posti low cost, ancora meglio, no?

Dove andare nel 2016: i posti low cost 

Santander, Spagna: sul Golfo di Biscaglia, in Cantabria, a nord della Spagna è amata dai turisti soprattutto d’estate. Però qui il clima è perfetto tutto l’anno, con le scogliere che si stagliano a picco sul mare e i palazzi della “bella époque” che la rendono magica sempre. Playa Sardinero è la spiaggia più importante ed attira gli amanti del surf tutto l’anno; a ciò si aggiunge il cibo, sempre eccezionale, con le tradizionali tapas accompagnate dal vino da gustare nelle bodegas, le cantine.

Targu Mures, Transilvania, Romania: la città è un misto di culture di provenienza ungherese ed è ricca di palazzi asburgici e cattadrali, altro che Dracula e paesaggi tetri! Si tratta di una città universitaria, per cui ci sono tantissimi giovani che frequentano i vari pub: il più gettonato è l’Old Pub City, che si trova proprio a due passi dal centro. Da non perdere assolutamente il Palazzo della Cultura, costruito agli inizi del 900, ricorda un po’ la reggia di Versailles.

Skopje, Macedonia: città storica, che si è completamente reinventata negli ultimi anni. Il risultato è un luogo ricco di giovani, con locali di tendenza e ristoranti di design. Da visitare comunque la Città Vecchia (Carsija) con il Ponte di Pietra e l0antica moschea del Sultano Murat. E se avete voglia di shopping, non potete perdervi l’Old Bazar.

Breslavia, Polonia: perfetta per un week end romantico (e low cost), questa città conserva tutto il suo fascino rétro con i grandiosi palazzi. Non è un caso che sia stata nominata Capitale Europea della Cultura nel 2016. Una curiosità: si può andare a caccia di nani da giardino. Ce ne sono circa 200 in tutta la città e se si va in un ufficio turistico si trovano le mappe per cercarli. Da mangiare invece i pierogi, ravioli con tantissimi ripieni, specialità tipica.

Isola di Sylt, Germania: nel mare del Nord, ha panorami mozzafiato. Ma non solo questo: è piena di bar, boutique e ristoranti in cui assaporare i gusti locali e una cioccolata calda col rum.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: