ViaggiNews

Com’ è cambiata Manhattan dal 1600? Lo mostra una mappa interattiva

venerdì, 2 ottobre 2015

Manhattan nel 1609 (Mappa Weilikia project)

Manhattan nel 1609 (Mappa Weilikia project)

Com’era la città di New York prima che diventasse una metropoli piena di grattacieli attraversata da strade e avenue trafficatissime? Meglio ancora, come appariva il cuore pulsante di New York, quell’isola di Manhattan che tutti sognano di visitare prima o poi nella vita?

Quando ancora i coloni, prima olandesi e poi inglesi, non l’avevano occupata Manhattan era ricoperta di boschi, territorio dominato da vegetazione e animali. Di questa antica origine è rimasta una traccia solo nel Central Park, che ora ci appare grande ma che non è che un piccolo frammento verde di quello che secoli addietro era un territorio ricoperto da una vastissima foresta.

Per vedere come appariva Manhattan prima della colonizzazione, il progetto Weilikia ha elaborato una mappa interattiva che mostra atttraverso ricostruzioni dalle mappe antiche e dalle immagini satellitari i cambiamenti dell’isola nel corso dei secoli. Una trasformazione davvero sorprendente. Il punto di partenza è il 1609, quando l’isola di New York fu visitata e per la prima volta mappata in dettaglio dall’esploratore britannico Henry Hudson, che ha poi dato il nome a uno dei fiumi che la costeggia, l’Hudson River. A scoprire Manhattan era stato nel 1524 l’esploratore fiorentino Giovanni da Verrazzano, che aveva passato lo stretto che dà accesso alla baia di New York, ora attraversato da un grande ponte a cui è stato dato il suo nome, ma all’epoca Manhattan non era ancora stata perlustrata per intero.

L’obiettivo del Weilikia Project è di far conoscere ai newyorkesi qualcosa di più della loro isola e sensibilizzarli sulla tutela ambientale.

La mappa interattiva può essere ingrandita e si possono vedere oltre ai boschi del passato anche le strade attuali, facendo un raffronto quartiere per quartiere tra paesaggio del 1609 e quello odierno, con ricerche dettagliate su flora e fauna. Basta cliccare sulla mappa.

Ad esempio, così appariva Broadway nel 1609.

Broadway nel 1609 (Weilikia project map)

Broadway nel 1609 (Weilikia project map)

Weilikia Project chiama Manhattan con il suo nome originale Mannahatta, dalla lingua Unami parlata dai Lenape, i nativi americani che abitavano originariamente l’isola. Mannahatta o Manna-hata significa “isola dalle molte colline”. Anche la parola Weilikia viene dalla stessa ligua dei Lenape e significa “la mia buona casa”.

La mappa interattiva si trova a questo link: https://welikia.org/m-map.php

Il sito del progetto Weilikia: welikia.org

Tags:

Altri Articoli Interessanti: