ViaggiNews

Il maltempo provoca alluvioni e morti al Centro-Sud – VIDEO

venerdì, 16 ottobre 2015

La furia dell'acqua (Screenshot YouReporter.it)

La furia dell’acqua (Screenshot YouReporter.it)

L’atteso ciclone che doveva colpire il Centro-Sud non si è fatto attendere causando morti e devastazioni. Diverse zone della Penisola sono finite sott’acqua con fiumi in piena e nubifragi che si sono portati via tutto, anche la vita delle persone. Un copione che purtroppo si ripete ogni anno, dovuto in parte alle ondate di maltempo eccezionali e in parte al dissesto idrogeologico che affligge ormai da lungo tempo il nostro Paese.

Negli ultimi due giorni sono state pesantemente colpite dalle alluvioni il Lazio, l’Abruzzo e la Campania.

Nel Lazio sono state colpite le province di Roma e Frosinone, mentre la Capitale è scampata al nubifragio. A Tivoli e dintorni è esondato il fiume Aniene. La furia dell’acqua ha trasformato le strade in fiumi e diverse persone sono dovute salire sui tetti delle case per scampare all’acqua. Sono state allagate strade, cantine, primi piani delle abitazioni, mentre molte aziende hanno subito danni ingenti. A Paliano, in provincia di Frosinone, un uomo è morto mentre a bordo di un’auto, inghiottita da una voragine che si è aperta sulla strada.

Devastazione e fango anche in provincia dell’Aquila, nella valle Roveto, dove è esondato il fiume Liri. Qui sono morte due persone, una donna travolta da una frana che ha investito la sua abitazione a Civitella Roveto e un uomo trovato cadavere nella cantina allagata di casa sua a Tagliacozzo. Molte abitazioni sono state allagate, mentre altre sono rimaste isolate e senza energia elettrica.

In Campania, la situazione peggiore si è avuta a Benevento e nel territorio circostante, con l’esondazione dei fiumi Calore e Sabato. Per rimuovere il fango e i detriti dalle strade è stato necessario l’intervento dell’esercito. Nel beneventano sono morte due persone: una donna a Pago Veiano, travolta dall’acqua che aveva sommerso la sua casa in una zona di campagna, e un uomo colto da infarto mentre stava pulendo il fango da un seminterrato a Montesarchio. Un bilancio che è poi tragicamente salito a tre vittime, con un operaio di 38 anni rimasto folgorato mentre stava effettuando dei lavori su un traliccio elettrico, per riparare danni causati dal maltempo, in località Ponte Valentino. La situazione molto grave, con cittadini sfollati, case e attività commerciali distrutte. Le scuole sono rimaste chiuse oggi e lo saranno anche domani.

Gli allagamenti hanno poi colpito anche la provincia di Caserta, dove è esondato il fiume Volturno, allagando case e campagne nella zona di Capua. Il fiume è tracimato, ingrossato dalle acque del fiume Calore che era straripato ieri a Benevento.

Nel frattempo, il maltempo si è spostato più a Sud, con allagamenti anche in Puglia, a Taranto.

Di seguito vi mostriamo alcuni video dell’alluvione al Centro-Sud dal portale di YouReporter.it

Lazio

Abruzzo

Campania

Tags:

Altri Articoli Interessanti: