ViaggiNews

Le 10 cose shock dell’Italia per gli stranieri – VIDEO

lunedì, 5 ottobre 2015

Quando si viaggia è inevitabile e divertente notare le differenze e le comunanze con gli altri Paesi e con gli altri popoli. Abbiamo sempre un gran da fare a stupirci di come sono ‘precisi i tedeschi’ o di ‘quanto bevono gli inglesi’ o degli orari particolari che hanno i negozi in Svezia. Notiamo tutto , ci confrontiamo quasi sempre pensando che all’estero è meglio che dai noi – dai trasporti alla pulizia – a volte – raramente visto il nostro alto grado di esterofilia – pensando che da noi è meglio (solitamente ciò vale per il cibo). Alcune cose infatti possono crearci uno choc, come vedere degli americani che prendono la pasta sorseggiando un cappuccino.

Ma loro, agli stranieri, cosa trovano scioccante di noi e del nostro Paese? Loro come ci vedono? Mark Wolters del sito woltersworld.com ha stilato la top ten delle cose che lasciano di stucco un americano una volta che ha messo piede in Italia. Wolters viaggia su e giù per il mondo accompagnato dalla sua famiglia, poi riversa sul sito tramite video e articoli  i suoi pensieri in queste divertenti top ten. Dalle 10 cose che vi impresioneranno della Francia alle cose che amerete ed odierete di Amburgo e così via.

Le 10 cose shock per un americano in Italia

1.Non esistono spaghetti e polpette insieme. Siatene preparati.  Il cibo italiano è molto più di pasta e pizza: sperimentate e provate le specialità di ogni regione.
2. Gli italiani parlano a voce alta. Sempre. E comunicano tanto anche se non parlano inglese e tu non capisci una parola d’italiano. Ovunque parlano a voce alta e cercano il contatto fisico.
3. Il concetto italiano del tempo. Gli Italiani prendono tempo,un appuntamento è sempre ritardabile, sono rilassati, non c’è mai fretta e non c’è mai problema. Attenzione però ai trasporti che invece sono puntuali, specie i treni, i freccia, che magari possono tardare qualche minuto [evidentemente Mark non ha mai preso treni regionali n.d.r], ma in linea generale sono puntuali, quindi non tardate.
4. L’orario di chiusura dei negozi. Chiudono a metà giornata. (ciò non succede però nelle grandi città).
5. Orde di turisti da ogni parte del mondo. L’Italia è fantastica e ovunque andrete vi troverete orde di turisti. Prenotate quindi in anticipo se dovete andare in qualche museo o a visitare qualche monumento.
6. Servono differenti tipi di cibi in ordine diverso. Ossia c’è prima il primo, poi il secondo. Il primo è la pasta, il secondo è la carne.  Quindi si porta e si mangia prima il primo e poi il secondo. Se volete mangiare tutti insieme e prendete piatti diversi, ditelo al cameriere di portare tutto in una volta unica. Altra cosa: gli italiani stanno molto tempo seduti a tavola, rilassati. Formaggi, dolce, il caffè, tutto con molta calma. Quindi se avete fretta subito dopo aver mangiato chiedete il conto, altrimenti il cameriere non ve lo porterà.
7. Le nonne. Le nonne sono ovunque e si prendono cura dei nipoti e di chiunque altro capito a tiro. Si sa che cucinano meglio di chiunque altro e vogliono sempre che mangi tanto.
8. Quanto gli italiani siano amichevoli (soprattutto se parli pochissimo italiano). Non importa se non parlate italiano e loro non parlano inglese, ci tengono tantissimo a comunicare,  a farsi capire, saranno amichevoli, meravigliosi, onesti e ti faranno sentire subito in famiglia. Un’atmosfera di casa. Sono persone davvero fantastiche, meravigliose.
9. Le differenza fra Nord e Sud. Al nord ci sono più industrie, più musei, (e la neve, sì, in Italia fa anche freddo e c’è la neve) al Sud ci sono meno musei, qualche problema in più economico, ma le persone sono ancora più amichevoli.
10.Tifosi di calcio. Ci sono tre religioni in italia: calcio, moda, cattolicesimo (ossia l’amato Papa). Nei giornali troverete sempre notizie riguardo queste tre passioni (in ordine variabile). E attenzione ad andare ad un partita specie se è un derby, è  molto pericoloso. Non è come le nostre partite di baseball.
11. La Guida e l’attraversamento pedonale. Aggiungo un’ultima cosa impressionante: la guida. Se andate a Napoli non riuscirete a capire come fanno le macchine a passare così velocemente, ad incastrarsi senza prendersi. E quando a piedi attraversate la strada create in primis un contatto visivo con il guidatore e seguite comunque quello che fanno gli italiani. Attraversate sempre sulle strisce: se venite investiti sulle strisce vi pagano, se invece vi investono fuori dalle strisce pagate voi il danno che avete fatto alla macchina.

 

Tags:

Altri Articoli Interessanti: