ViaggiNews

Calabria e Sicilia in ginocchio per il maltempo – VIDEO

lunedì, 2 novembre 2015

Statale 106 ionica e ferrovia distrutte dalla piena del torrente  Ferruzzano in Calabria (Foto YouReporter.it)

Statale 106 ionica e ferrovia distrutte dalla piena del torrente Ferruzzano in Calabria (Foto YouReporter.it)

Purtroppo il maltempo è tornato a colpire duramente il Sud Italia, in particolare la Calabria, dove è morta una persona, e la Sicilia.

L’attesa ondata di maltempo al meridione, mentre in altre parti d’Italia c’è stato un bel weekend di sole, ha lasciato ancora una volta pesanti strascichi. Ormai si è perso quasi il conto di tutte volte che escono notizie di allagamenti, esondazioni, smottamenti, frane e purtroppo anche vittime sul nostro territorio disastrato. Questo è veramente un autunno di devastazione. La Sicilia orientale nell’ultimo mese è stata martoriata a più riprese dall’alluvione, prima con i danni nel messinese e poi quelli in provincia di Catania. Nelle ultime ore nuovi allagamenti e smottamenti si sono verificati in provincia di Messina, mentre ad Enna si è spaccata una strada nel centro storico.

La regione maggiormente colpita dall’ultima ondata di maltempo è però la Calabria. Qui i danni maggiori si sono avuti sulla costa ionica della provincia di Reggio Calabria. Nella locride, il torrente Ferruzzano è esondato la furia delle acqua si è portata via la statale 106 Ionica insieme alla ferrovia, che in un tratto è rimasta sospesa nel vuoto. La circolazione ferroviaria è rimasta interrotta anche fra Roccella Jonica e Monasterace, sulla linea Catanzaro – Roccella Jonica. A Taurianova è morta una persona un uomo che sabato è stato travolto mentre era bordo della sua auto e il cui corpo è stato trovato solo domenica mattina.

Il maltempo ha messo a dura prova la provincia di Reggio Calabria, con la pioggia caduta incessantemente per 48 ore, in alcune zone fino a 600 mm. Solo oggi ha smesso di piovere. Sulla zona si è abbattuto anche un vento che ha soffiato sino ad 80 kmh. Danni sono stati causati anche dalle violente mareggiate che si sono abbattute sulla costa ionica calabrese, in particolare a Siderno e Caulonia.

Intanto, diversi tratti della statale 106 ionica, che ha subito diverse rotture, sono stati chiusi al traffico: il primo, chiuso in entrambe le direzioni, va dal chilometro 50 al chilometro 65, tra le località di Palizzi Marina e Brancaleone Marina; il secondo tratto chiuso al traffico, sempre in entrambe le direzioni, va dal chilometro 65,8 al 67,20, in località Marinella di Ferruzzano; il terzo va dal chilometro 83 al 92, in zona Bovalino Ardore; infine il quarto tratto chiuso al traffico in entrambe le direzioni va dal chilometro 121 al chilometro 122, compreso tra le località di Marina di Caulonia e Riace Marina.

Qui di seguito alcuni video delle devastazioni causate dal maltempo in Calabria.

I danni del maltempo in Sicilia

Allagata la campagna di Catania

La strada crollata ad Enna

Con i nuovi allagamenti che hanno colpito la Sicilia, Coldiretti ha stimato in circa 300 milioni di euro il costo dei danni complessivi provocati all’agricoltura della Regione.

Tags:

Altri Articoli Interessanti: